top of page

Abarth 600e Scorpionissima, la più potente di sempre

Grande attesa per il debutto milanese della nuova Abarth 600e.


E' dal debutto della Fiat 500x che si attendeva una variante sportiva di segmento B, infatti una volta pensionata la Punto Abarth, la produzione del marchio sportivo su base Fiat si è concentrata sulla piccola 500, fatta eccezione per la parentesi Abarth 124.

Dunque la Abarth 600e si inserisce con prepotenza in un segmento in forte crescita, anche se ancora di nicchia, sostenuto da chi desidera una variante "spinta" delle più tradizionali auto da famiglia. Una tendenza che a dire il vero affonda le sue radici in un passato storico, basti pensare alla Fiat Uno Turbo, la Renault 5 turbo e tante altre piccole bombe.

Il compito della nuova nata in casa Abarth non è da poco, infatti dovrà rispondere con carattere a chi ancora non crede che una vettura elettrica può offrire emozioni, ma al contempo non deludere chi l'aspettava da tempo.

Chiaramente in Abarth non vogliono perdere un'occasione ghiotta, quello di piazzare un'elettrica sportiva tra le numerose proposte termiche ed al contempo dimostrare che la media di Fiat può anche essere un bolide senza mezze misure. Per questo compito la piattaforma è stata modificata e rinominata PERFO-eCMP, con una maggior rigidità e sospensioni esclusive e ribassate, che dialogano con i nuovi cerchi da 20 pollici dal disegno esclusivo.

La potenza è di 240cv e le prestazioni si preannunciano molto sportive, con un'accelerazione ed una coppia tipica delle elettriche più performanti.

Anche l'impianto frenante è stato maggiorato, con dischi autoventilati sull'anteriore dotati di pinze a doppio pistoncino.

La parte estetica, vede l'introduzione di un nuovo paraurti anteriore con una grande bocca e fari supplementari a led e due aperture per raffreddare i freni.

Lo scripit Abarth campeggia al centro del frontale, come sulla Abarth 500e, mentre lo scudetto si sposta sul cofano.

Minigonne e passaruote maggiorati si abbinano al grande spoiler sul tetto, ispirato al mondo del racing, mentre sul paraurti posteriore compare un generoso estrattore.

L'abitacolo prevede sedili sportivi con poggiatesta integrati e rivestimenti esclusivi, mentre il sistema di connettività propone una grafica rinnovata.

Si parte con la Abarth 600e Scorpionissima prodotta in serie limitata di 1949 unità, mentre il colore di lancio è il Hypnotic Purple.

Ancora da definire la data della commercializzazione.


0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page