• Redazione

Ford Mustang Mach-e vs Mercedes EQA: il super confronto tra Suv elettrici (Video)

Volete un SUV elettrico e potete spendere tra i 60 e i 70.000 euro? Ford Mustang Mach-E e Mercedes EQA potrebbero fare al caso vostro.



State cercando un'auto spaziosa per famiglia e attrezzature sportive; la volete elettrica perché siete attenti all’ambiente ma anche perché potete caricarla a casa facilmente grazie al fotovoltaico? O perché l’elettrico dà quella spinta immediata sconosciuta alle auto termiche tradizionali?

In più, il vostro budget è piuttosto alto, cercate qualcosa tra i 60 e i 70.000 euro...


In tal caso, i due protagonisti di questa prova potrebbero fare al caso vostro: Ford Mustang Mach-e o Mercedes EQA, due modi completamente diversi di intendere il concetto di SUV elettrico Premium.


Mach-e vs EQA: Design


Entrambi esprimono al meglio la filosofia stilistica dei rispettivi marchi. Ford, furbamente, sfrutta l’appartenenza alla famiglia Mustang per sfoggiare un design quasi totalmente derivato dalla muscle car a benzina. Mercedes, invece, ha scelto di adattare le forme rassicuranti di GLA al linguaggio hi-tech del marchio EQ.


Una Mustang elettrica può suonare come un’eresia, su questo siamo tutti d’accordo, ma non trovate che le linee tipiche della coupé americana si abbinino perfettamente al concetto di SUV sportivo? Il cofano è lungo, il tetto scende in prossimità della coda, i fari anteriori e posteriori richiamano l’iconica firma luminosa della Pony car per eccellenza. A noi piace un sacco, e a voi?



Beh, per EQA vale una filosofia completamente diversa, con un look raffinato e moderno, grazie a dettagli come la calandra chiusa in nero lucido, o i nuovi proiettori con inserti blu e una luce diurna che si estende a tutta larghezza, davvero scenografica. Pulito e minimal il posteriore, che si vede attraversato dalla luce di posizione a tutta larghezza, concetto che ritroveremo pressoché in tutti i modelli a zero emissioni del brand.



Mach-e vs EQA: Interni


Mustang Mach-E non nasconde certo la sua ambizione di diventare la vera alternativa a Tesla Model Y, dunque rinuncia a gran parte dei tasti in favore di un abitacolo essenziale e digitale. Anche in Mercedes, in realtà, hanno cercato di ridurre al massimo i pulsanti fisici, ma resta comunque un’ampia scelta di modalità con cui interfacciarsi al raffinato infotainment.


Le finiture di Mustang sono meno ricercate di quelle di EQA, ma comunque gli assemblaggi sono curati e piace questa commistione tra il minimalismo dell’interfaccia e i diversi materiali accostati tra loro in modo sapiente. I sedili sono belli da vedere, ma troppo morbidi per un’auto con prestazioni così elevate.



La plancia di EQA non si distacca dagli stilemi visti sulla termica da cui nasce, GLA, ma mi piacciono molto i dettagli, come l’inserto retroilluminato davanti al passeggero anteriore. Indiscutibile la qualità generale degli interni Mercedes, con sedili rivestiti in pelle bianca con cuciture e dettagli blu.


Mach-e vs EQA: Dimensioni, bagagliaio e abitabilità


Prezzi simili, come vedremo più avanti, segmenti diversi. Mustang è un D-SUV nato tra l’altro su una piattaforma ottimizzata per sfruttare al massimo gli ingombri ridotti dei motori elettrici, mentre Mercedes appartiene al segmento C e si serve di un’architettura derivata da quella di un’auto termica.


Mustang propone 5 porte e cinque posti in un’auto lunga 471 cm, larga 188 cm, alta 159 e con un passo di ben 298 cm. L’architettura elettrica dedicata, inoltre, ha permesso di ricavare tanto spazio sia in lunghezza sia in altezza, anche per chi è più alto della media. Il bagagliaio ha una forma regolare e 402 litri di capacità, a cui si aggiunge un comodo pozzetto anteriore in cui riporre i cavi di ricarica.


Le dimensioni di EQA, come anticipato, sono più compatte rispetto a quelle di Mustang, con una lunghezza di 446 cm, un passo di 273 e una larghezza di 183. L’altezza, invece, è superiore, misura precisamente 162 cm, per questo in abitacolo abbonda lo spazio per la testa degli occupanti, anche per i più alti. Il bagagliaio ha una capacità che parte da 340 litri, ma comunque, abbattendo gli schienali dei sedili posteriori frazionati in 40:20:40, cresce fino a 1.320.


Mach-e vs EQA: Infotainment


Entrambi i contendenti puntano su sistemi connessi e intelligenti, al servizio delle esigenze degli automobilisti elettrici.


Il SYNC 4 di Ford compie un notevole passo in avanti rispetto al già ottimo SYNC 3 in termini di grafica e contenuti. Ci sono il navigatore connesso che basa le sue indicazioni sulla disponibilità di colonnine di ricarica, calcolando l’autonomia in modo intelligente anche in base alle variazioni di percorso e temperatura esterna. Ci sono poi Apple CarPlay e Android Auto wireless.


Il sistema di infotainment di Mercedes EQA è l’MBUX con doppio display da 10,25 pollici ereditato da quello di EQC, con informazioni specifiche per la guida elettrica. Nel display centrale, il menu EQ accoglie la ricerca delle colonnine e la navigazione ottimizzata per sfruttare i punti di ricarica lungo il percorso, con informazioni aggiornate in tempo reale in base al traffico e allo stile di guida. Presente anche la gestione remota della climatizzazione e della ricarica tramite l’app Mercedes Me. Ma Apple CarPlay e Android Auto rimangono un optional.


Mach-e vs EQA: Motore


Uno punta sulle prestazioni, l’altro sull’efficienza, ma nessuno vi farà rimpiangere i motori a scoppio.


Mach-E si guida che è una meraviglia. La potenza è ben distribuita sulle quattro ruote e c’è sempre tanta coppia a disposizione (580 Nm massimi) per incollarci sullo schienale ad ogni accelerazione. La velocità massima è autolimitata a 183 km/h mentre lo 0-100 viene coperto in 5,1 secondi.

E poi c’è la dinamica di guida: il baricentro è ribassato a causa del peso della batteria concentrato nella parte bassa del pianale, dunque l’auto è piatta e si corica poco in curva, ovviamente in relazione ai 2.182 kg di massa in ordine di marcia.

Di norma la trazione è posteriore, dunque ci si diverte di più in uscita di curva, con la sicurezza di avere comunque, all’occorrenza, anche l’asse anteriore a rendere l’auto più stabile, specialmente quando il fondo è scivoloso. Le sospensioni sono raffinate grazie al multilink a cinque bracci al posteriore, anche se mancano gli ammortizzatori a controllo elettronico, riservati alla GT.


Infine, tre sono le modalità di guida: Active, con un’erogazione lineare per la vita di tutti i giorni, Whisper per ottenere un’erogazione ancora più morbida e consumi più bassi, e Untamed, che libera questo cavallo di razza a batteria fornendo la massima potenza istantanea.


Tra i difetti, ma parliamo proprio del classico pelo nell’uovo, i soli due livelli di recupero dell’energia tra cui scegliere e una transizione migliorabile tra frenata rigenerativa e frenata meccanica.



Il nostro esemplare di Mercedes EQA è il 250, con motore anteriore, trazione anteriore e potenza nominale di 140 kW, pari a 190 CV. Grazie anche alla coppia massima istantanea di 375 Nm, è garantita un’accelerazione 0-100 in 8,9 secondi, con una velocità massima autolimitata a 160 km/h.


Interessante il sistema di recupero dell’energia in frenata e rilascio con i soliti livelli di intensità (D+, D, D- e D --) gestibili tramite i paddle al volante oppure in automatico grazie alla comunicazione tra il radar di distanza e le mappe del navigatore. La gestione termica della batteria è a liquido ed è presente di serie la pompa di calore.


Sempre alta l’attenzione all’aerodinamica, con un Cx di 0,28.



Mach-e vs EQA: Consumi, autonomia e ricarica


La Mustang Mach-e in prova, dotata di batteria da 99,8 kWh e trazione integrale, garantisce 540 km di autonomia nel ciclo WLTP. Noi, con un utilizzo classico in estate, con temperature dunque favorevoli per le batterie ma con un caldo che implica la necessità di mantenere attivo il climatizzatore a 20/22 gradi, abbiamo ottenuto consumi intorno ai 18 kWh/100 km, per un’autonomia intorno ai 500 km.

Per ripristinare dal 10 all’80% di carica bastano 45 minuti grazie al supporto alla ricarica rapida in DC fino a ben 150 kW, mentre il caricatore interno in AC assorbe un massimo di 11 kW.


Integrato nel pianale modulare di Mercedes EQA, vi è il pacco batterie, che in questa versione prevede una capacità massima di 66,5 kWh: questo permette a EQA 250 di percorrere 426 km nel ciclo misto WLTP.

La ricarica del pacco batterie, che lavora ad una tensione di 400 volt, può avvenire in corrente alternata a 11 kW trifase (in questo caso ci vogliono 5 ore e 45 per il pieno) oppure in corrente continua a circa 100 kW, per ottenere l’80% della carica in circa 30 minuti.


Mach-e vs EQA: ADAS


In questa fascia di prezzo la guida autonoma di livello 2 è ormai scontata, o forse no?


Mustang Mach-E la propone sempre di serie, aggiungendo a pagamento solamente la funzione predittiva per il cruise control adattivo.


Mercedes, invece, vi costringe a pagare circa 1.000 euro per avere centramento di corsia e cruise control adattivo, mentre di serie ci sono il rilevatore dell’angolo cieco e il sistema antisbandamento, che quando vi avvicinate alla linea di corsia interviene in modo davvero troppo brusco frenando le ruote di quel lato.



Mach-e vs EQA: Prezzi


Due segmenti diversi, ma anche due brand con politiche economiche totalmente diverse.


Ford Mustang, pur essendo quasi premium, mantiene il proverbiale ottimo rapporto prezzo/dotazione, offrendo una gamma semplice, con trazione posteriore o integrale e due pacchi batterie, e tanti accessori di serie. Si parte da 49.900 euro per la variante a trazione posteriore, 269 CV di potenza, 75,7 kWh di batteria e 440 km di autonomia e si arriva al nostro esemplare, integrale da 351 CV con batteria da 98,8 kWh e 540 km di autonomia, a 66.850 euro, 71.050 con tutti gli optional. Volendo poi c’è la GT, ancora più sportiva con 487 CV a 74.500 euro tutto incluso.


CONFIGURATORE FORD MUSTANG MACH-E


EQA si posiziona in un segmento inferiore, ma i prezzi non sono poi così distanti: EQA 250, con motore anteriore da 190 CV, batteria da 66,5 kWh e 426 km di autonomia, parte da 51.150 euro. La versione più vicina alla Mach-E per prestazioni, ma non per autonomia, è la EQA 350 4MATIC, con due motori, trazione integrale, 292 CV di potenza complessiva e un prezzo di 58.610 euro. La dotazione di serie non è certo scarna, ma per raggiungere il full optional della Ford occorre virare sull’allestimento Premium Pro, che fa salire il prezzo di oltre 10.000 euro.


CONFIGURATORE MERCEDES EQA


Mach-e vs EQA: Conclusione


Due modi agli antipodi di intendere il concetto di SUV elettrico. Ford ha dalla sua un progetto originale, su una piattaforma elettrica dedicata e un fascino quasi irresistibile. Mercedes aspetta il 2025 per sfoderare una piattaforma elettrica dedicata, ma EQA va comunque bene ed è perfetta per rassicurare i clienti affezionati alla Stella che si affacciano per la prima volta sul mondo dell’elettrico.


Voi quale scegliereste? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Mach-e vs EQA: Video




0 commenti

Post correlati

Mostra tutti