top of page

Jeep Avenger BEV: La prima 100% elettrica del marchio (Video)

Abbiamo provato la nuova B-Suv del marchio americano nella sua versione elettrica.


È senza ombra di dubbio l’auto del momento: parliamo della nuova Jeep Avenger, l'ultima nata della casa americana, che proviamo per la prima volta nella versione 100% elettrica.


Jeep Avenger: Design


Ce l’avete chiesta in molti ed adesso possiamo testarla con la motorizzazione più innovativa, ovvero l'elettrica, che si abbina alla perfezione a quest’auto, che si appresta a diventare il punto di riferimento per il marchio. Non a caso, per l'Avenger, il design rappresenta uno degli aspetti più interessanti, con una linea che esprime simpatia e diventa subito familiare, senza snaturare la filosofia di Jeep, ma rendendola, semmai per tutti.

Più piccola della Renegade, l'Avenger è un’auto che piace al primo sguardo, impresa che non era riuscita alla prima edizione di Renegade, che fece molto discutere, dividendo gli automobilisti tra estimatori e haters.


Ma andiamo a scoprirla nel dettaglio partendo dal frontale.



Qui non ci sono dubbi, la Avenger è una vera Jeep, con la calandra con le sette feritoie arricchita dai gruppi ottici annegati nella sezione scura e nel nostro esemplare con tecnologia a Led.


Lo scudo paraurti è protetto da una grande porzione in plastica antiurto che termina con uno skid plate ed una protezione sottoscocca. Qui troviamo anche i proiettori supplementari ed un easter egg che riproduce il frontale della Willys. Ce ne sono diversi all’interno dell’Avenger e per scoprirli tutti vi invito a vedere lo speciale su TikTok.


Le protezioni proseguono nei passaruota, nel sottoporta e nel paraurti posteriore che anche qui propone un grande scivolo. I cerchi sono da 18 pollici con trattamento diamantato ed un disegno tipicamente Jeep.



L’equilibrio tra i volumi è molto buono, con un cofano non molto lungo ma orizzontale ed un padiglione ampio, in più con la doppia colorazione si apprezza il montante C che sembra quasi una pinna. Molto belli anche i parafanghi muscolosi e sporgenti.


Le misure sono rispettivamente di 408 cm di lunghezza, 172 cm di larghezza, 153 cm in altezza ed il passo di 256 cm.

Le misure più rilevanti, però, sono l’angolo di attacco di 20°, quello di uscita di 32° e l’altezza da terra di oltre 22 cm; in pratica, la prima vera fuoristrada sulla piattaforma e-CMP2.


Anche la vista posteriore esprime simpatia e tecnologia, con i gruppi ottici rettangolari a led scuriti. Il lunotto non è molto inclinato ma non rinuncia ad un generoso spoiler sul tetto.



Jeep Avenger: Baule


Il nostro esemplare top di gamma Summit, propone il portellone con apertura eletto attuata anche con il passaggio del piede sotto il paraurti.

Qui troviamo un altra piacevole sorpresa, ovvero la generosa volumetria del bagagliaio che, anche se inferiore alla versione termica, resta sempre generosa, con 355 litri di partenza, che possono aumentare abbattendo gli schienali suddivisi in 40 e 60, ma senza una botola per collegare l’abitacolo.


Il fondo è posizionabile su due livelli ed in più c'è un piccolo ripostiglio per gli attrezzi. Buone le finiture con rivestimento totale in moquette. Ottima anche la versatilità con ganci e spot luce.


Jeep Avenger: Abitabilità


Nonostante le misure esterne da segmento B, l’abitabilità dell’Avenger è elevata, con tre veri posti per chi siede dietro, con spazio sia per le gambe che per la testa, questo grazie al tunnel poco pronunciato.

Non ci sono le bocchette dell’aria, bensì una presa USB, in più ci sono tasche sui sedili ma non nei pannelli porta. Mancano anche le maniglie sul tetto, peccato.


La seduta è comoda e leggermente sagomata, per garantire anche a chi siede al centro di trovare la giusta comodità.


Jeep Avenger: Posto guida


L’operazione simpatia prosegue anche nel posto guida, con la plancia dominata da una grande modanatura colorata, in questo caso color carrozzeria ma satinata... Ma andiamo per ordine.


Lo spazio è abbondante con sedute comode e ricche di regolazioni manuali. I rivestimenti in materiale tecnico ed ecopelle sono realizzati con cura e con un gradevole accostamento di colori. Il tunnel è un vero e proprio spazio per ospitare oggetti, con ben 3 grandi scomparti. Partiamo dal bracciolo con un pozzetto per passare a due porta bicchieri con una buona volumetti; poi, si arriva al piatto forte: il grande alloggiamento con la paratia di chiusura realizzata con sezioni magnetiche, proprio come le cover del tablet. Qui c'è anche il caricatore ad induzione e due prese USB ed una a 12V.

Ma non finisce qui, infatti troviamo anche un generoso spazio con tappeto in gomma che percorre più di mezza plancia ed il classico cassetto al lato passeggero.


Il cambio è a pulsanti, con un buona sensazione al tatto. Molto bene anche la pulsantiera con i tasti fisici del clima automatico. Ottima anche la distribuzione dei flussi, con le bocchette diffuse, ma un poco in basso.



La strumentazione digitale su schermo da 10,25 pollici è molto leggibile con una grafica personalizzabile e moderna, qui troviamo anche tutte le raffigurazioni grafiche dei flussi e molto altro.


La connettività è affidata al sistema Uconnect da 10,25 pollici già visto su 500 elettrica, con una definizione e luminosità ottimale e l’organizzazione in stile app. Apple CarPlay ed Android Auto sono wireless ed il comando vocale intelligente consente di azionare numerose funzioni.

Il navigatore è TomTom live ed, inoltre, ci sono i servizi Connect che utilizzano lo smartphone per avere tutto sotto controllo e ricerca on line di colonnine e sapere anche ad l’autonomia residua. Bene la schermata riservata ai flussi e alle statistiche e la telecamera con vista a 360°, ma l’elaborazione delle immagini dall’alto è un po' lenta.


Infine, il volante è sportivo con la parte inferiore appiattita e comandi facili ed intuitivi.


Jeep Avenger: Motore, prestazioni e autonomia


La nuova Jeep Avenger elettrica deriva da una base di partenza estremamente collaudata ovvero la tecnologia ex PSA che abbiamo visto su 208, 2008, DS 3 e-tense e così via.

Per l’Avenger, però, tutto è stato rivisitato in chiave Jeep, con un'elevata efficienza in fuoristrada e prestazioni adeguate. I controlli di trazione ed il bilanciamento, infatti, nonché la stessa struttura sono stati rivisti per ottenere ottimi risultati anche in strade complesse, basti pensare che abbiamo a disposizione il descent control ed una distribuzione della coppia, in base all’aderenza ed il grip, ma solo sulle ruote anteriori, che le consentono la giusta sicurezza ed agilità. Per questo le modalità di guida non si rinuncia a settaggi specifici, come Sabbia, Fango e Neve, ma, chiaramente, parlando di una elettrica, possiamo contare anche su Sport, Normal ed Eco, che ottimizza il consumo delle batterie.



Ma cominciamo a parlare cuore della Avenger BEV, ovvero il powertrain elettrico a magneti permanenti capace di sviluppare 156 cv di potenza ed una coppia di 260 Nm, che chiaramente è disponibile da subito, con una progressione non rabbiosa, ma molto efficace.

Il tutto si traduce anche in buone prestazioni, con i suoi 150 km/h di velocità di punta autolimitata ed uno 0 a 100 in 9 secondi netti; valori che le consentono di districarsi con una cerca prontezza anche in situazioni come sorpassi o percorsi in salita.

Il tutto viene alimentato da un pacco batteria NMC Nikel, Manganesio e Cobalto da 54 kWh con una potenza di ricarica di 100 kW in corrente continua.


Autonomia di 400 km nel corso della prova è stata molto fedele al dato dichiarato, dunque una vettura che non delude e consente di affrontare con una certa serenità anche dei viaggi, ma la cosa più interessante è la possibilità di ricaricarla in poco meno di un ora in una colonnina CCS Combo2, che iniziano ad essere abbastanza presenti nella rete, ma attenzione al costo del kW, che varia molto in base alla capacità.


Alla guida mi ha colpito da subito la sua silenziosità e la buona elasticità nell’erogazione. Lo sterzo è demoltiplicato e non molto diretto, ma nel complesso mi è sembrato ben calibrato e con un carico corretto, chiaramente il rollio è evidente, ma il baricentro abbassato, grazie al posizionamento delle batterie la rende più stabile rispetto alla sorella termica.

Non male l’assorbimento, non solo nello sconnesso, ma anche nei piccoli ostacoli cittadini, quali tombini pavese o dossi, qui viene tutto filtrato con una certa efficacia, del resto le sospensioni sono turistiche, ma attenzione se arrivate allegri in curva, in quanto potreste sentire un poco di coricamento eccessivo.



Impianto frenante buono, con la giusta modularità, del resto possiamo contare su quattro dischi, ma la spugnosità in fase di rigenerazione diventa evidente al pedale.

Chiaramente in modalità B si aumenta il valore rigenerativo, portando la Avenger a rallentare in decelerazione, ma anche qui è tutto filtrato con cura.


Torniamo a parlare dei vari metodi di ricarica, che consentono anche di ricaricarla a casa con una semplice Schuko, ma qui non vi bastano 24 ore, ma se optate per una colonnina a corrente alternata le tempistiche passano da 5 a 7 ore a seconda della potenza per un massimo di 11 kW.


Jeep Avenger: Sicurezza


Chiudiamo con la sicurezza ed i sistemi ADAS che sono molto presenti e ben calibrati, va detto che Jeep ha attinto a piene mani ai dispositivi ex PSA, dunque Cruise Control adattivo, mantenimento attivo della corsia, franta automatica di emergenza, riconoscimento pedoni e cartelli stradali e rilevatore del blind spot. C'è da dire, però, che alcuni di questi sono a pagamento.


In conclusione, la nuova Jeep Avenger ha meritato in pieno il titolo di auto dell’anno, in quanto si appresta a spiazzare il mercato, con contenuti di stile e qualitativi molto elevati. In poche parole una compatta che non disdegna il fuoristrada e con un look molto accattivante. Chiaramente, le più gettonate saranno le versioni di accesso con il termico, ma se potete attingere a qualche risorsa in più, questa elettrica è davvero la scelta migliore, in attesa della 4xe.


Jeep Avenger: Prezzi


La nuova Jeep Avenger elettrica è disponibile in 4 allestimenti, Base, Longitude, Altitude e Summit, come quello in prova, che potete avere al prezzo di 39.600 euro al netto di optional.



Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Jeep Avenger: Video



Jeep Avenger: Scheda tecnica



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comentários


bottom of page