• Marcelo A. Poblete

BMW iX: la rivoluzione inizia da qui (Video)

Abbiamo provato in anteprima la nuova BMW full electric iX 50. L'auto della nuova era.



BMW ci ha abituati da tempo a scelte a dir poco scioccanti, vi ricordate la serie 7 di Chris Bangle? Oppure la prima X5? E come dimenticare la X6...


Insomma, ciclicamente BMW ama rimescolare le carte e creare nuovi segmenti e tendenze, che puntualmente fanno discutere, anche animatamente, ma che nel tempo si sono rivelate vincenti, al punto che gli altri possono solo seguire e imitare.


Anche in questo caso siamo di fronte ad una vera e propria rivoluzione... Lo so i commenti saranno infuocati e non sempre gentili, ma di questo BMW sa farsene una ragione, ovvero quella di chi sa di aver fatto parlare di sé, nel bene e nel male, ma soprattutto di aver stabilito un nuovo obbiettivo di stile e tecnologia che i competitors potranno solo tentare di eguagliare.


BMW iX: Design e dimensioni



Grande è grande, anzi quasi mastodontica, con le sue misure da highways americane, infatti la lunghezza è di 595 cm, l’altezza di 170 ed il passo di tre metri secchi, anche la larghezza è importante con quasi due metri, insomma, un’auto che vedremo poco spesso nelle viuzze di qualche centro abitato.


Ma iniziamo con il suo biglietto da visita, il frontale, massiccio ed imponente, con i proiettori con tecnologia al laser, ancor più efficaci, ed il doppio rene esteso all’estremo ma senza alcuna apertura, poiché parliamo di due protezioni che celano all’interno tutti i sistemi di sicurezza ADAS, dai radar ai sensori alle telecamere; queste ultime dotate di un dispositivo di pulizia a spruzzo, inoltre vi è un sistema di riscaldamento per proteggere i dispositivi dalle basse temperature.


Bocche enormi che servono a raffreddare - in parte - le batterie, ma la funzione più importante è di carattere aerodinamico, infatti, in BMW hanno lavorato attentamente su questo aspetto, perché miglior aerodinamica significa minor consumo delle batterie, tradotto maggior autonomia.


Lo scudo può variare in base agli allestimenti, ma un'interessante curiosità riguarda il materiale composito con cui è realizzato il doppio rene, che contiene polimeri a nanotecnologia che si rigenera in caso di graffio, anche profondo.

Ed ecco che troviamo un dettaglio non da poco, il cofano non è apribile; si può accedere solo al tappo di rabbocco del liquido vetri, celato sotto il logo.


Fiancata scolpita e con parafanghi muscolosi a tema geometrico, che incorniciano i cerchi da ben 22 pollici, ma nel nostro esemplare dotato di coperture invernale, il diametro è da 21 pollici.

Il padiglione robusto ma anche una superficie vetrata ampia per garantire una buona visibilità, anche se il montante C resta massiccio, ma a questo viene in aiuto il sofisticato sistema di telecamere con ricostruzione virtuale del veicolo e realtà aumentata.


Il volume posteriore si caratterizza dalla pulizia delle linee, che vengono segnate dai gruppi ottici Full Led dinamici ad andamento orizzontale.

Anche qui lo scudo cambia in base agli allestimenti e la camera è dotata di sistema di pulizia a spruzzo.


BMW iX: Bagagliaio e abitabilità



L’apertura del bagagliaio è totale, con comando elettro-attuato con un vano estremamente regolare e con il piano a livello. Eccellenti le finiture e la capacità che varia dai 500 litri doppiofondo compreso ai 1750 abbattendo gli schienali con un dispositivo elettrico su tre livelli.


Aprendo le porte scopriamo una delle caratteristiche che rendono unica la nostra iX, la scocca in materiale composito. La fibra di carbonio è a vista, un vero capolavoro che, ovviamente, ha la funzione di irrigidire, alleggerire e rendere più resistente la scocca, appunto, proteggendo non solo i passeggeri, ma anche le batteria in caso di urto.


L’abitabilità è uno dei punti di forza della nuova BMW iX, grazie al pianale nato per supportare l’elettrico e le batterie, ha un pavimento piatto che consente spazio infinito per le gambe dei passeggeri. Sedili conformati per accogliere tre passeggeri e confort oltre ogni limite, con comandi indipendenti del clima, prese USB e bocchette aria. Le porte si aprono a pulsante.


BMW iX: Interni



Quando si accede ad una elettrica come la BMW iX, la prima sensazione è quella di avere un’estrema ariosità e spazio, nel nostro caso sparisce il tunnel e regna il minimalismo, con elementi che riportano al design d’arredo.


Partiamo per ordine, cominciando dai doppi vetri senza cornice, tipici di una coupé, per accedere in un ambiente ricercato ed impreziosito dai numerosi dettagli in cristallo. Qui è tutto a sfioramento e l’utilizzo di materiali sofisticati e tecnologici, rende l'idea di una concept.


