top of page

Giulia e Stelvio 2023 Il biscione si illumina di Led

Aggiornamento: 9 feb 2023

Sguardo nuovo ma la dinamica di guida resta quella di sempre, strepitosa

L'Alfa Romeo Giulia e Stelvio, nate entrambe dalla straordinaria piattaforma Giorgio, si aggiornano colmando il gap rispetto alle competitors, con l'introduzione di nuovi gruppi ottici con tecnologia a led e matrice attiva e la strumentazione digitale.

Chiaramente il piacere e la dinamica di guida non cambiano, infatti entrambe le ammiraglie del biscione si sono distinte, rispetto alle concorrenti, per una guidabilità unica nel segmento, che è stata perfezionata grazie alla piattaforma Giorgio recentemente utilizzata anche sulla Masereati Grecale.

Ma conosciamo quali sono le differenze più marcate; i gruppi ottici anteriori danno l'addio definitivo ai proiettori a gas Xenon, oramai antiquato, per introdurre i diodi con matrice attiva, inoltre lo sguardo si arricchisce di una nuova firma luminosa in stile Tonale, con i tre elementi dinamici diventati presto distintivi.

nel posteriore son stati introdotti i gruppi ottici della Giulia GTA M, bruniti.

Per quanto riguarda l'interno, fa il suo debutto il quadro strumenti totalmente digitale, già conosciuto su Tonale da 12,3 pollici, mentre per l'infotainment il display resta quello da 8,8 pollici dell'ultimo restyling, ma con Android automotive ed aggiornamenti Over-the-air.

Purtroppo nella gamma motori non troviamo gli attesi mild hybrid, in quanto la strategia di Alfa Romeo prevede nei prossimi anni un'ondata di nuovi modelli elettrificati, tra cui l'erede delle segmento D e l'attesissimi B-Suv, parente stretta della Jeep Avenger.

Gli allestimenti si arricchiscono della Competizione, che nasce dalla Veloce, con cerchi in lega da 20 pollici e l'esclusivo colore Moon Light opaco.

la gamma sarà semplificata a quattro allestimenti: Super, Sprint, TI e Veloce con prezzi a partire da €.47.050 per Giulia e €53.150 per Stelvio.

Le consegne sono previste da Marzo 2023.


0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page