• Simone Facchetti

Volkswagen ID.4 GTX: il SUV elettrico diventa sportivo con due motori e 299 CV di potenza

Volkswagen sceglie la sigla GTX per identificare tutte le future sportive elettriche a trazione integrale: il primo modello è il SUV ID.4.



Dopo GTI per le sportive a benzina, GTD per quelle diesel e GTE per quelle ibride plug-in, Volkswagen ha scelto la sigla GTX per identificare tutti i futuri modelli elettrici ad alte prestazioni. Una sigla semplice e inequivocabile, che verrà associata a modelli sportivi dotati della trazione integrale, resa possibile dalla sinergia dei motori elettrici posizionati su ognuno dei due assi.

Così Klaus Zellmer, Membro del Consiglio di Amministrazione della Marca Volkswagen, Responsabile Marketing e Vendite, descrive il nuovo brand GTX:

Le lettere GT evocano da tanto tempo il piacere di guida. Ora la X crea un collegamento con la mobilità del futuro. Sostenibilità e sportività non si escludono a vicenda, ma si completano.

Volkswagen ID.4 GTX: il primo SUV elettrico sportivo

Il primo modello a fregiarsi della nuova sigla è Volkswagen ID.4, il SUV elettrico di cui abbiamo realizzato un primo test drive la scorsa settimana. Il primo SUV della famiglia ID, nonché il primo veicolo a ruote alte a zero emissioni del marchio, grazie ai due motori (uno davanti e uno dietro) svilupperà una potenza massima equivalente a 220 kW / 299 CV. Curiosamente, non è stato rivelato il valore di coppia massima di Volkswagen ID.4 GTX, ma non mancano i valori relativi alle performance: 0-60 km/h in 3,2 secondi e 0-100 km/h in 6,2 secondi, con velocità massima limitata elettronicamente a 180 km/h.



Il motore aggiuntivo anteriore entra in funzione in modo intelligente, attivandosi in pochi millisecondi solo quando sono richieste alte prestazioni o una trazione elevata. Di norma, dunque, la trazione resta posteriore (grazie al motore da 150 kW / 204 CV, a tutto vantaggio dell'efficienza di marcia. Nella nuova modalità di guida Traction (che si aggiunge alle Eco, Comfort, Sport e Individual) la trazione integrale è sempre attiva.

A supportare cotanta potenza debutta un pacchetto sportivo (optional) che include l'assetto ribassato di 15 mm e lo sterzo progressivo (più si gira il volante, più diretta è la trasmissione dello sterzo). Nel pacchetto Sport Plus, oltre allo sterzo progressivo, arriva anche la regolazione adattiva dell'assetto DCC (ammortizzatori a controllo elettronico in simbiosi con il differenziale elettronico XDS e la trazione integrale). La capacità di traino di Volkswagen ID.4 GTX è pari a 1.200 kg.



Di serie, invece, un pacchetto estetico più aggressivo: gli elementi in plastica nera sono ora verniciati, la parte bassa della carrozzeria prevede la presenza di nuove minigonne e il paraurti anteriore introduce prese d'aria nere lucide e un nuovo inserto nel quale figura un'inedita firma luminosa notturna. Nuovo anche il paraurti posteriore, con l'inserto del diffusore verniciato in grigio galvanizzato, così come le targhette GTX sui parafanghi e il lettering GTX che sostituisce ID.4 al centro del portellone. Di serie i cerchi in lega Ystad da 20 pollici, optional i Narvik da 21 pollici: in entrambi i casi, l'impronta delle gomme misura 235 mm all'anteriore e 255 mm al posteriore. Sempre di serie anche i fari anteriori LED Matrix IQ.Light e quelli posteriori LED 3D.



ll'interno, lo spirito sportivo delle Volkswagen "GT" si traduce un un ambiente caratterizzato dai toni scuri e dagli accenti rossi, come le cuciture a contrasto e l'inserto GTX sul volante, sui listelli battitacco e nella traforatura degli schienali dei sedili anteriori. Il cielo è nero, mentre la parte superiore della plancia e gli inserti in ecopelle nelle porte sono in blu scuro.



Non cambia la capacità del pacco batterie di Volkswagen ID.4 GTX rispetto alle versioni top di gamma di ID.4: i 77 kWh netti (82 kWh lordi) permettono consentono un'autonomia di 480 km nel ciclo WLTP con un pieno di energia: un valore chiaramente inferiore rispetto ai 520 km dichiarati per la versione a trazione posteriore con la medesima batteria. Anche in questo caso, la garanzia del pacco batterie è pari a 8 anni o 160.000 km (con capacità garantita fino al 70%).


Dimensioni Volkswagen ID.4 GTX: 4.582 mm di lunghezza x 1.852 mm di larghezza x 1.616 mm di altezza (170 mm altezza da terra) x 2.765 mm di passo. Il bagagliaio misura da 543 a 1.575 litri.

Sempre presente il sistema di recupero di energia, che nella maggiorparte delle situazioni si serve del motore posteriore come generatore (anche se a volte interviene anche quello anteriore). Rilasciando il pedale dell'acceleratore, l'intensità frenante arriva a 0,3 g, oltre cui entrano in gioco i freni idraulici sull'anteriore. Al posteriore, solo in caso di frenate di emergenza, intervengono i freni a tamburo. Due le modalità di recupero: D, più simile a quella di un'auto termica con cambio automatico, e B, vicina al one pedal feeling. E non manca la possibilità di sfruttare il radar anteriore e la mappa del navigatore per gestire in automatico l'intensità di rigenerazione in base alla situazione.


A livello di ricarica, ID.4 GTX mantiene le specifiche delle versioni con batteria da 77 kWh: 11 kW in corrente alternata e 125 kW in corrente continua, per una ottenere 300 km di autonomia in 30 minuti.


Volkswagen ID.4 GTX: prezzi e data uscita


La data di uscita in Italia di Volkswagen ID.4 GTX è fissata entro l'estate 2021. I prezzi per l'Italia non sono ancora stati comunicati, mentre in Germania si parte da 50.415 euro.


Volkswagen ID.4 GTX: galleria foto




0 commenti

Post correlati

Mostra tutti