• Simone Facchetti

Anche Mercedes è pronta a diventare solo elettrica entro il 2030

Mercedes si prepara diventare completamente elettrica entro il 2030, ma solo ove le condizioni dei mercati lo consentiranno.



A pochi giorni dall'EV Day 2021 di Stellantis e dalla proposta della Commissione Europea di bandire, dal 2035, le vendite di auto termiche, anche il gruppo Daimler annuncia di essere al lavoro per accelerare i propri piani di elettrificazione e digitalizzazione, senza rinunciare alla redditività. Il colosso detentore dei brand Mercedes-Benz e smart si è detto pronto per offrire una gamma solo elettrica entro la fine di questo decennio, nei mercati le cui condizioni lo consentiranno.


Mercedes: dal 2025 solo nuove architetture elettriche


Dal momento che smart è già un marchio completamente elettrico (è così dal 2020), l'attenzione del gruppo si sposta ora sui marchi Mercedes-Benz, Mercedes-AMG e Mercedes-Maybach. Daimler ha annunciato che investirà 40 miliardi di euro dal 2022 al 2030 per sviluppare nuove piattaforme e tecnologie per i futuri modelli elettrici, definendosi pronta a convertire al full electric l'intera gamma Mercedes entro il 2030. Ma solo nei mercati in cui ci saranno le condizioni per farlo.


Due cose, però, sono certe:

  • entro il 2022, Mercedes avrà almeno un veicolo elettrico a batteria in ogni segmento in cui è presente

  • dal 2025, ogni nuova architettura presentata da Mercedes sarà completamente elettrica.

Nello specifico, nel 2025 Mercedes-Benz lancerà tre nuove architetture esclusivamente elettriche:

  • MB.EA, dedicata al segmento medio e large nel mercato dei veicoli passeggeri;

  • AMG.EA, sviluppata per i veicoli elettrici ad alte prestazioni, con particolare attenzione a quelli firmati Mercedes-AMG;

  • VAN.EA, progettata per i veicoli commerciali leggeri nativi elettrici.


Mercedes EQE e EQE SUV: le prossime due vetture elettriche della Stella si posizioneranno nel segmento E.


Si punta su software e batterie altamente performanti


Focus anche sui powertrain elettrici, il software e le batterie, per i quali Mercedes si appoggerà anche a partner esterni. Nello specifico, per la produzione delle batterie (sarà necessaria un capacità di circa 200 Gigawattora) il gruppo prevede di creare otto "gigafactory", che si aggiungeranno alla già pianificata rete di nove impianti dedicati alla produzione di sistemi di batterie.


La prossima generazione di batterie che troveremo sotto le future Mercedes-Benz disporanno di una densità energetica aumentata grazie all'utilizzo del composto silicio-carbonio nell'anodo: questo si tradurrà in un'autonomia senza precedenti e tempi di ricarica ancora più brevi.


Nel 2022 un prototipo Mercedes con 1.000 km di autonomia reali


A questo proposito, Mercedes sta lavorando attualmente alla Vision EQXX, un'auto elettrica capace di garantire un'autonomia reale di oltre 1.000 km e consumi inferiori ai 10 kWh/100 km a velocità autostradali normali. Sviluppata insieme al team della divisione F1 High Performance Powertrain, la vedremo come concept car nel 2022.


Anche la ricarica si evolve


Non sarà trascurato l'aspetto della ricarica: con il lancio dell'ammiraglia EQS (atteso entro la fine dell'anno) sarà infatti attivo il servizio Plug & Charge, che permetterà di collegare, caricare e scollegare l'auto senza ulteriori passaggi necessari per l'autenticazione e l'elaborazione dei pagamenti (come avviene dal 2012 nei Supercharger Tesla).


Sarà così possibile accedere con maggiore semplicità alla rete in roaming del servizio Mercedes me Charge, che oggi conta oltre 530.000 punti di ricarica AC e DC in tutto il mondo. E questo è solo l'inizio: entro il 2025 Mercedes garantirà ai clienti l'accesso alla rete

Recharge di Shell composta da oltre 30.000 punti di ricarica in Europa, Cina e Nord America, inclusi oltre 10.000 caricabatterie ad alta potenza in tutto il mondo. Non solo: Mercedes-Benz sta anche pianificando di lanciare diversi siti di ricarica premium in Europa.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti