• Marcelo A. Poblete

Volkswagen Tiguan 2021: recensione e prova della 2.0 TDI 150 CV DSG 4MOTION (Video)

Aggiornamento: apr 20

Recensione e prova su strada di Volkswagen Tiguan 2021, il SUV medio rinnovato con il classico restyling di metà carriera.



Un aggiornamento che cambia profondamente i connotati del frontale, porta nuove dotazioni tecnologiche e introduce per la prima volta un powertrain elettrificato in gamma. Questo, in sintesi, il restyling di Volkswagen TIguan.


Volkswagen Tiguan: un successo globale


Nel 2019, Tiguan non solo è stato il SUV più venduto in Europa, ma ha rappresentato anche il best seller del marchio Volkswagen, con oltre 910.000 esemplari. Dal lancio della prima generazione, avvenuta alla fine del 2007, Volkswagen Tiguan è stato prodotto in oltre 6 milioni di esemplari, con un successo via via crescente al punto da costringere il brand a incrementarne la produzione annuale: dai 150.000 esemplari del 2008 ai 500.000 del 2012, fino a sfiorare il milione di unità nel 2019. Il merito va anche all’ampliamento della gamma con il debutto, nel 2017, della versione a passo lungo Tiguan Allspace.


Volkswagen Tiguan 2021: esterni



A cambiare è soprattutto il frontale di nuova Tiguan, con l’adozione di gruppi ottici più sottili (simili nello stile a quelli di Volkswagen Golf 8 e disponibili, in opzione, anche con tecnologia IQ.LIGHT LED matrix), una calandra maggiormente sagomata e un paraurti dalle forme più fluide e scolpite. Modifiche più leggere sono riservate al posteriore, con una nuova ottica interna per i fanali (sulle versioni più ricche con indicatori di direzione dinamici) e un paraurti che integra delle cornici che simulano i terminali di scarico.


Presente il nuovo logo Volkswagen e un inedito lettering per il badge Tiguan, ora al centro del portellone. Come sulla precedente generazione, anche qui è disponibile una versione R-Line con paraurti specifici e un assetto dedicato, ispirato a quello della variante ad alte prestazioni, altra novità importante del restyling.



Volkswagen Tiguan 2021: interni e infotainment


All’interno non cambia molto la conformazione della plancia, che riceve nuovi inserti. Si aggiorna invece in modo significativo il sistema di infotainment, con l’arrivo del nuovo sistema MIB 3 con connettività avanzata e display fino a 10 pollici, abbinato alla strumentazione digitale Virtual Cockpit da 10,25 pollici. Tra le dotazioni di questo sistema figurano la compatibilità con Apple CarPlay wireless (Android Auto con questa tecnologia arriverà in un secondo momento) e la eSIM dati integrata.



Tra le novità anche il volante capacitivo e la nuova pulsantiera con sliders e tasti soft-touch per il controllo dei comandi del clima: bella da vedere e da azionare, ma l'assenza di feedback potrebbe costituire un elemento di distrazione. C'è anche spazio per una migliore qualità audio, grazie all’impianto audio Harman Kardon da 480 W.


Volkswagen Tiguan 2021: motori


I motori di Volkswagen Tiguan 2021 spaziano dal benzina, al diesel all’ibrido plug-in. La gamma benzina si compone del 1.5 TSI con disattivazione dei cilindri ACT da 130 o 150 CV e del 2.0 TSI da 190 CV con trazione integrale. Uno il diesel, il 2.0 TDI SCR proposto nelle potenze di 122, 150 CV, o 200 CV.


I TDI sono di nuova generazione, disponibili con tecnologia twin dosing: una doppia dose di ADBlue permette di ridurre le emissioni di NOx. Ci sono poi la versione elettrificata e una ad alte prestazioni, di cui parleremo nei prossimi paragrafi.


Volkswagen Tiguan 2021: dimensioni, bagagliaio e spazio interno


La volumetria del vano bagagli è tra le migliori della categoria con 520 litri di partenza che possono aumentare fino a 1.655 litri, abbattendo gli schienali suddivisi su tre livelli. La parte centrale può essere abbattuta singolarmente per alloggiare colli lunghi. Le finiture in moquette sono curate e il piano di carico è a livello, anche se può essere impostato più in basso per aumentare lo spazio in altezza. Presenti l'alloggiamento per la ruota di scorta, i ganci per le borse e le leve per lo sblocco dei sedili. Comode la presa a 12 volt e la luce interna, a LED come del resto tutti i punti luce dell'abitacolo.

La qualità percepita è alta, con plastiche morbide in tutte le superfici superiori, mentre quelle rigide sono riservate alle zone meno in vista. Moquette nelle tasche e numerosi ripostigli per gli oggetti di viaggio, compreso lo scomparto in cima alla plancia e il cassettino al lato del piantone, completano un abitacolo molto curato.


Nel tunnel troviamo anche la comoda piastra per ricaricare il cellulare ad induzione con due prese USB di formato C. Utile anche il vano con paratia con due portabicchieri a scomparsa. Come su tutte le auto del gruppo risulta comodo il cassetto anteriore refrigerato.


Volkswagen Tiguan 2021: come va su strada



La tiguan si conferma una vera viaggiatrice, che non disdegna alcun percorso, dalla città all’autostrada allo sterrato. Il comfort è da vettura premium e risulta gradevole l'insonorizzazione generale, anche se il propulsore diesel ogni tanto, agli alti regimi, fa sentire la sua voce. Eccellenti la visibilità e luminosità, grazie anche al tetto panoramico extra large e alla superfice vetrata. Le misure non sono da città ma niente paura: con l'aiuto dei sensori e della telecamera posteriore (dall'ottima risoluzione) le manovre diventano un gioco da ragazzi.


Uno degli aspetti che abbiamo apprezzato maggiormente è il cambio DSG a 7 rapporti, un doppia frizione utilizzabile anche in sequenziale con le palette al volante. L'abbiamo trovato fluido e sempre preciso, anche se in alcune alcune condizioni, come in discesa, tende a mantenere il rapporto basso per troppo tempo. Qualche piccola incertezza si segnala dal passaggio da drive a retromarcia. Utile la funzione auto hold del freno a mano elettrico, che tiene l’auto ancorata senza dover per forza mantenere il freno premuto, ad esempio al semaforo.


Il nostro modello non ha le sospensioni a controllo elettronico che sono offerte come optional, ma nonostante ciò, l’assorbimento è molto buono, anche su sterrato o pavè cittadino, nonostante le coperture del nostro esemplare da 18 pollici. Queste possono arrivare fino a 19.


Lo sterzo è tendenzialmente leggero ma molto preciso, soprattutto alle alte velocità. Ma questo, ed altri parametri possono essere modificate grazie alle quattro modalità di guida: eco, normal, sport ed individual, quello che vi consente di variare numerosi parametri tra cui sterzo, motore, cambio e (ove presenti) sospensioni.


Per Tiguan in Volkswagen hanno optato per la trazione integrale 4MOTION, nello specifico in una versione che sfrutta una frizione a lamelle a controllo elettronico. Questa permette di viaggiare con la sola trazione anteriore in condizioni ottimali, ma in caso di scarsa aderenza è possibile inviare fino al 100% della coppia alle ruote posteriori, con una ripartizione variabile tra i due assi in base alle specifiche condizioni. Il tutto avviene in automatico, ma volendo il guidatore può selezionare diverse modalità di guida tramite il 4Motion Active Control che dispone dei programmi Onroad, Snow, Offroad e Individual. La trazione integrale porta in dote, infine, un assetto rialzato di 11 mm rispetto alle versioni anteriori. Le strade bianche, e forse anche qualcosa di più, non sono dunque un problema.


Sotto il cofano della nostra Tiguan 2021 ritroviamo un classico della gamma volkswagen, il turbodiesel a 4 cilindri da 2 litri, con 150 CV di potenza e 360 Nm di coppia. Un propulsore che si sposa alla perfezione con la Tiguan, grazie alla sua elasticità, ovvio che non abbiamo una scuderia in grado di offrire brividi, ma fa bene il suo lavoro, anche nei sorpassi o viaggiando con un filo di gas. Le prestazioni del resto sono buone, con una velocità di punta di 198 km/h ed uno 0-100 km/h in poco più di 9 secondi.


I consumi di Volkswagen Tiguan 2.0 TDI 150 CV DSG 4MOTION sono sempre sotto controllo, con una media registrata nel corso della prova di 6 litri per 100 km, insomma al pari delle migliori del segmento. Nello specifico, la media è ottenuta dalla combinazione di circa 300 km di autostrada, 200 km in extraurbano e 50 km in città. Il suo terreno d'elezione restano le strade extraurbane a scorrimento veloce, dove tenendo una velocità di 90 km/h è possibile avvicinarsi ai 5 l/100 km.


Nuovi, infine, sono i sistemi di assistenza alla guida avanzati, con il Travel Assist che porta Tiguan ad un livello 2 di guida autonoma: combinando il cruise control adattivo con il centramento di corsia, Tiguan può guidare praticamente da sola da 0 a 210 km/h. Dopo circa 15 secondi senza mani la vettura richiede al conducente di riprendere il controllo: grazie ai sensori capacitivi, è sufficiente sfiorare la corona del volante per ripristinare la condizione di "semi-autonomia". Il risultato? I lunghi viaggi in autostrada, ma anche le interminabili code nelle tangenziali, non sono più un problema.


Tanti gli ADAS di ultima generazione, compreso il cofano salva pedone, la frenata di emergenza con riconoscimento pedoni e il controllo dell'angolo cieco con LED all'interno dello specchietto.


Volkswagen Tiguan 2021: anche ibrida e sportiva



In occasione del restyling, per la prima volta anche la versione europea di Volkswagen Tiguan beneficia di una variante ibrida plug-in, finora riservata alla versione cinese (commercializzata solo con passo lungo). Volkswagen Tiguan eHybrid propone l’abbinamento tra un motore 1.4 TSI da 156 CV e un motore elettrico, per un totale di 245 CV di potenza e un’autonomia elettrica nel ciclo WLTP di 50 km (grazie ad un pacco batterie da 13 kWh), per viaggiare a zero emissioni fino a 130 km/h.



Come anticipato, l’altra grande novità sotto il cofano di Volkswagen Tiguan 2020 è la versione ad alte prestazioni Volkswagen Tiguan R: spinta dal 2.0 TSI da 320 CV abbinato alla trazione integrale 4MOTION e ad un cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, questa variante promette un piacere di guida superiore anche grazie al sistema R-Performance Torque Vectoring che distribuisce la coppia tra i due assi e tra le ruote dello stesso asse per migliorare l’inserimento in curva.


Volkswagen Tiguan 2021: prezzi e dotazione


I prezzi di Volkswagen Tiguan 2021 partono da 31.750 euro, valore riferito alla motorizzazione 1.5 TSI ACT da 130 CV con cambio manuale in allestimento Life. La dotazione di serie di nuovo Volkswagen Tiguan 2021 comprende

  • Cerchi in lega da 17 pollici

  • Fari a LED Eco anteriori e posteriori

  • Vetri posteriori oscurati

  • Climatizzatore automatico Climatronic a 3 zone

  • Sensori di parcheggio anteriori e posteriori Park Pilot

  • Radio Composition con schermo touch da 6,5 pollici e Online Connectivity Unit (OCU)

  • Servizi We Connect Plus per 1 anno

  • Cruise control adattivo ACC

  • Assistente attivo al mantenimento di corsia Lane Assist

  • Monitoraggio della distanza Front Assist con frenata di emergenza e rilevamento di pedoni e ciclisti

  • Assistente al cambio di corsia Side Assist Plus con assistenza all’uscita dal parcheggio Rear Traffic Alert

  • Sistema proattivo di protezione degli occupanti PreCrash anteriore e posteriore


L’allestimento Life si può integrare a 1.000 euro con il Tech Pack, che aggiunge dettagli esterni cromati, illuminazione interna a colori e Infotainment predisposto alla navigazione Ready2Discover con schermo touch da 8 pollici, OCU, Streaming&Internet e App-Connect Wireless per Apple CarPlay e Android Auto. Gli altri allestimenti sono l’Elegance e l’R-Line.


L’esemplare in prova, un Elegance con il 2.0 TDI 150 CV, cambio DSG e trazione integrale, parte da 44.800 euro.


CONFIGURATORE VOLKSWAGEN TIGUAN


Voi cosa ne pensate di Volkswagen Tiguan 2021? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Volkswagen Tiguan 2021: video prova



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti