top of page

Modelli Tesla boom nel mondo... Ma come?

Come fa Tesla a regnare nel mercato automobilistico in tutto il globo? Analizziamo il fenomeno.


Nella classifica delle auto più vendute al mondo nel 2022, domina Toyota. Leader la RAV4, a oltre un milione di unità, però in calo del 10% sul 2021. Medaglia d’argento alla Corolla Sedan, a quota 992.000, tuttavia giù del 10%. E allora, chi sale? La terza, ossia la Tesla Model Y, a 747.000, su del 91%. Un successo straordinario sul globo terracqueo. Di queste, oltre 4 vengono immatricolate in Cina, 3 negli USA e 2 in Europa. Lo evidenzia JATO Dynamics. Come se non fosse già più che sufficiente, la Tesla Model 3 è al decimo posto.


Fra le varie ragioni del successo della Casa americana, l’elevata autonomia delle macchine, piene zeppe di tecnologia. Vetture dal design azzeccato e che ormai fanno status symbol. Decisivi anche i Supercharger. Per restare a casa nostra, con l’apertura di 6 nuove location per un totale di 100 nuovi stalli di ricarica, i proprietari delle vetture partorite dal genio di Elon Musk hanno ora accesso a oltre 10.000 Supercharger in Europa, distribuiti in oltre 30 Paesi e circa 900 stazioni. Un quinto di questi stalli di ricarica è stato costruito nel corso del 2022. Proprio l’anno scorso, infatti, la rete Supercharger è cresciuta più che in qualsiasi altro anno.


Chi compra Tesla ha la certezza della ricarica veloce, trovata al volo con l’app. Il colpo di genio è stato questo: pensare all’infrastruttura prima, poi all’auto. Affinché la vettura sia comoda da usare, pratica quasi come un mezzo a benzina o diesel.


Fra l’altro, il Progetto Pilota per stazioni Supercharger aperte ai veicoli non-Tesla ha continuato a espandersi a nuovi siti e Paesi, in supporto alla nostra missione di accelerare la transizione globale verso l’energia sostenibile: è ora operativo in 14 mercati, per un totale di oltre 320 stazioni e 4600 Supercharger. Stazioni che fanno gola a tutti, chiaramente.


Ad attrarre clienti, anche le statistiche di ricarica nell’app Tesla: aiutano a comprendere meglio il comportamento della tua auto durante la ricarica e come si relaziona ai costi e ai risparmi connessi al pieno. I tempi di rifornimento stimati sono ora più accurati tenendo conto della temperatura del pacco batterie quando l’auto è collegata al Supercharger, o a una colonnina di ricarica di terze parti.


Ha inoltre suscitato scalpore la strategia straordinariamente aggressiva di Tesla di abbassare i prezzi. La Casa di Musk vede tutti dall’alto, grazie a una posizione iper privilegiata: ha enormi margini di profitto su cui lavorare. In più, stupisce gli osservatori e i competitor con continue mosse a sorpresa. Non ultima, la velocità di punta della Model S Plaid: ora schizza a 322 km/h col Track Package. Era limitato a 262 km/h, poi elevati a 282 km/h con l'aggiornamento Track Mode.



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Opmerkingen


bottom of page