top of page

Peugeot 408: Proviamo l'ibrida plug-in da 225 cv (Video)

Il nostro primo contatto con la nuova Peugeot 408!


Benzina, plug-in e, prossimamente, anche elettrica. Parliamo della nuova Peugeot 408, che proviamo per la prima volta, in Spagna, nella versione ibrida plug-in da 225 cv nell’allestimento GT.


Peugeot 408: Look


Con un design che definiremmo di rottura, nuova Peugeot 408, nella versione in prova, si mostra in una delle sue grandi novità, ovvero il colore carrozzeria Titanium Grey. Ad esso si affianca anche quello del lancio, che già abbiamo visto nell’anteprima, ovvero il Blu Obsession. Per tutte le altre tinte, compresa la nostra, si viaggia su cifre dai 700 agli 850 euro.


Di rottura, come dicevamo, è quasi il concetto della 408 in sé… Una berlina, rialzata, fastback, che proprio mancava nell’ampia gamma Peugeot. Partiamo a conoscerla, dunque, dalla vista posteriore, che presenta un padiglione spiovente, sormontato da uno spoiler con due appendici aerodinamiche, denominate cat ears, orecchie di gatto. La firma luminosa 3D si distingue rispetto a quella degli altri modelli, in quanto si fa ancora più sottile e affusolata, e, al centro, viene “spezzata” dal logo, posizionato proprio sulla banda nera che la attraversa in tutta larghezza. Notevole la presenza dei paraurti in plastica nera molto pronunciati.



La fiancata si mostra muscolosa e tagliente, con una finestratura che va ad affusolarsi dopo il montante C, indicando che la cosa non sacrificare alcuno spazio per la testa degli occupanti posteriori.

Immancabile, come su nuova 308, lo scudetto posizionato sul passaruota anteriore. Passaruota ampio, protetto da plastica antiurto, che ospita i cerchi in lega che, nella versione in prova, sono i Graphite da 19”, una dotazione di serie per l’allestimento GT, niente male considerando che sulla Allure troveremmo i 17. Devo ammettere, però, che almeno per quanto riguarda l’impatto visivo, preferisco i Monolith da 20”, davvero unici.


Spostandoci al frontale, una cosa che ho notato, ogni volta che Peugeot lancia un nuovo modello, ok il family feeling, ma c’è una costante evoluzione, con linee che si fanno più moderne, più futuristiche, più nette. Basti guardare la mascherina, che qui è totalmente fusa con il resto della carrozzeria, complice anche il fatto che, nell’allestimento GT, sia nella medesima tinta. Subito sotto, troviamo un’ampia bocca, che ospita i sensori dei sistemi di assistenza alla guida e un paraurti ben protetto da queste plastiche nere. Iconica e, oramai, inconfondibile, infine, la firma luminosa, con fari Full Led a matrice attiva.


Peugeot 408: Dimensioni e bagagliaio


Per quanto concerne le dimensioni 408 si posiziona al limite del Segmento C, con 469 cm di lunghezza, 148 cm di altezza, 185 cm di larghezza e 279 cm per il passo. Il bagagliaio con apertura elettro-attuata di serie per la GT, si dimostra piuttosto spazioso, con una capacità che parte da 471 litri, per la versione plug-in, ma ancora un po’ di meno, qualora decidiate di optare per l’impianto audio Focal. Bene la presenza di una botola di collegamento con l’abitacolo.



Peugeot 408: Interni


Gli interni di 408 non sono differenti rispetto a quelli, per esempio, di 308. Con i due display di infotainment e strumentazione, nel nostro caso 3D, da 10”, i-toggle personalizzabili, pulsanti fisici a tastiera, una presa 12V, una USB di tipo C e vano per la ricarica a induzione degli smartphone, tra l’altro abbiamo anche Apple CarPlay e Android Auto wireless. Il volante è ancora quello di piccole dimensioni, multifunzione e riscaldabile.

Riscaldabili e ventilati sono i comodi sedili ergonomici, con regolazioni elettriche, e morbidi rivestimenti in pelle Nappa. I materiali, in abitacolo, sono quasi totalmente soft-touch di ottima qualità, fatta esclusione giusto dei pannelli porta posteriori. Molto belli anche gli inserti e le luci ambientali.



Al posteriore lo spazio abbonda per gambe e testa, solo il passeggero centrale potrebbe trovare un po’ di intralcio per i piedi visto lo scalino centrale. In compenso, non mancano le reti sul retro dei sedili anteriori, due prese USB C, bocchette dell’aria, maniglie e diversi vani.


Peugeot 408: Guida


La versione in prova di Peugeot 408 è quella ibrida plug-in da 225 cv. Una potenza che otteniamo sommando i 180 cv del 1.6 benzina che troviamo sotto al cofano, ai 110 del motore elettrico integrato nel cambio, che è l’imbattibile e-EAT8. Dunque, dicevamo, 225 cv totali e una coppia di 360 Nm. Questo si traduce in buone prestazioni, con un’accelerazione da 0 a 100 coperta in 7,8 e una velocità di punta di 233 km/h, 135 in full electric. Full electric che ci consente, grazie un pacco batterie da 12,44 kWh, di percorrere 65 km a zero emissioni. Un dato molto variabile a seconda di come si sfrutta 408. Tre, dunque, le modalità di guida, che già conosciamo, Sport, Hybrid e Electric.

E per quanto riguarda la ricarica, 408 può essere collegata a un caricatore monofase, di serie, da 3,7 kW (per un tempo di 7 ore su presa domestica standard 8A, la metà su presa potenziata 18A), oppure a quello da 7,4 kW, che permette una ricarica completa in meno di 2 ore.



Peugeot 408: Consumi


Parlando di consumi, non posso definirmi delusa. La media, infatti, rilevata dal nostro computer di bordo è di 4,5 l/100, con un utilizzo in modalità hybrid… Vorrei, però, approfondire l’argomento in una prossima prova prolungata.


Peugeot 408: Sicurezza


Per quanto concerne la sicurezza, 408 si posiziona a un livello 2 di guida autonoma, con ADAS come il cruise control adattivo, il centramento di corsia, il night vision ed il cambio di corsia semi automatico, niente male.



Peugeot 408: Conclusione


Nell’attesa, dunque, di conoscerla più approfonditamente una volta in redazione, posso già trarne le prime conclusioni… Peugeot 408 si è rivelata certamente gradevole, pronta a soddisfare le esigenze dei clienti europei. Le tecnologie sono all’avanguardia, la sicurezza al primo posto. Il piacere di guida è indiscutibilmente un punto di forza, per non parlare dell’aspetto, che già riesce a catturare tutti gli sguardi. Sono curiosa, dunque, di vedere come se la caverà nel nostro mercato, considerando che si sta andando a scontrare con un’agguerrita concorrenza di berline, Suv e crossover… Per questo, non ci resta che aspettare il febbraio 2023.


Peugeot 408: Prezzi


La versione in prova di nuova Peugeot 408, ovvero la plug-in da 225 cv nell’unico allestimento in cui è proposta, ovvero il top di gamma, GT, parte da € 47.700. Nessuna paura, però, perché la gamma, in realtà, parte da € 33.800 per la versione di partenza con il propulsore a benzina, nell’allestimento Allure.


Tre, dunque gli allestimenti: Allure, Allure Pack e GT, e tre i propulsori: i due ibridi plug-in, uno da 225 cv e l’altro da 180, e il benzina PureTech, da 130; tutti rigorosamente abbinati al cambio EAT8 (e-EAT8 per le ibride).


Peugeot 408: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page