• Marcelo A. Poblete

Dacia Sandero Streetway 2021: recensione e prova dell'auto più economica del mercato (Video)

L'auto più economica del mercato è la Dacia Sandero Streetway, con un prezzo base di 8.950 euro, ma i contenuti sono pari a quelle di auto ben più costose. Ve la raccontiamo in questa recensione.



Dal lancio di Logan, nel 2004, il brand Dacia ne ha fatta di strada. La berlina economica realizzata con componenti Renault di una o due generazioni precedenti si è trasformata in una world car dal look e dai contenuti sempre più curati. Dal solo modello con la coda, Dacia Logan si è poi “sdoppiata” nella versione 5 porte chiamata Sandero, a sua volta evolutasi con la gettonatissima variante rialzata Stepway. Il risultato? Dal 2017 Sandero è l’auto più venduta in Europa ai clienti privati. E non provate a chiamarla low-cost!


Dacia Sandero 2021: doppia anima


Tante le novità della terza generazione di Dacia Sandero, a cominciare dal look, vagamente ispirato a quello della nuova Clio da cui l’auto, come vedremo più avanti, deriva. Due le versioni: Streetway, ovvero una classica berlina cinque porte, e Stepway, quest’ultima caratterizzata da un look da crossover grazie all’assetto rialzato di 41 mm (per un’altezza da terra di 174 mm) dettagli specifici come le protezioni in plastica nera, i paraurti dal disegno dedicato, gli skid-plate grigi e la calandra con inserti satinati.


In generale, Sandero matura nei dettagli (come le ruote a filo carrozzeria e le cornici dei finestrini che terminano in corrispondenza dei vetri) e guadagna un aspetto generale più robusto (basta guardare le larghe “spalle” in corrispondenza dei passaruota posteriori, un aspetto che tradisce la parentela con la nuova Renault Clio) e un’aerodinamica più curata. Un tocco di hi-tech lo danno i gruppi ottici, grazie alla firma luminosa a LED con forma a Y (di serie) che viene ripresa anche nella grafica dei fanali posteriori (alogeni ma caratterizzati da un diffusore che imita l'uniformità dei LED) e alla tecnologia a LED per gli anabbaglianti, sempre di serie.


Dacia Sandero 2021: dimensioni, bagagliaio e abitabilità


A dispetto dello stile più fluido e aerodinamico, le dimensioni variano di poco rispetto al modello uscente: la lunghezza sale di un paio di centimetri (408 cm per Streetway e 409 cm per Stepway), mentre la larghezza aumenta di ben 12 centimetri, per un totale di 184 mm. Sandero è anche più bassa di 2 cm (149) di altezza (1.535 mm di altezza) e ha un passo di 260 cm.


I sedili posteriori si abbattono con frazionamento 40/60 e il bagagliaio cresce fino a 410 litri, con tanto di doppio fondo: un valore sufficiente per rendere Sandero l’unica auto per molte famiglie. Una piccola caduta di stile è l'assenza del rivestimento integrale per la parte interna del portellone, al contrario fa piacere trovare i fianchetti del vano bagagli rivestiti in moquette. Tanto lo spazio per i chi siede dietro, con 42 mm in più per le gambe.


Senza dimenticare i 21 litri in più ricavati nei vani portaoggetti, tra cui quello sotto al bracciolo centrale. Anche chi siede davanti avrà di che gioire: i sedili hanno un miglior sostegno, il volante si regola in altezza e anche in profondità e il servosterzo ha ora un’assistenza variabile al 100% elettrica, per un minor sforzo nelle manovre ma anche una migliore precisione alle alte velocità. Furbi alcuni accessori come il gancio sulla plancia in cui poter appendere una borsa.


Dacia Sandero Streetway 2021: interni e infotainment


Gli interni sono stati totalmente ridisegnati all’insegna della qualità percepita, che cresce notevolmente. Resta, tuttavia, l’aspetto semplice e robusto, fatto per durare nel tempo. Arrivano nuovi inserti, tra cui quello in tessuto sulla plancia, e comandi fisici dal feedback molto gradevole, nonché un sistema di infotainment rinnovato e posizionato più in alto.


A proposito di infotainment, grande novità di Sandero è la possibilità di scegliere tra tre opzioni: il Media Control, di serie dalla Essential, offre un supporto per smartphone con presa USB, comandi al volante e un’app gratuita che trasforma il proprio telefono nel sistema di intrattenimento, semplice ma efficace. Di serie dalla Comfort c’è il Media Display, uno schermo touch da 8 pollici con menu semplici e intuitivi e compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.


E poi c’è il Media Nav, che aggiunge il navigatore connesso e la compatibilità wireless per i protocolli Apple CarPlay e Android. Il display ha una finitura opaca che non trattiene le ditate: la risoluzione e la reattività sono migliorabili, ma visto il prezzo non ci si può lamentare. C'è tutto quel che serve. Per tutte c’è una semplice strumentazione analogica con display monocromatico da 3,5 pollici al centro: il computer di bordo si gestisce tramite i pulsanti al volante e offre le informazioni essenziali per la guida.


Prova Dacia Sandero Streetway: una Clio 5 sotto mentite spoglie


Nuova Sandero promette grandi passi in avanti sotto il profilo della dinamica di guida: questo grazie alla piattaforma CMF-B di Groupe Renault, la stessa dell’attuale generazione di Renault Clio e Captur. Un’architettura modulare che porta con sé una dinamica di guida e un impianto elettrico e software al passo coi tempi.


Lo sterzo, ora dotato di un meccanismo di servoassistenza 100% elettrica, è più preciso alle alte velocità ma resta tarato in modo da essere il più morbido e leggero possibile nelle manovre cittadine. Convince anche l’assetto, morbido il giusto per assorbire senza patemi d’animo le buche e il pavé cittadino, ma al contempo non troppo incline al rollio quando si forza l’andatura. Lo schema sospensivo è semplice ma efficace per l’utilizzo a cui è destinata la vettura: uno pseudo MacPherson all’anteriore e un ponte semi-rigido al posteriore.


Nuova Sandero monta motori di ultima generazione, tutti omologati Euro 6D: si parte con il 1.0 SCe da 65 CV aspirato con cambio manuale a 5 rapporti (non disponibile su Stepway), passando per il 1.0 turbo TCe da 90 CV, associato ad una trasmissione manuale a 6 rapporti oppure ad un cambio automatico CVT. Il top di gamma, e forse la motorizzazione più interessante per l’Italia, è il 1.0 TCe turbo GPL da 100 CV, abbinato al cambio manuale a 6 rapporti. Questa versione monta un impianto a gas montato in fabbrica, con 40 litri di serbatoio toroidale che si aggiungono ai 50 litri della benzina per un’autonomia totale di 1.300 km.


Dacia Sandero Streetway TCe 90: come va su strada con il motore giusto


Per la nostra prova di lunga durata di Dacia Sandero Streetway abbiamo scelto la versione probabilmente più gettonata (insieme al GPL): la TCe da 90 CV abbinata al cambio manuale. Il motore 3 cilindri eroga 90 CV di potenza a 5.000 giri e una coppia di 160 Nm a partire da 3.750 giri/minuto.


Complice un peso ridotto – 1.052/1.072 kg a secco in base agli allestimenti – l’auto si muove con disinvoltura, con una risposta abbastanza brillante al pedale dell’acceleratore, a patto che restiate sopra i 2.000 giri. Sotto questa soglia, infatti, la taratura dei rapporti vi obbligherà a scalare di una marcia per ottenere una spinta soddisfacente.


Il propulsore è elastico quanto basta per districarsi senza problemi tanto nel traffico cittadino quanto nelle arterie a scorrimento veloce: il caratteristico “frullare” del tre cilindri si sente a malapena nell’abitacolo, al contrario del rotolamento degli pneumatici: l’insonorizzazione, rispetto alla Clio da cui deriva, è migliorabile, ma stiamo parlando di un’auto decisamente più economica.


In generale le prestazioni convincono, con una velocità massima di 178 km/h e un’accelerazione 0-100 km/h coperta in 11,7 secondi. Il cambio, una nuova unità a sei rapporti, è abbastanza preciso e gode di una frizione morbida, ma la leva ha una corsa forse un po’ troppo lunga e manca quella "solidità" vista invece sulla "cugina" Clio. Da qualche parte, dopotutto, si doveva risparmiare.


A livello di consumi, Dacia Sandero Streetway TCe 90 con cambio manuale replica la buona efficienza di Clio: nella nostra prova di lunga durata, svoltasi alternando percorsi urbani (50%), extraurbani (10%) e autostradali (40%), abbiamo registrato una media di 7 litri di benzina per 100 km. Un valore molto variabile in base al vostro stile di guida, come del resto accade per i moderni 1.0 turbo 3 cilindri.


Dacia Sandero Streetway: prezzi e dotazione


La dotazione tecnologica di Dacia Sandero è stata adattata alle richieste dei clienti in questa fascia di prezzo, nulla di più nulla di meno: tra gli optional figurano i sensori di parcheggio, il sensore pioggia, la retrocamera, il climatizzatore automatico, l’accesso Keyless, il freno di stazionamento elettrico e, prossimamente, anche il tetto panoramico apribile elettricamente e i sedili anteriori riscaldati.


Sandero era l’auto più economica del mercato e lo rimane ancora oggi, nonostante le tante novità introdotte: si parte da 8.950 euro per la versione Streetway. La gamma di Streetway si articola sugli allestimenti Access, Essential e Comfort. Access rinuncia ai paraurti verniciati e al climatizzatore ma offre di serie fari full LED, vetri anteriori elettrici, chiamata di emergenza e computer di bordo. Il nostro allestimento top di gamma Comfort, abbinato al motore 1.0 TCe 90 CV e al cambio manuale, parte da 12.300 euro e offre di serie climatizzatore manuale, copricerchi cerchi Flexwheel da 15 pollici, infotainment Media Display da 8 pollici, cruise control, volante multifunzione in pelle regolabile in altezza e profondità, specchietti regolabili e richiudibili elettricamente, sensori di parcheggio posteriori, fari fendinebbia e sedili comfort.


Gli optional costano poco e molti sono raggruppati in pacchetti che aumentano il vantaggio cliente: il colore Blu Iron costa 610 euro, i cerchi in lega da 16 pollici Amaris 350 euro, il Pack City Plus (retrocamera, sensori di parcheggio anteriori e sensore angolo cieco) 450 euro, il Pack Techno (Keyless Entry, sedile conducente regolabile in altezza, freno di stazionamento elettrico e bracciolo anteriore con vano portaoggetti) 250 euro, il navigatore con cartografia italiana 200 euro: in totale, l'esemplare in prova richiede di staccare un assegno di 14.530 euro, pari al prezzo d'attacco della maggior parte delle concorrenti nel segmento B. E per la versione 1.0 TCe GPL 100 CV bastano 500 euro in più.


CONFIGURATORE DACIA SANDERO STREETWAY 2021


Voi cosa ne pensate della nuova Dacia Sandero Streetway? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Dacia Sandero Streetway 2021: video prova



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti