• Marcelo A. Poblete

Renault Captur E-TECH Full Hybrid: la prova del SUV ibrido che sfida Toyota C-HR (Video)

Renault rinnova la sfida a Toyota con il suo primo SUV compatto full hybrid: ecco com'è e come va su strada in questo primo contatto.



Nel 2020 Renault Captur è stato il primo modello della Losanga a introdurre il powertrain ibrido plug-in E-TECH. Oggi, la gamma si completa con una nuova variante full hybrid, che rinuncia ad un po' di autonomia elettrica guadagnando in praticità. Ve lo raccontiamo in questa prova su strada in anteprima di Renault Captur E-TECH Hybrid.


Renault Captur E-TECH Hybrid: design e allestimento R.S. Line


Nulla cambia a livello stilistico rispetto al Renault Captur di seconda generazione che ha già invaso le strade italiane ed europee. La novità, introdotta in contemporanea con la nuova motorizzazione, consiste nell'allestimento R.S. Line, che dona al SUV compatto della Regie un look più sportiveggiante, con cerchi in lega da 18 pollici Le Castellet, paraurti inediti con lama aerodinamica e griglia a nido d'ape all'anteriore e terminali simulati al posteriore, e interni caratterizzati dai loghi R.S. e dai sedili sportivi con cuciture rosse a contrasto.


Renault Captur E-TECH Hybrid: dimensioni, bagagliaio e spazio interno


Renault Captur E-TECH Hybrid non cambia nelle dimensioni generali, mantenendo una lunghezza di 4.227 mm un passo di 2.639 mm, una larghezza di 1.797 mm e un’altezza di 1.567 mm. Resta la furba soluzione del divanetto posteriore scorrevole in avanti di 16 cm per incrementare la capacità del bagagliaio. Su questa versione full hybrid si perdono circa 40 litri di capacità rispetto ai 422 litri di partenza (536 facendo scorrere in avanti il divanetto), attestandosi su un valore del tutto paragonabile a quello di Captur E-TECH Plug-in Hybrid. Sempre gradite le due bocchette dell'aria nel mobiletto centrale, affiancate da altrettante prese USB.


Renault Captur E-TECH Hybrid: interni e infotainment


Come sulle altre versioni di Captur con cambio automatico, anche qui troviamo la gradevole console ad effetto sospeso con il selettore a impulsi elettrici e-shifter che permette di liberare spazio. E poi c’è la parte superiore della console, rivestita in plastica morbida e imprezosita da inserti personalizzabili, volendo anche con un effetto simil legno. Belli e ben rivestiti i nuovi sedili sportivi.


La tecnologia del sistema di infotainment Easy Link la fa da padrona: la strumentazione digitale da 7 pollici (quella da 10 pollici non è al momento disponibile a causa della carenza di chip che sta mettendo in difficoltà un po' tutto il settore automobilistico) permette di visualizzare i flussi di energia e l'indicatore della potenza utilizzata e dell'energia recuperata. Al centro della plancia, nelle versioni più ricche troviamo un display touch da 9,3 pollici con ricerca dei punti di interesse Google, navigatore connesso con mappe 3D, touch molto reattivo e una sezione dedicata al sistema ibrido, con info relative ai flussi di energia (bella l'animazione 3D della vettura) e ai consumi a benzina e in elettrico.


La vettura è personalizzabile con il sistema MultiSense, che oltre alle modalità di guida MySense, Eco e Sport prevede 8 diverse combinazioni di colori e varie grafiche per la strumentazione. Presente, nel tastierino sotto al display, anche il pulsante EV per "forzare" la marcia in elettrico (a patto che ci sia almeno il 50% di batteria).


Renault Captur E-TECH Hybrid: come va su strada il SUV full hybrid


Il B-SUV della Losanga fa tesoro di oltre 10 anni di esperienza nel mondo dei veicoli elettrici e di un altrettanto significativo know-how nel campo dell’ibrido ad alte prestazioni sviluppato dal team di Formula 1 Renault Sport (oggi Alpine Racing): il risultato è un sistema ibrido raffinato, che restituisce ottime prestazioni con consumi ed emissioni sotto controllo.


Captur E-TECH Hybrid è dotato di un sistema full hybrid sviluppato ad hoc da Renault per questo modello. Captur ibrida è spinta da un nuovo motore 1,6 litri 4 cilindri aspirato a benzina da 67 kW / 91 CV, abbinato a due motori elettrici (di cui uno Starter-Generatore ad alto voltaggio – HSG) dalla potenza rispettivamente di 36 e 15 kW. Il tutto è gestito da trasmissione multi-mode a 4 rapporti. Si tratta di un sistema ibrido versatile, che funziona sia in serie sia in parallelo, in base alle necessità date dalle condizioni di guida.


Su Renault Captur E-TECH la batteria ha una capacità di 1,2 kWh (con tensione di 230 V). Grazie al sistema di recupero dell’energia cinetica in frenata o rilascio (unico modo per ricaricare le batterie), Renault garantisce che Captur E-TECH ibrida possa circolare per l’80% in modalità elettrica nei percorsi urbani.


La potenza combinata di nuovo Renault Captur-E TECH Hybrid è di 145 CV, con una coppia massima di 148 Nm a 3.600 giri/min che diventa 205 Nm sfruttando quella del motore elettrico di trazione. Le prestazioni sono oneste: la ripresa 80-120 km/h, per esempio, viene coperta in 8 secondi secondi, mentre lo 0-100 viene realizzato in 10,7 secondi, con una velocità massima di 170 km/h.


Il tutto a vantaggio dei consumi, che secondo Renault si riducono del 40% rispetto all’equivalente a benzina in ambito urbano. La media WLTP parla di 5-5,1 litri di benzina per 100 km, mentre le emissioni di CO2 si attestano a 113 g/km di CO2. L’incremento di peso è irrisorio – circa 10 kg – rispetto alla versione a gasolio, per un totale di 1.363 kg a secco.


Premi il pulsante di avviamento e Captur si acccende, ma senza alcun tipo di vibrazioni: questo perché il sistema prevede che l’accensione avvenga sempre in elettrico, modalità in cui viene fornita trazione anche per la retromarcia e le manovre a bassa velocità. Se la batteria è sufficientemente carica, Captur ibrida può viaggiare in elettrico per qualche manciata di chilometri (2-5).


Una volta intrapresa la marcia, si apprezzano subito due doti di Captur che avevamo già sottolineato nelle prove delle versioni benzina, diesel e PHEV: un’ottima insonorizzazione generale e un assetto confortevole, che assorbe gran parte delle asperità stradali senza per questo far coricare troppo la vettura in curva. Lo sterzo è leggero ma abbastanza comunicativo, con un comfort di marcia davvero soddisfacente.


Le transizioni tra modalità elettrica e modalità termica avvengono in maniera impercettibile, grazie all’efficacia della trasmissione multi-mode, un cambio che fa a meno della frizione e del sincronizzatore adottando un innesto a denti con un totale di 15 combinazioni possibili tra le quattro marce destinate al motore termico e le due marce destinate a quelli elettrici. Queste soluzioni limitano gli attriti e massimizzano il recupero di energia.


Un sistema di recupero che trae beneficio dalle soluzioni adottate in Formula 1 (con i tre motori che lavorano in simbiosi e le due unità elettriche che fungono sia da generatori/starter sia da motori di trazione) e che ha la sua massima espressione nella modalità B. Selezionabile spostando in basso il selettore del cambio (come sull’elettrica Renault Zoe che abbiamo provato a maggio), aumenta l’intensità frenante quando si rilascia il pedale dell’acceleratore, eliminando la necessità di utilizzare il pedale del freno in molte situazioni di guida, per esempio quando serve rallentare in prossimità di una rotonda.


La coppia combinata di 205 Nm si fa sentire quando si preme sul pedale dell’acceleratore, con un’esperienza di guida che ricorda quella della Zoe. Ovviamente, dato il piccolo pacco batterie, se si preme a fondo sull’acceleratore il sistema avverte la necessità di maggiori prestazioni e accende il motore termico: è solo in questo caso che si avvertono i passaggi di marcia, che comunque sono quasi sempre fluidi. Presente anche qui, come sulla Zoe, il B-Mode: tirando verso di sé il selettore del cambio, aumenta l'intensità della frenata rigenerativa al rilascio dell'acceleratore.


Le modalità di guida sono tre: Eco, Sport e MySense. In Sport, Captur ibrida aumenta leggermente il carico volante e rende più reattivo l’acceleratore, mentre le cambiate avvengono ad un numero superiore di giri. Se cercate la sportività questa Captur non fa per voi, se invece apprezzate la guida con un filo di gas allora saprà regalarvi tante soddisfazioni. L'esperienza di guida è comunque più accattivante rispetto a quella fornita dai cambi e-CVT installati su altre full hybrid in commercio.


Infine, i consumi: guidando come va guidata un’auto ibrida (ovvero con il piede leggero e anticipando il più possibile le frenate in prossimità di stop e rotatorie per far lavorare il sistema di recupero dell’energia), i 5,5 l/100 km sono alla portata. Viaggiando in maniera più disinvolta, invece, la media complessiva non va oltre i 6 litri per 100 km, con punte di 8 l/100 km a 130 km/h e 7 l/100 km a 110 km/h. Niente male per un’auto da 145 CV a benzina.


Renault Captur E-TECH Hybrid: ADAS

Nuovo Renault Captur E-TECH Full Hybrid porta con sé tutti gli ADAS già visti e provati sulle altre versioni di Captur con cambio automatico. Abbiamo dunque la guida autonoma di livello 2 con il sistema Highway and Traffic Jam Companion, un dispositivo che unisce cruise control adattivo con stop&go e sistema di mantenimento al centro della corsia. Peccato che sia disponibile solamente in combinazione con i due motori più potenti a benzina con il cambio automatico. Il resto degli ADAS, invece, è disponibile anche sugli altri motori, a cominciare dalla frenata di emergenza attiva di serie con riconoscimento pedoni e ciclisti, la telecamera a 360 gradi, il sistema di parcheggio automatico Easy Park Assist e, novità assoluta per Renault il monitoraggio posteriore attivo dei veicoli in arrivo.


Renault Captur E-TECH Hybrid: prezzi e versioni


Renault Captur E-TECH Hybrid è disponibile con tutti gli allestimenti: Zen, Business, Intens, R.S. Line e Initiale Paris. I prezzi partono da 25.750 euro e arrivano a 31.300 euro. L'allestimento di partenza è proposto a partire da 139 euro al mese.


RENAULT CAPTUR E-TECH HYBRID CONFIGURATORE


Voi cosa ne pensate del nuovo Renault Captur E-TECH Hybrid? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Renault Captur E-TECH Hybrid: video prova



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti