• Marcelo A. Poblete

Volkswagen ID.Life: ecco come sarà quella di serie / Rendering

Il nostro rendering della compatta elettrica che andrà a sostituire Up e Polo.



Nel corso dell’ultimo salone dell’auto di Monaco di Baviera, Volkswagen ha stupito tutti con la concept car ID.Life, una compatta crossover da città a propulsione 100% elettrica, ricca di soluzioni tecnologiche all’avanguardia e numerosi gadget, per l’intrattenimento a bordo.

A tal proposito abbiamo realizzato un approfondito servizio che trovate in fondo pagina.


Da una parte la piccola ID.Life ha acceso il dibattito, sia per lo stile che per le sue numerose trovate; in particolare il design ha un poco spezzato tutti coloro che si attendevano una citycar in stile ID.3 o ID.4, infatti, la linea è estremamente semplice ed in alcuni tratti ricorda la Honda e, ma a ben vedere ci sono suggestioni che vanno ben oltre alle somiglianze con auto recenti, infatti alcuni tratti riportano alla mente modelli iconici come la Prinz della NSU, vera utilitaria tipicamente teutonica, che cercò negli anni 60 e 70 di attaccare lo strapotere italiano nel segmento.



Ma la ID.Life non è un puro esercizio di stile e laboratorio tecnologico, ma bensì anticipa di ben 4 anni l’arrivo della vettura chiamata a sostituire la Up e la Polo in un unico modello full electric.


Nel nostro rendering abbiamo voluto anticipare l’aspetto definitivo di questa vettura che si preannuncia come rivoluzionaria per Volkswagen e che dovrebbe vedersela a muso duro con la futura Panda derivata dalla concept Fiat Centoventi.

Un concentrato di tecnologia accessibile a tutti e con costi di gestione estremante contenuti.



Al momento non trapelano informazioni in merito alle numerose tecnologie che troveremo all’interno della ID.Life di serie, ma una cosa è certa, in questo modello verranno introdotte funzionalità di guida autonoma e di gestione della ricarica, con un'autonomia che dovrebbe essere superiore ai 400 km.

Il pianale è il MEB e questo consente di sfruttare tutta l’architettura delle sospensioni già viste su ID.3 e ID.4.

Il propulsore sarà una unità montata sulle ruote anteriori capace di 172 kW equivalenti a 234 cv, questo garantirà anche prestazioni ben superiori alle consuete citycar, infatti si parla di un’accelerazione da 0 a 100 in meno di 7 secondi.



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti