Ferrari Purosangue: 5 ipotesi per il SUV di Maranello

In attesa delle note ufficiali della Casa, ecco 5 ipotesi che abbiamo elaborato sulla Ferrari Purosangue.



Ore di attesa febbrili per la Ferrari Purosangue, il SUV di Maranello. Nessuna nota ufficiale della Casa, per adesso: ecco allora 5 ipotesi che abbiamo elaborato per la prima vettura a ruote alte del Cavallino Rampante, anche sulla base delle foto “rubate” che stanno girando in Internet. La sua presentazione è fissata a ottobre 2022, con arrivo nelle concessionarie nel 2023.


1) Il design della Ferrari Purosangue è un mix fra la Roma e la SF90 Stradale. In più, c’è un pizzico di vintage, con richiami alla GTC4Lusso. Tant’è vero che, nella gamma di Maranello, la Purosangue si posiziona proprio al posto di quest’ultima: un mezzo da usare tutti i giorni.


2) Mastodontica, incute timore. Grazie anche ai passaruota con funzione aerodinamica: evidenti le prese d'aria. Interessante la convessità sotto il finestrino laterale. Parafanghi bombati, cofano lunghissimo e paraurti in cui spiccano tre aperture. Lunotto piccolissimo e molto inclinato.


3) Ha le carte in regola per fare la guerra ad Aston Martin DBX, Bentley Bentayga, Lamborghini Urus e Rolls-Royce Cullinan. Pare pensata per il mercato cinese in particolare, dove amano sfoggiare il lusso aggressivo.


4) Progetto 175, la Ferrari Purosangue è lunga 5 metri circa. Si basa su uno space frame in alluminio a motore anteriore.


5) Mistero sui motori. Forse, un V6 ibrido plug-in con batterie ricaricabili, derivato da quello della 296 GTB. E un notevolissimo V12 aspirato da 830 CV.


Chiosa sul 2021 della Ferrari. Alla grandissima, numeri ai massimi storici, superiori ai livelli pre-Covid. Le consegne sono cresciute del 22,3% sul 2020 e del 10,1% sul 2019, arrivando a 11.155 unità. I ricavi volano a 4,27 miliardi di euro (+23,4% sul 2020 e +13,4% sul 2019).



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti