top of page

Incidente in auto abbagliato dal Sole? Omicidio e lesioni stradali

La Cassazione è stata perentoria: chi causa un incidente uccidendo o ferendo gravemente, viene accusato in automatico del reato di omicidio o lesioni stradali, anche se prima del sinistro viene abbagliato dal Sole (sentenza 4155/2023).


I raggi negli occhi, che accecano, non sono una buona scusa, in quanto il guidatore deve provvedere in qualche modo. O usando lenti scure protettive, o cercando di ripararsi con le alette parasole o comunque organizzando una guida il più sicura possibile. Come avviene quando nevica, piove forte, c’è la nebbia. Il conducente ha il dovere di reagire in fretta agli imprevisti.


Nel caso esaminato dai giudici, l’uomo alla guida, in violazione del Codice della Strada, aveva omesso di prestare la dovuta attenzione e di regolare adeguatamente la velocità del veicolo in relazione alle circostanze di luogo: centro urbano fiancheggiato da edifici e con presenza di attraversamento pedonale. Non aveva neppure valutato il meteo (visibilità ridotta per l’abbagliamento causato dal Sole), tamponando un mezzo che si trovava parcheggiato sul lato destro della carreggiata, cagionando lesioni personali.


Cosa diversa se il guidatore fa tutto il possibile per evitare l’impatto: la situazione classica è il pedone che sbuca d’improvviso e viene investito senza che l’automobilista abbia modo di frenare o di evitarlo.


Neppure l'abbagliamento indiretto è una scusa: i raggi del Sole che rimbalzano da un’auto negli occhi del guidatore di un’altra vettura. Né l’abbagliamento dei fari di un mezzo proveniente da direzione opposta. (Cassazione, 42019/2023). Infatti, è responsabile di omicidio l'automobilista che investe un pedone e ne provoca la morte. Irrilevante il fatto che il conducente dia la colpa ai fari di una vettura di fronte. Nel percorrere in orario serale un tratto rettilineo di una strada statale fiancheggiata da abitazioni e caratterizzata da attraversamenti pedonali e segnalazioni di pericolo per il possibile attraversamento di bambini, il conducente aveva investito, in condizioni di visibilità non ottimale ma sufficiente, una persona intenta ad attraversare la carreggiata.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page