• Redazione

Alfa Romeo, 5 nuovi modelli e solo su misura / Rendering

Inizia la nuova era della casa del Biscione, con tante novità ma soprattutto una nuova formula di vendita e produzione.



Alfa Romeo diventerà un atelier, dove almeno l'80 % della produzione sarà su ordinazione, in quanto si cercherà di ridurre al minimo lo stock.

Una strategia inedita per un brand premium che punta sempre più alla riduzione degli sprechi ed all'esclusività del prodotto.

L'idea è del CEO Jean-Philippe Imparato, il quale ha deciso puntare maggiormente su Alfa Romeo, con una rinascita sempre più premium, che si rispecchia in una gamma rinnovata che vedrà nei prossimi 5 anni la nascita di 5 modelli.


Il 2022 porterà una delle novità più attese del mercato, ovvero la Tonale, che sarà la capostipite della nuova era, introducendo un design innovativo, che non tralascia la storia del brand. Seguiranno i restyling di Stelvio e Giulia, che rimarranno in produzione ancora per qualche anno, in quanto saranno le uniche a mantenere la trazione posteriore, ma l'aggiornamento sarà importante, senza compromettere lo straordinario equilibrio tra piacere di guida e prestazioni che solo la piattaforma Giorgio ha saputo offrire.



Un'altra grande novità sarà rappresentata dalla nuova compatta in salsa crossover, che idealmente andrà a sostituire la MiTo, nome in codice Brennero. Ma il piatto più ghiotto arriverà attorno al 2025, con la nuova segmento C, ed un'inedita vettura del quale non trapelano informazioni, ma che non molta probabilità sarà una supersportiva.

Ma qui viene anche la parte più discussa, infatti Alfa Romeo, come del resto tutta la produzione automobilistica globale, avvierà un importante piano di elettrificazione della gamma, scelta inevitabile, ma anche in questo caso si prevedono vetture altamente prestazionali, anche se il rombo dei 6 cilindri sarà difficile da eguagliare.


Insomma un piano ben strutturato e spalmato in un periodo temporale piuttosto breve, che abbraccerà, almeno nelle intenzioni dei vertici Alfa Romeo, una platea di appassionati oramai orfani da anni di una gamma del Biscione, che confermi a vocazione sportiva ed esclusiva dal marchio milanese.



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti