JEEP Renegade Upland e-Hybrid: Un mild speciale (Video)

Cosa caratterizza la serie speciale e come va il mild-hybrid su Renegade.


Prosegue la fortunata carriera della Jeep Renegade con la versione, che a nostro parere, è quella più riuscita: si tratta della e-Hybrid, nell'allestimento speciale Upland.


Renegade Upland: Esterni


La Renegade è un vero e proprio concentrato di novità, partendo dall’alimentazione mild-hybrid, fino all’ellestimento Upland, che si riconosce per numerose personalizzazioni, partendo dalla doppia colorazione Matter Azur e nero, che si estende anche ai cerchi in lega da 17 pollici dal design sportivo e alle calotte degli specchietti. Si prosegue con la griglia con il contorno delle sette feritoie in color bronzo e lo sticker sul cofano come sulle Trailhawk.



Fatta esclusione per la colorazione e per alcuni dettagli, la Renegade resta fedele a se stessa, con un design che l’ha resa riconoscibile e molto amata in Italia; non ha caso è made in Melfi.


Questo allestimento è particolarmente ricco e comprende i proiettori full Led a matrice attiva con firma luminosa circolare, che la rende riconoscibile anche al buio.

La fiancata è robusta, ma distintiva, con il padiglione che si innalza all’alterezza della terza luce, per dargli un poco di dinamicità, mentre a chiudere il profilo ci pensa un montante c massiccio. A renderla ancora più Jeep, ci pensano poi i passaruota maggiorati con le classiche protezioni in plastica nera opaca.


Le dimensioni sono abbastanza compatte, con una lunghezza di 424 cm, una larghezza di 181 cm, un’altezza di 167 cm ed un passo di 257 cm.


La vista posteriore resta invariata rispetto alle altre Renegade, con i gruppi ottici quadrati alimentati a Led, mentre lo scudo è protetto da una finitura grezza, ma con un piccolo bordo in alluminio che la rende ancor più ricercata.


Renegade Upland: Bagagliaio


Il bagagliaio è apribile solo manualmente e non è disponibile un sistema elettrico, che la maggior parte della concorrenza offre di serie. Del resto, l'’apertura è molto ampia e la soglia di carico risulta bassa ed agevole.

Il piano in moquette può essere posizionato su due livelli, consentendo di caricare anche colli voluminosi altezza. Peccato che i fianchetti siano realizzati in plastica rigida, ma la presenza di una tasca e dei ganci consentono di organizzare i piccoli oggetti.



La capacità è sufficiente, molte competitori fanno meglio, con una volumetria che passa da 351 a 1.297 litri, abbattendo gli schienali suddivisi in 40 e 60. In più, possiamo contare sul bracciolo centrale che, una volta ribaltato, crea un collegamento con l’abitacolo, così anche gli sci possono entrare comodamente. Infine, una volta ribaltati gli schienali, si crea un piano totalmente livellato.


Renegade Upland: Abitabilità posteriore


Dietro viaggiano comodamente tre adulti, anche se chi siede al centro deve fare i conti con il tunnel che ruba spazio alle gambe, ma in altezza, nessun problema.

La seduta è comoda ma poco conformata, in compenso, troviamo un bracciolo con porta-bicchieri, tasche sul retro del sedile del passeggero anteriore e nei pannelli porta, una presa USB, ma niente bocchette dell’aria.



I cristalli scendono totalmente, ma i rivestimenti dei pannelli porta sono realizzati con plastiche rigide, fatta esclusione del poggia-gomito che riprende il materiale delle sedute.


Renegade Upland: Posto guida


Il posto guida della Renegade si contraddistingue da sempre per la grande ariosità e per lo spazio, una sensazione che viene amplificata anche dal parabrezza ampio e poco inclinato.

I sedili del nostro esemplare sono ben realizzati con una conformazione che privilegia il confort. Qui è facile trovare la giusta posizione di guida, grazie alle numerose regolazioni manuali, in più abbiamo anche il riscaldamento.



Il rivestimento è realizzato in SEAQUAL, un tessuto realizzato dal recupero di materiali di scarto ritrovati negli oceani.


