• Simone Facchetti

Kia Stonic 2021: recensione, prova e consumi del SUV compatto mild hybrid (Video)

Il B-SUV compatto Kia Stonic giunge al restyling di metà carriera: noi l'abbiamo provato a lungo nella motorizzazione mild hybrid a 48 V.



Kia Stonic, il primo B-SUV del marchio, è presto diventato uno dei veicoli più gettonati del marchio coreano, con oltre 150.000 unità vendute e il titolo di quarto modello Kia più venduto in Europa. Una storia di successo che oggi, a quattro anni dal debutto, si rinnova nei punti giusti per continuare a piacere. Ve lo raccontiamo nel dettaglio in questa recensione di Kia Stonic 2021.


Kia Stonic: una formula di successo


Quali sono gli ingredienti che hanno reso Stonic uno dei modelli più gettonati di Kia in Europa? Innanzitutto ha quello stile da SUV che tanto piace agli automobilisti, con protezioni in plastica, buone proporzioni e dettagli curati come per esempio i nuovi fari full LED con inedita firma luminosa a quattro segmenti, la calandra Tiger Nose più caratterizzata e i paraurti sportivi del nostro allestimento GT Line. Migliora anche la personalizzazione, con l’arrivo di due nuovi colori carrozzeria (Perennial Grey e Sporty Blue) e del Most Yellow per il tetto: in totale sono 15 le combinazioni cromatiche.


Kia Stonic: interni concreti, infotainment al top


L’impostazione della plancia è piuttosto classica, ma questo secondo me è uno dei punti a favore delle Kia in generale. Tutti i comandi sono dove ci si aspetta di trovarli, ci sono pulsanti fisici praticamente per ogni funzione, da quelli del volante multifunzione a quelli del clima, passando per finezze come la schermata che appare nella strumentazione per indicarci esattamente in che posizione abbiamo impostato i tergicristalli (che comunque sono automatici).


Nessun effetto wow per quanto riguarda stile e finiture: qui si è badato al sodo, con plastiche rigide ovunque e un aspetto forse un po' cheap, impreziosito soltanto dal volante sportivo GT Line tagliato in basso e dall’inserto in gomma simil carbonio sulla plancia. Tutto è comunque ben assemblato, si vede che è fatto per durare nel tempo senza scricchiolii.


L’infotainment è l’Uvo Connect Phase II di ultima generazione, ha un display da 8 pollici, un touch molto reattivo, la compatibilità Apple CarPlay e Android Auto ancora via cavo, il navigatore connesso, la possibilità di collegare contemporaneamente due telefoni col Bluetooth e l’accesso ai servizi connessi UVO e Kia Live, per la gestione da remoto tramite app e la possibilità di proseguire la navigazione dall’auto allo smartphone e viceversa. Presente la telecamera posteriore: la risoluzione è bassa ma in compenso abbiamo una buona luminosità.

I sedili, in questo allestimento GT Line, hanno una conformazione sportiveggiante, un gradevole rivestimento in ecopelle e tessuto e un buon contenimento del corpo.


Kia Stonic 2021: dimensioni, spazio e bagagliaio


Considerata la lunghezza di soli 4.140 mm, la larghezza di 1.760 mm e l’altezza di 1.520 mm, l’abitabilità non è per niente male, grazie al passo di 2.580 mm: dietro si trova posto anche se si è alti 1,95 m. Certo, se davanti guida uno alto come Simone, lo spazio per le ginocchia è al limite, ma comunque ci si può stare senza grossi problemi. Assenti le bocchette dell’aria, presente una presa 12 V. Il bagagliaio di Kia Stonic 2021 non cambia nella capacità: si va da un minimo di 352 litri (con tanto di doppio fondo e piano regolabile su due livelli) ad un massimo di 1.155 litri.


Kia Stonic 2021: come va su strada con il mild hybrid


Ma le vere novità di Kia Stonic sono nascoste sotto il cofano. Innanzitutto ci sono i nuovi motori

Smartstream 1.0 T-GDi benzina 3 cilindri turbo da 100 CV, con o senza mild hybrid, e 120 CV, questo solo elettrificato. Noi abbiamo avuto modo di provare per diverse settimane, e in ogni condizione, la versione più potente, il 120 CV abbinato al sistema mild hybrid a 48 V e al cambio automatico a doppia frizione DCT a 7 rapporti.


Innanzitutto, la scheda tecnica parla di un miglioramento notevole in termini di coppia: si passa infatti a 200 Nm, pari al 16% in più rispetto al modello precedente. Una coppia erogata fin da 2.000 giri, con una curva piuttosto costante fino ai 3.500 giri che si traduce in un’erogazione quasi sorprendente, lineare quasi come quella di una piccola elettrica. Parliamo di una velocità massima di 185 km/h e di un’accelerazione 0-100 km/h coperta in 10,4 secondi, valori adeguati ad una massa di 1.288 kg in ordine di marcia.


Il merito va all’ottimizzazione del motore ma anche al cambio, un doppia frizione che snocciola i 7 rapporti in modo fluido e con un’ottima intelligenza, siamo ai livelli dei migliori cambi in questo segmento ma anche più in alto. L’unico difetto che abbiamo trovato, ma si tratta del classico pelo nell’uovo, è che è leggermente brusco nelle ripartenze in seconda e nel passggio dalla prima alla retro, ma nulla di preoccupante.


Parte della fluidità è dovuta anche alla raffinatezza del sistema mild hybrid, che grazie ad un alternatore/starter elettrico affiancato al motore a benzina, permette all’auto di recuperare l’energia cinetica in frenata e discesa, conservandola in un piccolo pacco batterie posizionato sotto il bagagliaio. Questa energia viene poi utilizzata per aiutare il motore termico e ridurre i consumi di benzina.


Kia Stonic 2021 mild hybrid: consumi reali e come funziona


A questo proposito, la casa dichiara una media WLTP compresa tra i 5,1 e i 5,6 litri di benzina per 100 km. Nella realtà, come quasi tutti i 1.0 turbo benzina, anche questo risente molto dello stile di guida e delle condizioni di utilizzo. In città il mild hybrid non si rivela molto utile, con una media tra i 7 e gli 8 litri per 100 km, mentre in extraurbano a velocità costante siamo su valori da diesel, con una media di 4,5/5 litri per 100 km. Nel misto veloce, il mild hybrid dà il meglio di sé, sfruttando al massimo il recupero dell’energia in frenata e rilascio: la media, in questo caso, si attesta intorno ai 6 litri di benzina per 100 km. Nel corso della nostra prova di lunga durata, dopo oltre 1.500 km il computer di bordo segnava una media di 6,3 l/100 km.


Rispetto ad altri mild hybrid provati finora, quello del gruppo Hyundai Kia è secondo me uno di quelli che funzionano meglio: grazie al cambio automatico, quando rilasciamo l’acceleratore l’auto attiva la modalità di veleggio/sailing, avanzando per inerzia e spegnendo addirittura il motore, anche se basta un colpetto sul freno o sull’acceleratore per far riavviare il motore in modo impercettibile.


Tra l’altro il sistema è intelligente perché capisce quando ha senso attivare la modalità di veleggio, per esempio in una lunga discesa con la strada libera davanti a noi, e quando invece sarebbe controproducente, per esempio in vista di una rotatoria oppure quando abbiamo dei veicoli davanti a noi. In tal caso il sistema predilige il recupero dell’energia, che si avverte perché rilasciando l’acceleratore l’auto inizia a rallentare, quasi come se fossimo su una vera ibrida o elettrica. Sistema promosso a pieni voti.


Kia Stonic 2021: dinamica di guida


C’è poi la possibilità di sfruttare tre modalità di guida: l’auto di norma viaggia sempre in Eco, modalità che utilizzerete per il 95% del tempo. Se si vuole maggiore brio, per esempio in una strada di montagna dove è necessario tenere il motore su di giri per sfruttarne al meglio la coppia, ci sono le modalità Normal e Sport, che migliorano notevolmente la reattività di motore e cambio.


Lo sterzo ha un carico variabile in base alla velocità: leggero nelle manovre e più resistente alle alte velocità: non è precisissimo ma fa onestamente il suo dovere visto che non parliamo di un’auto sportiva. Stesso discorso dal comparto sospensioni: lo schema è classico (MacPherson all’anteriore e ponte torcente al posteriore) e l’assorbimento delle asperità è buono, anche se la taratura è tendente al rigido quindi qualche scossone, specialmente dal posteriore, si avverte. Il rollio è nella norma per la categoria.


Kia Stonic 2021: ADAS al top

Tante novità arrivano anche dal comparto ADAS. Tra queste il sistema di frenata automatica con riconoscimento pedoni, veicoli e ciclisti, il mantenimento attivo nella corsia, il rilevatore di attenzione del conducente, il rilevatore dell’angolo cieco con frenata automatica, anche in retromarcia, l’avviso di ripartenza del veicolo che ci precede quando siamo in coda e il cruise control adattivo.


La cosa quasi incredibile, almeno per questo segmento e questa fascia di prezzo, è che la guida autonoma di livello 2, ovvero il sistema di centramento di corsia che funziona molto bene anche indipendentemente dal cruise control adattivo, sia di serie fin dal secondo livello di allestimento intermedio. Un plauso anche in questo caso a Kia.


Kia Stonic 2021: prezzi


Un’auto a cui non manca praticamente nulla, anche considerando il rapporto qualità/prezzo/dotazioni: la gamma parte con il 1.2 benzina aspirato da 84 CV, disponibile anche a GPL e proposto ad un prezzo di partenza di 16.750 euro.


KIA STONIC 2021 CONFIGURATORE


Il top di gamma della nostra prova parte da 24.750 euro e raggiunge i 27.000 euro se si opta per i 1.250 euro dell’unico pacchetto disponibile (il Techno Pack che include Kia Navigation System DAB con schermo touchscreen da 8'', Apple Car Play/Android Auto, servizi Kia UVO Connect con 7 anni di traffico dati e aggiornamento mappe, sensore pioggia, specchietto interno elettrocromatico, sistema di monitoraggio veicoli in avvicinamento in retromarcia, sistema di monitoraggio angolo cieco e correzione traiettoria, sistema anti collisione con veicoli in avvicinamento in retromarcia, sistema di riconoscimento dei limiti di velocità) e 1.000 euro della la tinta bi-colore. Sempre di serie la garanzia Kia di 7 anni e 150.000 chilometri, a conferma di quanto in Kia credano nella qualità dei loro prodotti.


Voi cosa ne pensate del nuovo Kia Stonic 2021? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Kia Stonic 2021 mild hybrid: video prova



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti