top of page

Ecoincentivi auto, ci siamo!

Dopo una lunga attesa, il decreto è pronto a partire.

Il decreto incentivi auto in Gazzetta Ufficiale venerdì 24 maggio 2024

Stando alle indiscrezioni che abbiamo raccolto da fonti ufficiali, il decreto incentivi auto verrà pubblicato in Gazzetta Ufficiale venerdì 24 maggio 2024. Dopodiché, bisognerà attendere l’attivazione della piattaforma Invitalia, dove le concessionarie potranno prenotare il bonus. Finisce così la lunga attesa degli sconti statali, iniziata a gennaio 2024, quando il ministro delle Imprese Adolfo Urso aveva annunciato l’arrivo dei contributi. Parole che hanno quasi paralizzato le vendite in Italia, perché i consumatori hanno voluto aspettare il momento adatto per pagare le vetture nuove il meno possibile. Termina (per ora) anche la polemica fra la filiera dell’auto italiana e il governo Meloni. Federauto e Unrae hanno domandato all’esecutivo a più riprese la pubblicazione del Dpcm (decreto del presidente del Consiglio dei ministri), specie con una nota di ieri. La seconda richiesta è di attivare rapidamente la piattaforma informatica per la prenotazione degli incentivi. La prolungata attesa ha causato gravi conseguenze a più livelli: paralisi del mercato, flessione allarmante della domanda di nuove vetture a zero o a bassissime emissioni. E blocco delle attività delle reti di distribuzione, delle agenzie di comunicazione, delle ⁠concessionarie di pubblicità, delle società finanziarie e delle imprese di autonoleggio: questa la denuncia.Attenzione però perché la partita fra filiera e governo resta aperta anche dopo la pubblicazione del decreto e l’attivazione della piattaforma: “Auspichiamo che, in futuro, le misure a sostegno del settore siano strutturali e non abbiano orizzonti così riduttivi come nel caso in questione”, l’allarme di Federauto e Unrae.Comunque, il venditore può bloccare il bonus dalla pubblicazione del decreto. A disposizione 950 milioni di euro (403 milioni alle auto a benzina e alle diesel Euro 6 nuove). Per l’usato 20 milioni, ai commerciali leggeri 53 milioni, mentre al noleggio 50 milioni. All’interno delle auto, a elettriche e (poche) ibride plug-in, tra 0 e 20 g/km di CO2, 240 milioni; fascia 21-60 g/km (ibride plug-in) a 150 milioni. Incentivi da 1.500 a 13.750 euro. Il massimo lo si ottiene se si ha un Isee di non oltre 30 mila euro: Indicatore della situazione economica equivalente.Qualche esempio. Elettriche 0-20 grammi senza rottamazione: incentivo 6.000 euro. E 7.500 per Isee basso. Full electric con rottamazione Euro 2: 11.000 euro (13.750 con Isee). Elettriche con rottamazione Euro 3, 10.000 euro di sconto (12.500 con Isee). Sempre elettriche con rottamazione Euro 4: 9.000 euro (11.250 con Isee). Il tetto di spesa è però di 35 mila euro più Iva. Benzina e diesel 61-135 senza rottamazione: € 0. E 61-135 con rottamazione Euro 2: 3.000 euro. Con rottamazione Euro 4: 1.500 euro. Usato: bonus di 2 mila euro per chi compra una Euro 6 di valore fino a 25 mila euro (senza Iva) a fronte della rottamazione di una Euro 4 di proprietà da almeno 12 mesi.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page