top of page

Infotainment sotto accusa

I touchscreen distraggono: pericolo di incidenti gravi secondo l’Euro NCAP



L’ente europeo che testa la sicurezza delle auto nuove, ossia l’Euro NCAP, va all’attacco dei touchscreen. Semplice l’accusa: distraggono il guidatore, che distoglie l’attenzione dalla strada per concentrarsi sul “magico” schermo. Trattasi di tecnologie comunissime nelle vetture moderne, utilizzate dai costruttori anche per “catturare” i giovani, così attratti dagli smartphone. In questo modo, le Case eliminano i tasti fisici e riducono i costi di progettazione dei veicoli. Come persuadere i produttori a dire addio ai display che funzionano col tocco o lo sfioramento? Penalizzando i modelli che affidano le funzioni di controllo a quegli strumenti.

 

Pertanto, oggi un’auto prende cinque stelle nel test se è sicura, sebbene abbia il touchscreen. Domani, la stessa vettura meriterà quattro stelle o anche meno, perché i display sono pericolosi per la sicurezza stradale. Tutto, come sempre, dipende dall’utilizzo che il consumatore fa della tecnologia, ma questo è un altro discorso: per l’Euro NCAP non bisogna indurre in tentazione gli automobilisti. D’altronde, gli stessi guidatori stanno al volante spesso col cellulare in mano, comportamento vietatissimo e che porta a sinistri gravissimi, se non mortali.

 

Matthew Avery, direttore dell'ente, è perentorio: “L’uso eccessivo di queste soluzioni da parte delle Case è un problema per l’intero settore”. Da qui poi si passa all’abuso che i clienti fanno dei touchscreen. “Quasi tutti i produttori di veicoli spostano i controlli chiave sugli schermi centrali, obbligando i conducenti a distogliere lo sguardo dalla strada e aumentando il rischio di incidenti per distrazione. I nuovi test Euro NCAP previsti nel 2026 spingeranno i costruttori a utilizzare controlli fisici separati per le funzioni di base”. Un cambio appunto di valutazione di calcolo di sicurezza di un’auto alla quale il consumatore farà affidamento, se lo vorrà.

 

In futuro, ecco la cinquina di comandi fisici: indicatori di direzione, luci di emergenza, clacson, tergicristalli, chiamata d’emergenza eCall. Si arriva agli estremi, con la Tesla Model 3 che ha l’anima di ogni interazione uomo-macchina nel touchscreen. Selezione della marcia, regolazione degli specchietti retrovisori esterni e climatizzatore gestiti col display. Tutto in realtà comodo e pratico. Ma l’Euro NCAP non ha esagerato? Ci sono statistiche sui sinistri a riguardo? E se si scopre che il cliente si distrae coi tasti fisici, che si fa: addio anche a quelli?

 

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page