Le sedute sono straordinariamente comode, ma forse troppo morbide a discapito del contenimento, ma qui parliamo di confort elevato. Comandi elettro-attuati, massaggio e condizionamento, questi gli ingredienti per una vita a bordo unica.


La plancia è minimalista, forse troppo, qui troviamo il volante esagonale, riscaldato a comando elettrico, ma con pochi tasti, infatti tutto si può azionare grazie al dispositivo vocale o dal classico iDrive giunto al sue ottava evoluzione. I due mega schermi curvi, che tengono tutto sotto controllo, sono organizzati come app e si connettono in maniera wireless con Apple CarPlay ed Android Auto, ma non finisce qui, il navigatore riportato anche sull'head up display enorme ha la realtà aumentata, un sistema simile a quello adottato da Mercedes, che si serve delle telecamere in tempo reale con pittogrammi che indicano il percorso.

Qui possiamo tenere sottocchio tutte le funzioni dedicate dall' elettrico con diverse personalizzazioni in base a settaggi di guida o semplicemente i vostri gusti.

Dunque si può variare da Personal, Sport ed, infine, Efficient mode.


La iX è dotata di un sistema di telecamere che tengono sotto controllo anche l’abitacolo, non solo per farsi dei selfie, ma anche per controllare se avete dimenticato qualche cosa a bordo o in caso di furto. Ah dimenticavo, qui tutto è connesso e condivisibile con l’app che potete utilizzare anche come chiave.


BMW iX: Guida



Alla guida la BMW iX sorprende, perché, nonostante le misure big size, è inaspettatamente stabile grazie al baricentro basso dovuto alle batterie posizionate sul fondo vettura. La silenziosità ed il confort sono elevati, grazie alle sospensioni pneumatiche attive ad aria, il multi link posteriore ed il multi-braccio anteriore, che assorbono ogni fondo stradale, mantenendo la vettura livellata e, nonostante le misure, abbattendo il rollio grazie alle barre attive.

Lo sterzo a controllo elettronico è preciso e progressivo.


BMW iX: Batteria, ricarica e autonomia


Iniziamo dunque a scoprire cosa muove la nostra BMW iX, ovvero un sistema di powertrain, due per la precisione, che adottano una nuova concezione, spariscono i magneti permanenti e la coppia diventa ancor più fluida grazie al sistema innovativo ed unico tra le auto elettriche.

Il tutto viene alimentato da un pacco batteria a celle agli ioni di litio da 111,5 kWh, con sistema a 400 V che può essere ricaricata in corrente continua fino a 200 kW.

Ma va necessariamente ricaricata in colonnina, perché da casa non vi bastano 2 giorni, 11 ore con 22 kW, mentre serve 1 ora e mezza con corrente continua a 50 kW, ma se avete nelle vicinanze una carica ultrarapida HPC, qui servono poco più di 30 minuti.


L'esemplare in prova, dunque la 50, ha un’autonomia dichiarata in ciclo WLTP che varia dai 550 ai 630 km, ma qui il dato è soggettivo ed è variabile in base a numerosi parametri, infatti, la temperatura esterna, l’altezza e la velocità possono influire negativamente sul dato finale.


Ottimi i sistemi di rigenerazione che agiscono attraverso il pedale del freno oppure in modalità B, ovvero il one pedal, che rilasciando l’acceleratore tende ad rallentare la vettura fino al suo arresto rigenerando le batterie, al punto da accendere i fari dello stop, insomma si guida con un solo pedale.


BMW iX: Prestazioni



La coppia come vi dicevo è estremamente vigorosa, da sportiva di razza, anche se sviluppata nel silenzio più assoluto, ben 765 Nm praticamente da subito e prestazioni da brividi.

200 km/h di velocità di punta autolimitata per non stressare le batterie ed un’accelerazione da 0 a 100 in poco più di 4 secondi.

Questo è il risultato dei due powertrain elettrici capaci di sviluppare 523 cv complessivi, suddivisi in 272 sull’anteriore e 240 sul posteriore.

Chiaramente entrambe i motori offrono trazione, dunque un’integrale pura che può contare anche sulle ruote sterzanti posteriori.


Franata eccellente, con dischi di diametro generoso, 380 mm nell’anteriore con pinze a 4 pistoncini e 340 nel posteriore.


BMW iX: Sistemi di assistenza alla guida


La BMW iX rientra a pieno titolo nella guida autonoma di livello 2, con ADAS di ultima generazione tarati alla perfezione, nessuna incertezza e tutto agisce in maniera assolutamente intelligente.

La lista è pressoché infinita, ma va segnalato il mantenimento attivo di corsia, il Cruise Control adattivo con Start&Stop, la frenata assistita di emergenza anche in retromarcia con riconoscimento pedoni, biciclette e cartelli stradali.


BMW iX: Video



BMW iX: Scheda tecnica





0 commenti

Post correlati

Mostra tutti