top of page

Occhio al ritiro breve della patente

Aggiornamento: 10 apr

Nuovo Codice della strada nel 2024: Allarme patenti.


Il Parlamento discute del nuovo Codice della strada 2024: il disegno legge ha la benedizione del ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini. Ossia Interventi in materia di sicurezza stradale e delega per la revisione delle regole della circolazione, di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, numero 285. La commissione Trasporti alla Camera ha iniziato a votare i primi emendamenti. Novità per chi abbandona animali, con inasprimento delle pene previste all'articolo 727 del Codice penale e con l'introduzione della sospensione della patente dove il fatto sia commesso mediante l'uso di veicoli: stop alla guida da sei mesi a un anno. Sono previste le stesse pene dell'omicidio stradale e delle lesioni personali stradali, senza aggravanti (reclusione da 2 a 7 anni) se i fatti derivano da un incidente stradale provocato da animali domestici abbandonati su strada o nelle relative pertinenze.

 

Come ricorda l’Asaps (Amici Polstrada), che ha esaminato il testo, ci sono novità sulla patente. Per quest’ultima, viene introdotta una disciplina in materia di sospensione, con l’obiettivo di conferire maggiore deterrenza alle sanzioni previste per la violazione delle norme di comportamento alla guida. L’articolo 3, comma 1, inserisce un nuovo articolo 218-ter: sanzione accessoria della sospensione della patente di guida (di durata minima di 7 o 14 giorni o raddoppiata se si provoca un sinistro stradale) per l’ipotesi in cui, al momento dell’accertamento dell’illecito, risulti che il punteggio attribuito alla patente posseduta è inferiore a 20 punti. È la sospensione breve della patente, il ritiro lampo, per qualche giorno. Meno punti hai sulla patente, più i giorni di stop. L’applicazione della sanzione è limitata alla violazione delle norme di comportamento espressamente previste dalla norma.

 

Stando all’Asaps, la sospensione della patente consegue in modo diretto e automatico dalla contestazione della violazione, senza necessità di adozione di ordinanza da parte del Prefetto. In occasione della contestazione immediata di una delle violazioni richiamate, l’operatore di polizia stradale che l’abbia accertata provvede immediatamente al ritiro del documento di guida. Quest’ultimo viene conservato per il tempo della sospensione presso l’Ufficio o Comando da cui egli dipende ed è riconsegnato all’utente al termine del periodo stesso. 

 

La norma prevede, altresì, la decorrenza del periodo di sospensione a partire dal giorno del ritiro della patente. La sospensione si applica ai conducenti che siano stati identificati al momento della violazione. Qualora il ritiro della patente non sia stato effettuato per qualsiasi causa, la norma, in deroga alle previsioni del comma 5, prevede che il periodo di sospensione decorra dalla data di contestazione o notificazione del verbale di accertamento della violazione. 

 

Saranno gli uffici e comandi ad annotare la mini-sospensione all’anagrafe nazionale degli abilitati alla guida. Che accade se guidi mentre la mini sospensione della patente è attiva? Pagamento di una somma da euro 2.046 a euro 8.186. E revoca della patente e fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi o, in caso di reiterazione delle violazioni, confisca amministrativa del veicolo) a chiunque, durante il periodo di sospensione della validità della patente, circoli abusivamente. Le stesse sanzioni sono applicate nei confronti di chiunque, durante il periodo di sospensione della validità della patente, circoli abusivamente avvalendosi del permesso di guida.

 

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page