top of page

Alfa Romeo Tonale Mild Hybrid: Proviamo la Ti (Video)

Com'è e come va su strada Alfa Romeo Tonale, nella motorizzazione mild-hybrid.


Dopo la prova in anteprima dell'Alfa Romeo Tonale Q4 ibrida plug-in, parliamo della motorizzazione che, con molta probabilità, sarà quella più gettonata in Italia, ovvero la mild hybrid da 160 cv.


Alfa Romeo Tonale: Design


Poche auto riescono ad attrarre l’attenzione come la Tonale, le domande e gli apprezzamenti si sprecano al punto che la sosta per il caffè si trasforma in un comizio.

Questo è quello che volevano in Alfa romeo e ci sono riusciti in pieno, suscitare entusiasmo ed ammirazione, per la prima Suv media del Biscione. Ma se per il vestito ci siamo eccome, quello che maggiormente interessa è anche il come va, dunque in questa prova cercherò di raccontarvi al meglio i pro e magari qualche cosa non proprio appunto, dell’auto del momento.


Iniziamo dunque dal suo design. Linea filante e rievocativa sotto numerosi aspetti, infatti nel frontale i richiami alla storia sono infiniti, partendo dal grande scudo con trama a nido d’ape che domina al centro ed i proiettori full Led a matrice attiva, del nostro allestimento Ti, con la firma luminosa a tre elementi che vuole ricordare i tre anelli della Brera.

La parte inferiore del paraurti sembra presa in prestito dalla Stelvio Quadrifoglio, con le due aperture supplementari ai lati, mentre nella parte inferiore solo una lama e nessun skidplate che potrebbe solo appesantire. Il cofano è lungo e sinuoso, segnato da due grandi nervature che scendono verso lo scudo.



La fiancata è muscolosa ma mossa da bombature e depressioni ma nessun taglio secco, questo per rendere l'abito della Tonale il più levigato possibile, come avveniva nelle carrozzerie anni 60.

Unica concessione al segmento Suv, sono i passaruota in plastica nera lucida che si raccordano con le minigonne, anche queste nero lucido.

I cerchi sono generosi, da 20 pollici, con il classico disegno a fori aperti, che mettono in bella mostra i dischi auto ventilati e le pinze Brembo rosse a 4 pistoncini.

Le maniglie sono classiche, peccato avrei preferito vedere quelle a scomparsa a filo con la carrozzeria, mentre sulle calotte degli specchi campeggia il tricolore.

Il padiglione è classico con la terza luce che sale a cuspide, lasciando in bella vista il montante C inclinato.


Le misure sono rispettivamente di 453 cm di lunghezza, 184 cm di larghezza, 160 cm d'altezza e 263 cm di passo.


Nella sezione di coda si mette in bella mostra il lunotto inclinato dalla forma quasi ovale, con il grande spoiler all’estremità e la punta nella parte inferiore, che ricorda la 8C.

Una linea luminosa a tutta larghezza disegna i gruppi ottici a led che riprendono lo stesso tema dei proiettori anteriori, con la firma che però si allunga fino a toccare lo scudetto, sotto ritorna finalmente lo script con caratteri tipicamente Alfa, mentre la morbidezza delle linee fanno sparire lo scalino tra portellone e paraurti.

La targa è nello scudo che termina con una grande sezione scura, che sulla Q4 ospitava gli scarichi veri, che qui purtroppo non ci sono, ma troviamo un piccolo scivolo in uscita.


Alfa Romeo Tonale: Bagagliaio


L’apertura del bagagliaio è affidata ad un sistema elettrico, ma il pulsante posizionato nell’alloggiamento della targa non è una bella idea.

La bocca di accesso è molto ampia e abbastanza regolare, mentre la soglia non è molto pronunciata.

Molto bene il doppio fondo ed il pianale riposizionabile su due livelli, cosa che sulla plug-in mancava. Molto bene le finiture in moquette ed i punti luce a Led, nonché la presa a 12 V ed i ganci e anelli per posizionare i carichi.

Bene anche la possibilità di posizionare la cappelliera rigida sotto il fondo.


La capacità è tra le più generose della categoria, con ben 500 litri di partenza che possono arrivare a 1.550 abbattendo gli schienali suddivisi in 40 e 60, inoltre troviamo anche la botola di collegamento con l’abitacolo.


Alfa Romeo Tonale: Abitabilità posteriore


A bordo della Tonale si accede abbastanza agevolmente, fatta eccezione per la punta della terza luce che potrebbe creare qualche piccolo problema, soprattutto se a salire dietro sono dei bambini.

Il raggio di apertura non è male, mentre il padiglione spiovente costringe quelli più alti di 180 cm a chinarsi un poco di più. Una volta a bordo, però, lo spazio è buono per tre adulti, con la poltrona che consente anche a chi siede al centro di avere la giusta comodità. Il tunnel non è molto alto, dunque spazio per le gambe di chi siede al centro garantito.


Le finiture ed i materiali sono nel complesso buoni, ma sono presenti troppe plastiche rigide. Ci sono tasche nel retro dei sedili anteriori e nei pannelli porta ed in più due prese USB, una A ed una C e due bocchette dell’aria, infine il poggia braccio con due porta-bicchieri.


Alfa Romeo Tonale: Posto guida


Il posto guida della nuova Tonale è un vero e proprio manifesto alla storia di Alfa Romeo, con numerosi elementi di design che riportano le lancette indietro, come la strumentazione a cannocchiale e le tipiche bocchette dell’aria circolari.


Ma andiamo per gradi partendo dalle poltrone, comode, dal piglio sportivo , ma con fianchi non molto contenitivi. L’aspetto è gradevole, con il rivestimento in pelle nella nostra TI, qui si apprezza la realizzazione con lo scudetto ricamato sul poggiatesta. Le regolazioni sono elettriche con 3 memorie, riscaldamento e ventilazione. Le plastiche sono quasi tutte morbide e di buona qualità, assemblate con cura ed attenzione per il dettaglio.



La plancia è particolarmente moderna ed ergonomica, con i comandi rivolti verso il guidatore, qui troviamo una superficie semilucida con illuminazione diffusa su 5 tonalità, un chiaro richiamo alla concept car, mentre le uscite dell’aria centrali sono lineari e ben integrate nel design. Sotto compare una pulsantiera per la regolazione del clima.


Spostandosi in basso, vi è un grande pozzetto per riporre il cellulare e ricaricarlo ad induzione, anche quelli più grandi, ed anche qui ci sono le due USB di formato A e C ed una comoda 12 V.

Il rotore del DNA campeggia ad un lato e ben rivolto verso chi guida, per evitare di distogliere lo sguardo dalla strada.

La superfice in nero satinato, che ospita la leva del cambio è realizzata molto bene, con il rotore del volume azionabile anche dal passeggero e la pulsantiera con al centro il tricolore.

La leva del cambio è di tipo classico, con una buona impugnatura e rivestita in pelle, ma avrei preferito un joystick ad impulsi elettrici, stile shift-by-wire.

Chiaramente ci sono due porta bicchieri ed un capiente pozzetto sotto il bracciolo.

Molto bello il volante dal taglio classico e la corona un poco generosa, ma con la parte inferiore smussata. Il tasto di avviamento è al lato del mozzo e ricorda un manettino. Ci sono numerosi comandi sulle razze ed alcuni a rotore, peccato che sulla nostra TI non ci siano i paddle in alluminio al volate, presenti però sulla Super.


Manca un head-up display, ma in compenso la strumentazione totalmente digitale da 10,25 pollici, con definizione HD ed una grafica molto suggestiva, con la numerazione dei quadranti che ricorda le alfa degli anni 60 e 70, contatore dei chilometri compreso, ma si possono ottenere altre grafiche e personalizzare i contenuti.


Il sistema multimediale, su schermo tablet da 12,3 pollici è realizzato in collaborazione con Android Automotive a Google Alexa e fornisce una grafica in stile widget, dove è possibile personalizzare home a piacimento.

La condivisione con Apple CarPlay ed Android Auto avviene senza fili, mentre la fluidità e la risposta del software è ottima. La grafica del navigatore live è 3D con e l’intero sistema è aggiornabile over the air, che consente di trovare punti di interesse, come le stazioni di rifornimento, oppure il meteo, inoltre una volta collegato il cellulare, vi avverte con un messaggi sul vostro smartphone localizzando la vettura o informandovi se c’ è bisogno di rifornimento.

Finalmente anche il sistema di telecamere è evoluto con vista a 360° e riprese di ottima qualità.


Alfa Romeo Tonale: Guida


Dopo aver provato la Tonale da 280 cv Q4 plug-in, qui chiaramente si scende dall’astronave per una vettura, si prestazione, parliamo pur sempre di 160 cv, ma indubbiamente più turistica e meno esasperata.



La base di partenza è il benzina a 4 cilindri sovralimentato a geometria variabile da 1,5 litri abbinato ad un powertrain elettrico a 48 V, che supporta con efficacia l’erogazione, rendendola più omogenea e pronta, ben diversa da quella di Tipo e 500X oppure Compass, che condividono lo stesso schema, ma che qui è stato maggiormente affilato, per ottenere un risposta molto differente e più vicina alla filosofia di alfa Romeo.

La potenza complessiva è di 160 cv ed una coppia di 240 Nm a partire da 1.500 giri, per una velocità di punta di 212 km/h ed uno 0 a 100 coperto in 8,8 secondi.


Ma torniamo al sistema ibrido, che si avvale di due motori, uno che supporta l’accensione, lo Start&Stop e numerose funzioni elettriche ed elettroniche, l’altro posizionato in prossimità del cambio che fornisce coppia, al punto da consentire alla Tonale di fare una manciata di metri in puro elettrico, in retromarcia oppure alle ripartenze, ma non finisce qui, perché l’impianto consente di diminuire di oltre il 12 % le emissioni di CO2 e di ottenere consumi vicino ai 6 litri per 100 km nel misto, il dato del computer di bordo però ci racconta di 7 litri per 100 km, ma va detto che la prova si è svolta prevalentemente in extraurbano ed andature spesso sostenute.

Il cambio è un automatico a doppia frizione e 7 rapporti, che ogni tanto denuncia qualche incertezza, ma nulla che non sia contenuto sotto il secondo. Peccato che non ci siano i paddle, ordinabili con sovrapprezzo e di serie dalla Super.


Il manettino del DNA, offre le tipiche tre modalità di guida, con il Dynamic, che agisce sulla centralina per avere uno spunto maggiore ed uno sterzo con un carico maggiore, condizione direi necessaria nell’extraurbano, in quanto lo sterzo, anche se molto preciso ed affilato, risulta fin troppo leggero. Peccato che la nostra Ti sia priva delle sospensioni a controllo elettronico, che sono molto indicate sul tipo di architettura, che vede un doppio MacPherson sia sull’anteriore che sul posteriore. Ma l’assorbimento resta molto efficace, grazie agli ammortizzatori ben tarati, anche se con quel gusto piglio sportivo. Infatti anche in presenza dei cerchi da 20 pollici, tutto viene filtrato in maniera corretta. Il rollio è contenuto e, in più, possiamo contare sul differenziale autobloccante elettronico.

Un punto a favore sono i freni, con dischi generosi sull’anteriore e pinze Brembo a 4 pistoncini, ma ad essere apprezzato è il dispositivo Brake by Wire, totalmente elettronico, che fa sparire ogni spugnosità del sistema rigenerativo della batteria da 0,77 kWh.


A bordo il comfort è garantito da una buona insonorizzazione che fa percepire poco il motore, ma in accelerazione si percepisce la presenza, che non è mai invasiva.



Tonale segna l’ingresso di alfa Romeo nel Gruppo Stellantis, attingendo a piene mani nei più sofisticati sistemi di sicurezza, una volta a solo vantaggio delle vetture ex PSA, dunque una livello 2 di guida autonoma, con dispositivi estremamente precisi e mai invasivi, parliamo della frenata automatica di emergenza il mantenimento attivo della corsia che vi mantiene al centro, il cruise control adattivo il lettore angolo cieco, cartelli stradali e pedoni e numerosi altri presenti nella nuova suite, che può essere attivata e disattivata, con un solo tasto sul volante.


In sintesi, nuova Alfa Romeo Tonale segna un nuovo punto di riferimento nel segmento delle Suv medie,

confrontandosi senza alcuna reverenza anche con le competitors tedesche più agguerrite.


Ora possiamo dirlo: il Biscione torna a farsi sentire in Europa.

Alfa Romeo Tonale: Prezzi e allestimenti


La Tonale è disponibile in 5 allestimenti: si parte dalla Super, Sprint, Ti, Veloce ed Edizione Speciale.

Il prezzo della versione in prova, la Ti, parte da € 41.000.




Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Alfa Romeo Tonale: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page