Dacia Jogger: primo contatto e guida a Nizza (Video)

Aggiornamento: 31 gen

Conosciamo dal vivo e proviamo su strada, per la prima volta, il nuovo multispazio di Dacia.



L’abbiamo conosciuta per la prima volta nel corso del salone dell’auto di Monaco di Baviera, oggi siamo a Nizza per provarla e raccontarvi come va la nuova multispazio compatta di Dacia.


Dacia Jogger: Design, dimensioni e bagagliaio


Se partissimo dal frontale, faremmo fatica a distinguerla dalla Sandero Stepway, in quanto i designer di Dacia sono partiti dalla compatta per sviluppare un modello inedito, che si annuncia come una delle novità più attese dal mercato europeo ed italiano in particolare. Certo, perché parliamo di versatilità e spazio pressoché infinito al prezzo di una utilitaria.


Dunque, fino al parafango anteriore potremmo dire che non cambia rispetto alla Sandero, con i fari a Led, ma abbaglianti, frecce e fendinebbia alogeni; soluzione non del tutto azzeccata, soprattutto per gli abbaglianti, che vanno a sovrapporre luce fredda e calda. La griglia di grandi dimensioni dona un carattere deciso, che si evince anche dalle poderose nervature sul cofano.

La piattaforma è la CMF-B, analoga diverse vetture del gruppo tra cui Sandero e Clio. Il look la lega al mondo delle sport utility con protezioni in plastica sullo scudo anteriore che terminano in uno scivolo color alluminio.

Le protezioni si estendono anche nei passaruota, nel sottoporta e nello scudo posteriore, che riporta uno skidplate simil alluminio.



Ma è nella fiancata che la Jogger si distingue, con un padiglione che si alza repentinamente all’altezza della finestratura dopo la portiera anteriore, con una porta posteriore molto estesa e con un raggio di apertura generoso. Lì, una terza luce apribile a compasso.

Interessanti dal punto di vista dello stile anche le protezioni scure in fondo alle partire e a conclusione del parafango anteriore.

Il tetto è sormontato dalle utili barre che possono essere ruotate per ricreare un vero portapacchi.


Le misure sono generose, dunque, con una lunghezza complessiva di 455 cm, l’altezza di 169 cm ed il passo 289 cm, mentre la larghezza è di 178 cm.


Molto belli i cerchi in lega del nostro esemplare bruniti con finitura lucida.



Il volume posteriore è inedito nel design, con i gruppi ottici con andamento verticale che in alcuni tratti ricordano quelli adottati da Volvo.


Qui è tutto molto armonioso, con un baule con l’apertura manuale estremamente ampia ed una soglia bassa, benché la bocca di accesso sia condizionata dai fianchi voluminosi. Lo scalino è pronunciato in quanto troviamo una vasca waterproof, per alloggiare anche colli voluminosi in altezza.

Ed è qui che troviamo una delle novità più interessanti della nuova Jogger, infatti è disponibile in due conformazioni, 5 o 7 posti, dove quelli della terza fila sono abbattibili.

Dunque, la volumetria varia sensibilmente a seconda dell’allestimento.

Partiamo dalla 5 e 7 posti con sedili della terza fila posteriori abbattuti, si parte da 825 litri, fino a 1.819 ribaltando anche le sedute della seconda fila. Se poi ribaltiamo anche lo schienale del sedile passeggero abbiamo la volumetria record di 2.094 litri.

Tutt’altra capacità con i sedili della terza fila alzati, qui partiamo da 160 a 212 litri, abbastanza per la spesa o dei trolley.


Dacia Jogger: Abitabilità


L’apertura della porta posteriore di grandi dimensioni è molto ampia ed agevola l’ingresso ai sedili posteriori, che non sono assolutamente delle mini sedute, ma comodi posti che possono ospitare anche due adulti, con spazio in altezza e per le gambe. I finestrini apribili a compasso sono una bella trovata.

Chi siede dietro ha spazio a volontà per le gambe e per la testa, in quanto il tunnel è poco pronunciato e le sedute qui sono tre, comode e ben sagomate.



Sulla nuova Jogger nulla è stato lasciato al caso in tema di comodità, infatti, troviamo due utili tavolini ripiegabili, si sente la mancanza delle bocchette dell’aria, visto lo spazio a disposizione, come del resto non abbiamo prese USB, che sono compensate da una a 12 V.


Nulla di nuovo rispetto alla Sandero nel posto guida, se non per l’incremento di altezza del padiglione.

Le sedute sono comode ed ergonomiche, con numerose regolazioni manuali, i tessuti riciclati dei rivestimenti sono di buona qualità, lavabili e molto robusti, dal design gradevole; parliamo dello stesso tessuto che ritroviamo anche nella parte centrale della plancia.

Tutte le plastiche dell’abitacolo sono rigide, ma ottimamente assemblate.

Molto comodo l’utilizzo del key less e dell’accessione a pulsante sul nostro allestimento.


La plancia ha un design classico con un quadro strumenti analogico che privilegia la lettura dei dati. Al centro campeggia un piccolo schermo da 3,5 pollici monocromatico, ma ricco di informazioni.

Il sistema di connettività utilizza uno schermo touch in stile tablet, che propone la connessione ad Apple CarPlay ed Android Auto wireless. All’interno non manca nulla, dal navigatore connesso ai dati in tempo reale sui consumi e sulle statistiche.

Comodo anche l’alloggiamento per il cellulare al fianco dello schermo, ma attenzione a non distrarvi con la lettura di messaggi e video.



La parentela con le ultime Renault si evidenzia con l’utilizzo di molta componentistica, infatti, i comandi del clima automatico mono-zona, che abbiamo già visto sulla nuova Duster, sono gli stessi di Clio e di molte altre auto dell’alleanza.

Due prese USB tradizionali e una a 12 V completano la dotazione.


Freno di stazionamento elettrico, caricatore ad induzione per il cellulare e numero litri a disposizione per gli oggetti, rendono la Jogger estremamente versatile.


In conclusione, apprezzabile il volante rinfoderato in pelle con comandi facili ed intuitivi da utilizzare.


Dacia Jogger: Motori e prestazioni


La nuova Dacia Jogger è disponibile in sole due motorizzazioni a benzina: TCe 110 oppure ECO-G 100 a GPL.

Entrambe utilizzano il powertrain a tre cilindri ma con diverse potenze, 110 per la versione a benzina e 100 per la GPL.

Il cambio è un manuale a 6 rapporti con innesti secchi ed una corretta rapportatura.



Trattandosi di una vettura dal peso di circa 1300 kg ed un motore tutto sommato compatto, le prestazioni non sono male, 183 km/h di punta per la 110 e 175 per la GPL, che scendono a 172 se si utilizza l’alimentazione a benzina.

L’accelerazione da 0 a 100 per la 110 è di 11 secondi, mentre per la GPL servono 13 secondi.

La coppia per la GPL è di 170 Nm, mentre la TCe 110 può contare su 200 Nm.


Dacia Jogger: Consumi


Ma andiamo a parlare di un dato molto importante per una vettura come questa, i consumi.

La versione 110 propone una media nel ciclo WLTP di 5,7 l per 100 km.

Ma per la GPL, bisogna aprire un capitolo a parte, prima di tutto per quanto concerne i serbatoi, infatti ne abbiamo a disposizione 50 litri di benzina e 40 di gas, ma come sulla Sandero il consumo in GPL è superiore con una media WLTP di 7,8 l per 100 km, mentre a benzina il consumo si attesta in 6,1.

Chiaramente il costo inferiore del GPL in Italia che mediamente è di € 0,70 al litro, rende la Jogger ECO-G molto più appetibile, ma assicuratevi di avere un distributore nelle vicinanze.


La vera novità, però, è rappresentata dalla versione ibrida, attesa il prossimo anno.



Dacia Jogger: Guida


Buono lo sterzo, anche se non guasterebbe un poco di precisione in più; nel traffico cittadino risulta leggero, insomma, ottimo per le manovre.

Non male la tenuta e l’assorbimento delle sospensioni, va detto che le coperture da 16 pollici con spalla alta aiutano ad amplificare il confort di marcia, ma l’architettura pseudo McPherson anteriore e barra torcente posteriore fanno bene il loro lavoro; peccato che il rollio sia molto evidente e che il volume posteriore si faccia sentire in curva.

Discreta l’insonorizzazione.


Buona la frenata, ma la soluzione adottata paga pegno alla modularità, infatti, davanti possiamo contare su dischi autoventilati da 280 mm, mentre dietro abbiamo ancora dei tamburi.


Dacia Jogger: ADAS


Sicurezza si ma non guida autonoma, infatti abbiamo a disposizione il Cruise Control, la frenata automatica di emergenza attiva da 7 km/h e il Led di rilevamento dell’angolo morto, attivo da 30 km/h.


Dacia Jogger: Conclusione e prezzi


Insomma praticità, modularità e spazio a volontà per 5 o 7 persone adulte. Ottima per famiglie numerose che non disdegnano anche lunghe percorrenze oppure per il tempo libero, potrebbe essere ultimata anche come taxi o mini shuttle alberghiero o aeroportuale, insomma, infinite destinazioni di utilizzo ad un prezzo imbattibile.


Tre gli allestimenti, si parte dalla Essential con un prezzo d’attacco di € 14.650 alla Confort da € 16.450, fino al nostro modello in prova modello in prova Extreme Limited Edition da € 17.300.

L’allestimento a 7 posti è disponibile solo dalla Confort alla Extreme con prezzi a partire da € 17.200.


CONFIGURATORE DACIA JOGGER


Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Dacia Jogger: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti