MAZDA 2 Hybrid: le due facce delle medaglia

In vendita dal 2022 la versione ibrida della Mazda 2, gemella diversa della Yaris.



Di fatto cambia solo il logo rispetto alla Toyota Yaris, ma consente alla casa di Hiroshima di introdurre in gamma una compatta full hybrid, che affiancherà la Mazda 2 con motore endotermico.


Sotto il cofano della Mazda 2 Hybrid troviamo un propulsore a benzina tre cilindri da 1490 cc, capace di erogare 93 CV, abbinato ad un powertrain elettrico da 59 kW, per una potenza totale di 116 CV.

La trasmissione è affidata ad un'unità e-CVT con variatore.

Un sistema che consente alla compatta nipponica di marciare in sola propulsione elettrica in città, abbattendo totalmente le emissioni, inoltre la partenza avviene sempre il EV.

La coppia è corposa, come su tutte le ibride, mentre le prestazioni sono interessanti, con una velocità di punta di 175 km/h, mentre l'accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 9,7 secondi, non male per una citycar di questa categoria.


La Marza 2 Hybrid offre consumi di tutto rilievo, con una media dichiarata nel ciclo WLTP di 3,8 litri per 100 km, ma chiaramente il dato andrà approfondito quando avremo la vettura in redazione per una prova su strada.

La rigenerazione delle batteria avviene in marcia, in base ai settaggi selezionati, ma anche in decelerazione e

frenata, accumulando l'energia cinetica che viene immagazzinata nelle batterie.


Nessuna novità per quanto riguarda il design rispetto alla cugina Toyota, come del resto le misure, confermando la buona abitabilità rispetto alle dimensioni esterne.



Tre gli allestimenti disponibili: Pure, Agile e Select, che si differenziano fra di loro per ricchezza di dotazioni e finiture. Per tutte i fari Full Led ed i cerchi in lega che variano da 15 a16 pollici e sistema di connettività con schermo touch con Apple Car Play ed Android Auto.



In vendita a partire dai primi mesi del 2022 con prezzi ancora da definire.




0 commenti

Post correlati

Mostra tutti