BMW Serie 2 Coupé: Proviamo la 220d (Video)

Aggiornamento: 4 nov

Conosciamo una Serie 2 Coupé rinnovata, con motore gasolio da 190 cv.


Siete tra quelli che hanno criticato BMW per l’adozione della trazione anteriore sulle compatte? Ebbene, ritroverete il sorriso grazie a questa Serie 2 Coupé, che torna ad un posteriore secco, oppure integrale.


BMW, da sempre, vuol dire trazione posteriore, pertanto era impensabile abbandonare del tutto questa filosofia per un’anteriore, che da una parte offre maggior tranquillità alle compatte, ma a discapito delle emozioni, che su una coupé come questa non possono manicare.

Pertanto torna la piattaforma Clar, ma con alcune significative modifiche, dunque trazione posteriore e motore longitudinale, spostato molto indietro.


Serie 2 Coupé: Look


Va detto che la Serie 2 Coupé è una vettura a parte, che non condivide nulla con le nuove tendenze del marchio, con un design assolutamente unico e personale.


Il muso adotta un doppio rene esteso in larghezza e non in altezza che nel nostro esemplare M Sport è in nero lucido; colorazione che è stata adottata per tutti i dettagli. Le lamelle, rimanendo nel frontale, sono attive per una efficienza aerodinamica di soli 0,27 di cx.


I proiettori si spostano in posizione molto laterale e riportano un'unica lente con tecnologia Led a matrice attiva, mentre lo scudo varia rispetto agli allestimenti. Nel nostro caso, per esempio, è molto aggressivo, con la bocca inferiore che ingloba il radar e due aperture laterali; il tutto molto basso, con le ruote anteriori molto avanzate, una vera goduria.



La distribuzione dei volumi è splendida, con un muso lunghissimo e abitacolo e coda sfuggenti.


La fiancata è pulita ma con sapienti spigolature e muscolature, come quelle dei parafanghi le fuoriescono letteralmente dalla linea, mentre la parte inferiore del brancando in color grigio a contrasto è molto geometrico. Ci piace molto, ad esempio, questo gioco di volumi dietro la ruota anteriore.

Le maniglie sono a filo carrozzeria sia per l’aerodinamica per per lo stile, che non si è voluto sporcare con maniglie sporgenti classiche.

I passa ruota sono ampi e nel nostro esemplare servono ad ospitare gli splendidi cerchi neri da 19 pollici M Sport, che mettono in evidenza il sistema frenante maggiorato optional con pinze rosse a 4 pistoncini sul davanti.

Il padiglione è estremamente classico e ricorda la precedente Serie 2, con il gomito di kofmeister in evidenza.


Le misure sono rispettivamente di 454 cm di lunghezza, 184 cm di larghezza, 159 cm di altezza ed un passo di 274 cm; dunque lunga, bassa ed aggressiva.


Come sul frontale anche il dietro è differente da ogni altra BMW, con i gruppi ottici piccoli e spostati ai lati, con un bel gioco di volumi. Molto bello l’andamento del baule che si innalza nella parte centrale e può ospitare un piccolo spoiler, disponibile a richiesta.


Lo scudo è massiccio e sporgente, con un trattamento molto grintoso. La parte inferiore è in grigio e prosegue il disegno delle minigonne, con un bel estrattore centrale e lo scarico singolo a fetta di salame.



Serie 2 Coupé: Bagagliaio


Il bagagliaio apribile manualmente, offre uno spazio buono, con una volumetria che parte da 390 litri, ma può aumentare significativamente abbattendo gli schienali suddivisi in 3 sezioni, di cui quella centrale può essere ribaltata singolarmente.


Le finiture sono eccellenti, con reti per riporre oggetti ed i comodi ganci per abbatte gli schienali. Bene anche il doppio fondo; lo scalino risulta molto alto, ma la bocca di accesso non è male.


Serie 2 Coupé: Sedute


Se parliamo di trazione, l’abitacolo non poteva deludere le aspettative, con le portiere dotate di cristalli senza cornice che consentono di accedere a bordo su sedili M Sport dal disegno sportivo ed ergonomico, belli nella forma e rivestiti in pelle e micro fibra traforata, con suggestioni emozionanti, come la fascetta con i colori M come nelle cinture. Tutte le regolazioni sono elettro-attuate, fianchi compresi.

La seduta è bassa, quasi rasoterra, e si apprezza che l'abitacolo sembri avvolgere il guidatore.


Serie 2 Coupé: Interni


La plancia è derivata dalla Serie 3 pre-restyling, con finiture che variano rispetto ai gusti e agli allestimenti. I materiali e le finiture sono eccellenti, con plastiche morbide di buona qualità e cuciture a vista che impreziosiscono l’abitacolo.

Il quadro strumenti digitale offre numerose personalizzazioni ed una serie di dati che consentono di tenere tutto sotto controllo, mentre la grafica è quella già conosciuta su numerose auto di Monaco. Qui si apprezza anche l’head up display proiettato sul parabrezza.



Il sistema multimediale si avvale di uno schermo ad alta definizione touch da 10,25 pollici, che offre una buona fluidità e una grafica sempre leggibile. Il sistema è sempre connesso ed aggiornabile, con Apple CarPlay ed Android Auto wireless. Qui possiamo spaziare tra infiniti menu è regolare ogni aspetto della nostra Serie 2, dai settaggi di guida, ai sistemi di sicurezza, o all'efficienza. Molto bene le telecamere con numerose i quadrature, compresa quella a 360 gradi.

Il tutto si avvale della settima edizione dell’iDrive, che campeggia al centro del tunnel, dove spicca anche il joystick del cambio ZF ed i vari pulsanti per le modalità di guida. Non mancano le prese USB C e la piastra per la ricarica del cellulare ad induzione. Numerosi infine, i vani per gli oggetti di bordo.


Serie 2 Coupé: Abitabilità posteriore


La nostra Serie 2 Coupé è una vettura omologata per 4 persone, con due posti posteriori, che - a dire il vero - sono un poco sacrificati, nonostante l’eccellente fattura, a partire dalle sedute che sono comode e ben profilate, ma lo spazio per le gambe e la testa è ridotto... Insomma, per chi è sopra i 180 cm le cose diventano complicate...


Le poltrone anteriori avanzano automaticamente, ma non basta per garantire un accesso confortevole.

Un vero peccato perché qui troviamo ogni confort, come la climatizzazione indipendente, due prese USB C, un pozzetto per piccoli oggetti, un bracciolo attrezzato e le reti sul retro dei sedili anteriori.


Serie 2 Coupé: Motore e prestazioni


La prima sensazione che si prova al volante della nuova BMW Serie 2 Coupé è di essere a bordo di una sportiva di razza, in quanto tutti gli ingredienti sono vincenti, dalla piattaforma Clar, con una straordinaria rigidità, alla trazione posteriore, passando dalla distribuzione dei pesi con un 51 davanti ed un 49 dietro; insomma, un bilanciamento raro.



Partiamo dal motore longitudinale e molto arretrato, tanto che l’avantreno è posizionato quasi dal punto in cui parte il propulsore.


Si tratta del 2.0 biturbo Diesel quattro cilindri, in grado di sviluppare una potenza di 190 cv ed una coppia di 400 Nm a partire da 1750 giri con una erogazione brillante e quasi sportiva. Questo si traduce in prestazioni di tutto rispetto, con una velocità di punta autolimitata ad oltre 230km/h ed uno 0 a 100 coperto in soli 6,7 secondi. Prestazioni che non fanno rimpiangere motori più prestazionali o a 6 cilindri, che sono ugualmente disponibili.


La trazione è rigorosamente posteriore, ma nel nostro esemplare 220d non è presente il differenziale autobloccante, che è presente nei modelli più potenti.

Dunque, una vera gioia per gli appassionati che si possono divertire anche grazie alle varie mappature dei settaggi motore, infatti possiamo contare su Eco Pro, che rende la nostra 220 un vero campione in economia, su Confort e su Sport. In tutte le modalità abbiamo a disposizione una serie di personalizzazioni, dallo sterzo alla risposta del motore, unico peccato è che sul nostro esemplare non abbiamo a disposizione le sospensioni a controllo elettronico.


Il cambio è uno ZF a 8 rapporti, che conferma la sua eccellenza con le cambiate quasi impercettibili in Drive, ma con una prontezza al millisecondo se si usano i paddle al volante con il passaggio tra le marce senza alcun ritardo, in pratica un cambio da pista.


Serie 2 Coupé: Sistema ibrido e consumi


Ma non finisce qui, infatti possiamo contare su un sistema mild-hybrid da 48 V, che offre una decina di cavalli in più, che contribuiscono all’elasticità del motore ed offrono un boost che aumenta la risposta al pedale.

Il dispositivo consente alla batteria agli ioni di litio di rimanere sempre con una carica sufficiente per supportare il motore, ma contribuisce anche a rendere la nostra 220d molto economica nell’utilizzo, con un consumo medio di 18 km per litro, un dato sorprendente per la natura e le prestazioni di questa BMW. Parliamo anche di emissioni che sono di 124 g/km, meglio anche di alcune benzina.


Serie 2 Coupé: Guida


La guida è un riuscito mix tra confort e sportività, con un'insonorizzazione da ammiraglia, un’atmosfera interna ovattata e un propulsore che non fa percepire mai la sua presenza, mentre le sospensioni, che adottano un MacPherson sull’anteriore ed un MultiLink a 5 bracci sul posteriore, mantengono la Serie 2 incollata alla strada, grazie anche agli ammortizzatori con una taratura sì confortevole, ma anche decisa, ed ai cerchi da 19 pollici, con coperture differenziate 225/40 davanti e 255/35 dietro, che completano una messa appunto molto affilata, ma che, in ambito cittadino pavé o tombini e dossi, si sentono. Considerando il tutto, l’assorbimento è ottimo.

L'unico neo si percepisce sul fango o sulla neve, dove si consigliano coperture adeguate, altrimenti si rischia di restare al palo.


Eccellente la frenata con l’impianto M Sport che prevede dischi maggiorati e pinze a 4 pistoncini davanti. Buona la modularità e gli spazi di arresto che sono particolarmente contenuti con meno di 40 metri pinzando a 100 km/h.



Un altro punto a favore è lo sterzo, diretto e preciso, con un rollio praticamente a zero.


Serie 2 Coupé: Sicurezza


La nuova BMW 220d è una vettura di livello 2 di guida autonoma, con un pacchetto ADAS molto completo che comprende Cruise Control adattivo con Stop&Go, frenata automatica di emergenza, mantenimento di corsia attivo, blind spot e numerosi altri, senza dimenticare l’efficacia dei fari Matrix del nostro esemplare.


In sintesi, la nuova BMW Serie 2 Coupé è una delle poche auto che riesce ancora ad emozionare; con questo biturbo Diesel, poi, offre prestazioni, efficienza e consumi da vera viaggiatrice, con quasi 1.000 km di autonomia con un pieno. L'unico punto critico è l’ abitabilità posteriore, ma cosa chiedere di più ad un’auto da pelle d’oca?


Serie 2 Coupé: Prezzo


La nuova BMW Serie 220d coupé in allestimento M sport, costa 51.700 euro, ma la gamma è piuttosto ampia e, per questo, vi consigliamo di configurarla a vostro piacimento.


CONFIGURATORE BMW SERIE 2 COUPÉ


Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Serie 2 Coupé: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti