• Simone Facchetti

Hyundai Santa Fe 2021 Plug-in Hybrid: la prova del restyling (Video)

Il D-SUV coreano si aggiorna profondamente con un restyling estetico e una nuova piattaforma a prova di elettrificazione.



A soli due anni dal debutto, Hyundai sceglie di stravolgere il suo SUV top di gamma in Europa dotandolo di una piattaforma completamente nuova: molto più, dunque, di un semplice restyling di metà carriera. L'abbiamo provato in anteprima nella nuova versione ibrida plug-in con trazione integrale e 7 posti di serie: ecco com'è e come va il nuovo Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid.


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: esterni


Cambia quasi tutto, eppure non si direbbe. La fiancata, muscolosa e monolitica, è quasi invariata rispetto al modello uscente, mentre il frontale guadagna una nuova mascherina più larga e verticale e un'inedita firma luminosa a T, che si inserisce in verticale tra le luci superiori e i proiettori principali. Dietro, i fanali hanno un'ottica rossa che prosegue idealmente in un inserto rosso (non illuminato) che sovrasta la targa.


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: interni e infotainment


La plancia di nuovo Hyundai Santa Fe 2021 non viene stravolta rispetto al modello 2019. La buona qualità delle plastiche, tutte morbide su plancia e pannelli porta, la pone sullo stesso livello di altri D-SUV nel segmento, anche se il fratello minore Tucson vince per una migliore attenzione al dettaglio.


A livello di infotainment, rispetto a Tucson l'unica differenza risiede nella strumentazione digitale, qui da 12,3 pollici anziché da 10,25. Al centro della plancia troviamo, con stile tablet, un display touch da 10,25 pollici con servizi connessi Bluelink, touch molto reattivo, menu intuitivi e supporto a CarPlay e Android Auto wireless (ma solo nella versione base da 8 pollici, altrimenti vi servirà il cavo).


Anche qui è presente una sezione dedicata al sistema ibrido, che include informazioni sull'autonomia residua (con tanto di raggio d'azione grafico sulla mappa del navigatore), la ricerca delle colonnine con aggiornamenti in tempo reale, i flussi di energia (con una grafica un po' elementare ma efficace) e la programmazione della ricarica (cosa che può avvenire anche da remoto tramite l'app BlueLink, che permette tra le altre cose di attivare la pre-climatizzazione dell'abitacolo).


I comandi dell'impianto di ventilazione sono tutti fisici e compongono una console centrale affollata ma al contempo razionale. Rispetto a Tucson il tunnel è sempre pronunciato ma l'ergonomia è migliore, in quanto anche i più alti riescono a raggiungere i pulsanti del selettore di marcia senza dovere arretrare troppo il braccio.


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: dimensioni, bagagliaio e spazio interno


Con una lunghezza di 4.785 mm, una larghezza di 1.900 mm, un'altezza di 1.685 mm e un passo di 2.765 mm, Hyundai Santa Fe 2021 si inserisce a pieno titolo nel segmento D-SUV.


Lo spazio a bordo è abbondante in tutte le direzioni, sia per i passeggeri anteriori (che beneficiano di sedili ben conformati e dotati di numerose regolazioni elettriche (nonché riscaldati e ventilati) sia per chi siede dietro, dove trovano posto le bocchette dell'aria e i pulsanti per far avanzare o inclinare il sedile del passeggero anteriore direttamente da dietro.


Di serie i 7 posti, con quelli dell'ultima fila che si possono abbattere creando un piano di carico completamente piatto. Le prese USB e le bocchette dell'aria abbondando anche nella terza fila, dove la capacità del bagagliaio mantiene valori di tutto rispetto: 634 litri che diventano 2.041 abbattendo le due file di sedili.


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: come va su strada


La nuova piattaforma di Hyundai Santa Fe 2021 permette di alloggiare le batterie, l'elettronica di potenza del sistema full hybrid e il caricatore interno del sistema plug-in hybrid, senza compromessi rispetto alla versione 2.2 turbodiesel che continua a rimanere a listino.


Rispetto alla full hybrid da cui in parte deriva il powertrain è molto simile, anche se in effetti un po’ di cose cambiano. Innanzitutto la batteria, che passa da 1,2 a 13,8 kWh e diventa ricaricabile non solo durante la marcia, in frenata e rilascio, ma anche tramite una presa di corrente o colonnina. Questo ci permette di percorrere realmente circa 50 km in modalità completamente elettrica: in questo primo test drive, svolto in estate con una temperatura esterna di oltre 30°C, con climatizzatore impostato su 21°C e rinfrescamento dei sedili attivo, abbiamo percorso circa 40 km partendo con l'80% di batteria. Un valore dunque in linea con il dato dichiarato: 58 km nel ciclo misto WLTP e 69 km nel ciclo urbano WLTP City.


Con la batteria carica, Santa Fe Plug-in Hybrid si comporta come un SUV elettrico. Il motore elettrico, sempre integrato nella scatola del cambio, è più potente rispetto a quello della full hybrid, con 66,9 kW / 90 CV e soprattutto una coppia massima di ben 304 Nm. Scontato, dunque, un comportamento quasi brillante, con una spinta vigorosa, costante e senza ritardi che si apprezza specialmente nelle ripartenze, nelle manovre e in ripresa.


A batterie scariche, il funzionamento è quello di un Santa Fe Full Hybrid, solo un po’ più pesante a causa della massa aggiuntiva delle batterie (2.080 kg la massa a vuoto, ovvero circa 200 kg in più rispetto a Tucson Plug-In Hybrid) ma comunque abbastanza bilanciato grazie ad un baricentro più basso. Lo sterzo è abbastanza leggero, meno preciso rispetto a Tucson ma allineato alla filosofia da "macina chilometri" di Santa Fe.


Le sospensioni (che dietro propongono un raffinato multilink), sono tarate sul rigido per compensare l'aumento del peso e ridurre il rollio in curva, ma senza rinunciare all'assorbimento della maggior parte delle asperità.


A batterie scariche, come anticipato, interviene il motore termico, un 1.6 turbo benzina a iniezione diretta, che si accende in modo molto discreto aiutato da un cambio automatico a 6 rapporti con convertitore di coppia che privilegia senz’altro la fluidità alla reattività di cambiata. In totale, combinando i due motori si hanno a disposizione 265 CV di potenza e 350 Nm di coppia massima, per un’accelerazione 0-100 km/h 9,1 secondi e una velocità massima di 187 km/h. Non male considerando la massa: i sorpassi non saranno un problema, specialmente se inserirete, dal rotore sul tunnel centrale, la modalità Sport (ci sono anche la Eco e la Normal). Premendo al centro il selettore, invece, si gestiscono le modalità di guida Terrain Mode per il fuoristrada: Snow, Mud e Sand.


I consumi a batterie scariche (in realtà resta sempre una carica residua di circa il 10%) non deludono, con una media (rilevata nel nostro breve primo contatto in un percoso misto) di circa 7 litri di benzina per 100 km. Non male per un SUV di oltre due tonnellate.


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: ADAS


Tante le novità per la sicurezza su Hyundai Santa Fe 2021, a cominciare dal sistema anticollisione con funzione di frenata automatica anche nelle svolte, il mantenimento al centro della corsia (che funziona perfettamente) abbinato al cruise control adattivo (quest’ultimo predittivo, ovvero in grado di adattare la velocità in presenza di curve o rotatorie leggendo i dati dal navigatore e dal radar anteriore), il monitoraggio attivo dell’angolo cieco con frenata automatica anche al posteriore e la funzione Blind Spot View Monitor che mostra le telecamere laterali e posteriori quando ci si appresta a cambiare corsia, il lettore intelligente dei segnali stradali, il parcheggio automatico anche da remoto (per le versioni Hybrid) e la telecamera a 360 gradi (dall'ottima risoluzione).


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: prezzi e dotazione


Nuovo Hyundai Santa Fe 2021 è disponibile con il motore 2.2 CRDi abbinato alla trazione integrale e al cambio a doppia frizione, con il sistema full hybrid 1.6 T-GDi HEV 4WD AT e con il plug-in hybrid della nostra prova. I prezzi ammontano, rispettivamente, a 56.000, 58.000 e 61.000 euro per l'unico allestimento disponibile, l'XClass, che include praticamente tutto di serie: tra gli optional figurano solo la vernice metallizzata/micallizzata e il Plus Pack, che per 600 euro aggiunge la griglia frontale Dark-chrome e maniglie esterne Satin-chrome, la ruota di scorta di dimensione standard, il volante in pelle traforata e l'inverter con presa elettrica a 220V.


Il prezzo IVA inclusa di 61.000 euro permette a Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid di accedere all'Ecobonus statale, che con la rottamazione e gli incentivi di Hyundai riduce il prezzo reale a circa 51.000 euro, rendendo questa motorizzazione la più conveniente da acquistare e da mantenere (a patto che la ricarichiate il più possibile).


HYUNDAI SANTA FE 2021 CONFIGURATORE


Voi cosa ne pensate del nuovo Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Hyundai Santa Fe Plug-In Hybrid: video prova