Alfa Romeo Tonale Q4 Plug-in: La nostra prova (Video)

Com'è, ma, soprattutto, come va la nuova Alfa Romeo Tonale ibrida plug-in.


Sulla Tonale continuano a brillare i riflettori, non solo perché è la Suv media più innovativa del panorama automobilistico europeo, ma anche perché ha saputo catalizzare su di sé l’interesse e la curiosità di milioni di automobilisti, di cui in molti l’hanno già scelta.


A pochi mesi dalla commercializzazione, ecco che arriva la versione, che, a parer mio, è la più interessante, l’ibrida plug-in con trazione integrale.


Tonale Plug-in: Design


Innovativa è innovativa, ma non solo. Alfa Romeo Tonale ha anche saputo risvegliare l’entusiasmo e scaldare il cuore sportivo di molti alfisti, orfani della Giulietta, ma desiderosi di una Alfa al di sotto della Stelvio... Nel posto giusto, al momento giusto, con una linea che va fiera del suo passato, con numerosi richiami alla storia del Biscione, ma con un netto sguardo al futuro.

In effetti, l’assenza di una media era quanto mai pesante, in un mercato che vede a questo segmento come quello più vivace in termini di vendite.


La personalità è marcata e decisa, partendo dal frontale con i tre elementi che formano la firma luminosa a Led e che ritroviamo anche nel posteriore. I proiettori sono a matrice attiva per un’eccellente luminosità, ma l’aspetto più evocativo è l’enorme scudo, con la classica trama a nido d’ape sportiva, dove al centro è celata la telecamera anteriore.

Nonostante parliamo di una Suv, il paraurti non è sporcato da nessuno skidplate, ma si è preferito lasciarlo sportivo e molto simile a quello di Stelvio Quadrifoglio.



La fiancata è sinuosa, con fianchi muscolosi. I passaruota sono ampi ed ospitano cerchi in lega da 19 pollici con i cinque fori tipici, che fanno intravvedere le pinze rosse Brembo, che partono da 18 pollici per la Super, nonché la versione di accesso.

La distribuzione dei volumi è ottimale, con un cofano lungo ed una abitacolo ben proporzionato, con il padiglione tipicamente alfa e la terza luce che si innalza. Il montante C è inclinato con un grade spoiler sull’estremità. Molto bella la bandella tricolore sullo specchietto.


Le misure sono rispettivamente di 453 di lunghezza, 184 cm di larghezza, 160 cm d'altezza e 263 cm di passo.

La piattaforma non è la Giorgio, bensì quella condivisa con Compass e 500X.


La vista posteriore è dominata da gruppi ottici orizzontali che proseguono per tutta la larghezza e sono interrotti al centro dal logo. La tecnologia è a Led, con la firma luminosa che riprende quella del frontale.

Lo script "Tonale" riprende i caratteri tipici Alfa, mentre anche qui domina la sinuosità e la pulizia, pertanto nessuno scalino tra portellone e paraurti.

La targa è spostata in basso mentre la parte inferiore dello scudo è protetta da un grande elemento nero che ingloba lo skidplate in uscita, mentre ai lati troviamo due grandi elementi tringolari che ricordano gli scarichi, che sono nascosti. Il lunotto è molto inclinato con la parte inferiore che crea uno spigolo che ricorda la Brera.



Tonale Plug-in: Bagagliaio


L’apertura del bagagliaio è affidata ad un sistema elettrico, che ci consente di accedere ad un vano molto capiente, con una bocca di accesso regolare con la soglia bassa.

La nostra plug-in perde 50 litri, per l’alloggiamento delle batterie, infatti sotto il piano abbiamo solo un piccolo scomparto dove riporre i cavi di ricarica. Le finiture sono in moquette e sono presenti numerosi ganci, una presa a 12 Volt e 2 punti luce a Led.


La capacità parte da 450 litri e può raggiungere i 1.500 abbattendo gli schienali suddivisi in 40 e 60 e con la comoda presenza di una botola di collegamento.


Tonale Plug-in: Abitabilità posteriore


Dietro si viaggia comodamente in tre adulti, con un tunnel alto ma stretto, dunque spazio per le gambe garantito.

La seduta è comoda e non molto sagomata, per consentire anche chi siede al centro di avere la giusta comodità. Ci sono tasche nei pannelli porta e nel retro degli schienali, mentre nel tunnel trovano spazio due bocchette dell’aria e due prese USB, una C ed una A.



Tonale Plug-in: Posto guida


Accedendo a bordo della nuova alfa Romeo Tonale, si viene avvolti in un ambiente estremamente rievocativo della storia del Biscione, ma senza rinunciare ad ergonomia e digitalizzazione.


Le sedute sono comode e dal design sportivo, con il logo ricamato sul poggiatesta. I fianchi sono contenitivi e tutte le regolazioni elettriche, con tre memorie; in più, troviamo il riscaldamento e la ventilazione.


La plancia rappresenta il giusto mix tra storia e funzionalità, se da un parte il quadro strumenti a cannocchiale e le bocchette tonde sanno di Alfa, altri elementi guardano al futuro, come la grande fascia illuminata con 4 tonalità di colore ambientale.



Le finiture ed i materiali sono di ottima qualità, con numerose plastiche soft touch nelle zone superiori.

Il volante è tipico, con una corona circolare ed il tasto di accensione in stile manettino, mentre i paddle al volante sono in alluminio, una vera chicca.


La strumentazione totalmente digitale è da 10,25 pollici ed è configurabile su tre grafiche, di cui la più interessante è quella che ricorda le Alfa del passato, contachilometri e cifre comprese.


Il sistema di connettività è affidato ad uno schermo touch da 12,3 pollici, un dispositivo sviluppato in collaborazione con Android Automotive, che consente la condivisione wireless con Apple CarPlay ed Android Auto. Il dispositivo è connesso con servizi Google ed aggiornabile over the air, con una grafica composta da widget che consentono di creare le schermate a piacimento. Qui, è possibile navigare on line con la ricerca in tempo reale di punti di interesse e meteo.

Il sistema vocale intelligente è di Alexa, mentre la telecamere sono multi inquadratura con quella a 360 gradi.



Il tunnel è dominato dalla leva del cambio, bella, ma avrei preferito un job stick ad impulsi elettrici, davanti abbiamo una grande piastra per la ricerca del cellulare, che può ospitare anche gli smartphone più grandi, qui ci sono due USB una C ed una A ed una presa a 12 V. Ben raggiungibile il rotore del DNA. Bella infine la piccola bandiera italiana sul tunnel.


Tonale Plug-in: Motore e prestazioni


La nuova Alfa Romeo Tonale, con la plug-in hybrid a quattro ruote motrici Q4, trova la sua massima espressione, con un sistema ereditato da Jeep, ma con le giuste personalizzazioni che la rendono prestazionale e sportiva.


Partiamo da motore, si tratta del 4 cilindri T4 da 1,3 litri sovralimentato che da solo sviluppa 180 cv. A questo si aggiunge un motore elettrico a magneti permanenti da 90 kW sul posteriore ed uno da 33 kW sull’anteriore, per un totale di 280 cv di potenza.



Tutto questo si traduce in prestazioni davvero entusiasmanti, con uno 0 a 100 in soli 6,2 secondi, ma la cosa che maggiormente colpisce è la coppia di 270 Nm sul motore anteriore e 250 per quello sull’asse posteriore, erogati con una progressione quasi da sportiva, infatti il motore elettrico contribuisce corposamente a fornire uno spunto ed una elasticità notevoli.


Tonale Plug-in: Trazione Q4


La trazione posteriore è garantita dal motore elettrico che fornisce trazione, dunque in marcia 100% elettrica la Tonale marcia in trazione posteriore, mentre l’anteriore termico subentra in condizione d bassa aderenza fornendo un 4x4 vero e proprio con distribuzione automatica della coppia per assicurare il massimo grip.


Chiaramente non mancano neppure le funzioni del DNA che agiscono sulla risposta del motore, sterzo e anche sulle sospensioni, che nel nostro esemplare sono a controllo elettronico, spettabili su Confort oppure su Sport, con una architettura moto raffinata che prevede un MacPherson sull’anteriore ed un Multilink sul posteriore.


L’impianto frenante che sulla nostra plug-in utilizza sul davanti dischi autoventilati, ha in dotazioni pinze Brembo a 4 pistoncini, che rendono gli spazi di arresto e la modularità ottimale, anche in presenza del sistema rigenerativo.



Tonale Plug-in: Batteria e ricarica


Le batterie da 15,5 kWh consentono un’autonomia in full electric per ben 80 km, una delle migliori della categoria, per una velocità massima di 206 km/h, con una ricarica completa con tensione da 7,4 kW in solo 2 ore.


Molto bene lo sterzo, estremamente preciso e variabile in base alla velocità, anche qui regolabile attraverso il DNA, ma denuncia una certa leggerezza, forse eccessiva.


Tonale Plug-in: Consumi


I consumi sono in linea con le prestazioni e la categoria della Tonale, con una media da computer di 6 litri per 100 km, ma in ibrido il consumo scende a poco più di un litro.


IL DNA è stato regolato appositamente per questo modello, con la possibilità di viaggiare in 100% elettrico, oppure ibrido, dove la transizione tra termico ed EV avviene in automatico.


Tonale Plug-in: Sicurezza


La Tonale è una vettura con un livello di guida autonoma 2, con un pacchetto ADAS completo, ma per questo vi rimando alla prova approfondita che vedrete prossimamente sul canale.


Dunque la Tonale Q4 Ibrida Plug in si pone al vertice della gamma, con soluzioni raffinate e prestazioni di livello, ma con una personalità molto marcata.

Tonale Plug-in: Prezzo


La nuova Tonale Q4 ibrida Plug-in è disponibile in due versioni: Veloce da € 55.900 e Edizione Speciale da € 51.600.


CONFIGURA ALFA ROMEO TONALE PLUG-IN HYBRID

Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Tonale Plug-in: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti