EMC WAVE 3: GPL per abbattere la crisi (Video)

Nasce un nuovo brand in Italia, si chiama Eurasia Motor Company e propone la Wave 3 a GPL.


La Eurasia Motor Company di Palazzolo (BS), sede storica della Great Wall, si presenta in Italia con un'auto molto interessante che punta a ritagliarsi una fetta di mercato, con stime di 1.500 auto all'anno, utilizzando argomenti molto validi, partendo dalla buona base di partenza.

Si chiama Wave 3 e il 3 sta come punto di partenza, infatti non è escluso che arrivino la 1, la 2 e così via.

La Wave 3 viene prodotta negli stabilimenti di Cherry Group in Cina, dove vengono fabbricate anche le DR, ma rispetto alle vetture molisane, con il quale non ha alcun legame in Italia, propone temi molto interessanti ed attuali.



WAVE 3: Look e dimensioni


Iniziamo a conoscerla dallo stile, si tratta di un Suv di segmento C, con una linea classica, ma con un frontale ricco di personalità, partendo dalla doppia griglia anteriore, la prima sottile che collega di proiettori full Led e la seconda più estesa, con trama tridimensionale, allo scudo sportivo con diversi richiami al mondo dell'off-road, come ad esempio lo scivolo anteriore e le protezioni in plastica, che proseguono su tutta la parte inferiore della vettura, passaruota compresi che, a loro volta, ospitano cerchi in lega, di serie, da 18 pollici con trattamento diamantato.


Il design è armonioso, ma sa essere anche accattivante, grazie ai dettagli in contrasto disponibili in tre tonalità: lime, silver oppure orange.



Le misure sono medie, con una lunghezza di 444 cm, una larghezza di 283 cm, un’altezza di 166 cm ed un passo di 182 cm.


Il padiglione offre una buona superficie vetrata, anche se il montante C è chiuso ed è particolarmente massiccio, ma i designer di EMC hanno voluto realizzare una finta terza luce, che alleggerisce la linea.


La sezione di coda è segnata dai gruppi ottici con alimentazione a Led, che si uniscono grazie ad una linea che si illumina, creando una firma luminosa molto caratteristica.

Anche qui lo scudo è molto ricercato, con uno scivolo contornato da un elemento in tinta e due finti scarichi, che fanno rabbrividire i puristi, ma dal punto di vista dello stile sono gradevoli.



WAVE 3: Bagagliaio


L’apertura è stata spostata in basso per avere una soglia di carico non molto alta, ma il portellone pesa pertanto sarebbe stato meglio adottare un sistema elettro-attuato, che non è disponibile neppure come optional.

La capacità complessiva è nella media e parte da 360 litri raggiungendo i 1.100 abbattendo gli schienali suddivisi in 40 e 60. Purtroppo non è presente un doppio fondo in quanto lo spazio viene occupato dal serbatoio del GPL.



WAVE 3: Abitabilità


L'abitabilità a bordo è buona con la possibilità di ospitare nei sedili posteriori 3 adulti, che possono trovare agevolmente spazio per le gambe e la testa, grazie al tunnel appena accennato. Nessuna bocchetta dell'aria ma una presa USB. Le sedute sono comode e ben conformate con una cura per il dettaglio non indifferente. I rivestimenti sono in eco pelle e l'aspetto generale è gradevole.



WAVE 3: Interni


Il posto guida è realizzato con una giusta attenzione all'ergonomia, con sedili con numerose regolazioni elettriche, che consentono di trovare la posizione di guida ideale, peccato che il piantone dello sterzo non sia regolabile in profondità, ma solo in altezza.


La plancia ha un design ricercato, con numerosi dettagli in plastica morbida, anche se la parte superiore è in plastica rigida, ma ben assemblata e con un trattamento che include una finta cucitura a vista.

Molto bene la strumentazione digitale da 7 pollici, ricca di informazioni ma incline ai riflessi.

Per la connettività, invece, è stato adottato uno schermo touch da 10,25 pollici, che offre una buona fluidità ed una grafica moderna.



Qui possiamo contare su Apple CarPlay o Android Auto a cavo ma la vera chicca sta nelle telecamera con una buona definizione e vista a 360 gradi.


Molto bello il tunnel centrale, con il piccolo joystick del cambio CVT ed il freno di stazionamento elettrico. Apprezzabile anche l’integrazione del pulsante del GPL realizzato dall’italiana BRC. Sono presenti anche l’accesso keyless ed accensione a pulsante.

Molto interessante anche la pulsantiera che ricorda quella di Peugeot, ma soprattutto il grande tetto panoramico in vetro con tendina elettrica offerto di serie.


WAVE 3: Motori


La nuova EMC Wave3 monta un propulsore unico, il 1.5 litri a quattro cilindri aspirato oppure turbo, entrambe con la doppia alimentazione GPL - benzina.



L’impianto è stato realizzato e messo a punto in Italia dalla BRC ed adotta un serbatoio da 45 kg, mentre quello della benzina è di 51 litri. L’abbinamento consente un’autonomia record di oltre 1000 km, con una media di consumo abbinato di 7,3 litri per 100 km.


Il motore aspirato può contare su 113 cv di potenza ed una coppia di 140 Nm. Questa versione è disponibile solo con cambio manuale a 5 rapporti.


La versione turbo eroga 147 cv di potenza ed una coppia di 214 Nm, un valore molto buono per una bifuel. In questo caso il cambio è un variatore CVT, che può simulare 9 rapporti.


Per entrambe le versioni la trazione è solo anteriore, con sistema di sospensioni che conta su un MacPherson anteriore ed un ponte torcente sul posteriore.


WAVE 3: Prezzo


La nuova Wave 3 ha tutto di serie, fatta esclusione per le regolazioni elettriche dei sedili che sono a pagamento. I prezzi sono di € 22.000 per la versione aspirata e € 24.400 per la turbo, ma a questi si potranno detrarre eventuali promozioni o sconti forniti dal concessionario.

La EMC ha confermato che sia la rete di vendita che l'assistenza ed i ricambi sono avviati, attendiamo solo di guidarla per potervi raccontare come va su strada.


WAVE 3: Video








0 commenti

Post correlati

Mostra tutti