I materiali sono per lo più rigidi, ma gli assemblaggi risultano corretti. La plancia ha un design originale, che non varia rispetto alla prima versione, fatta eccezione per alcune finiture, come la parte superiore in plastica soft touch di buona qualità. Mi piacciono alcune soluzioni tipicamente off-road, come il maniglione al lato passeggero.



Il volante ha un diametro generoso, con numerosi comandi di origine Fiat, infatti mi ricorda molto da vicino la 500X, ma risultano ordinati ed intuitivi da individuare.

I vani in cu riporre le proprie cose sono numerosi, come le piccole tasche nei pannelli porta, il pozzetto sotto il bracciolo ed il cassetto al lato passeggero; in più, la rete al fianco del tunnel risulta molto utile per i piccoli oggetti. Bene anche il piano che può ospitare il cellulare, anche si sente la mancanza di un caricatore ad induzione.


Il quadro strumenti misto analogico e digitale può contare su uno schermo a colori da 7 pollici al centro che riporta numerose informazioni, mentre, per l’infotainment, il nostro esemplare ha a disposizione lo schermo da 8,4 pollici (nei modelli di accesso è da 7 pollici), che ospita la navigazione online, grazie all’hotspot, Apple CarPlay e Android Auto wireless e la schermata per flussi energetici e per le statistiche di consumo. Purtroppo come sulle cugine Fiat Tipo e 500X, la definizione della telecamera con la sola inquadratura posteriore ha una definizione migliorabile.

Molto bene i comandi fisici del clima automatico bi-zona e la presa USB, accompagnata da un jack e da quella a 12V.

Datata infine la leva del cambio automatico, alla quale avrei preferito qualche cosa di più moderno, come un joystick a impulsi elettrici.


Renegade Upland: Guida


Le qualità alla guida della Renegade sono oramai note, che sia 4x4, 4xe oppure a trazione anteriore come la nostra.

Partendo dall’assetto rialzato - la posizione di guida che consente di dominare la strada -, la Renegade è una fuoristrada vera, che sa farsi apprezzare sia nell’uso quotidiano che nel traffico cittadino.

L’assetto del nostro esemplare è confortevole al punto giusto e l’assorbimento del fondo stradale è ottimale, complici anche i cerchi da 17 pollici, con pneumatici a spalla alta. Inaspettatamente, il rollio è molto contenuto, come il beccheggio in frenata, offrendo un piacere guida elevato. A contribuire al tutto troviamo anche uno sterzo preciso e con un carico corretto, che vi consente anche di fare parcheggi al centimetro, ma anche di muovervi con disinvoltura sia su strade veloci e ricche di curve, che nel fuoristrada.



Ma a tutte queste qualità, la nostra e-Hybrid, aggiunge il nuovo propulsore da 1.5 litri turbo a 4 cilindri a benzina, in ciclo Miller, che si accoppia ad un modulo elettrico che le consente di avere un sistema mild-hybrid, che abbiamo già conosciuto su 500X, Tipo e Compass, ma che, su Renegade, si abbraccia alla perfezione alla dinamica di guida.

Il risultato è una potenza di 130 cv ed una coppia di 240 Nm, che le consentono di ottenere una velocità di punta di 191 km/h ed uno 0 a 100 in 10 secondi.


Il nuovo sistema mild-hybrid a 48V, rappresenta una vera e propria rivoluzione, in quanto è uno dei pochi che riesce a far marciare la Renegade anche in elettrico, per brevi tratti e a bassa velocità.

La cosa che ci ha maggiormente convito è la fluidità nell’erogazione, infatti l’aiuto del powertrain elettrico è evidente, con una spinta priva di strappi.

Chiaramente i consumi vengono smorzati, grazie al veleggiamento a velocità costante e alle ripartenze o retromarce in full electric, con una transizione tra termico ed elettrico impercettibile.

La rigenerazione della batteria da 0,81 kWh, che rimane sempre in carica per un minimo del 50%, avviene sia in rilascio che in frenata, ma senza restituire quella spugnosità fastidiosa al pedale.

Ma non finisce certo qui, infatti in dotazione alla nostra e-Hybrid, abbiamo a disposizione il nuovo cambio automatico a doppia frizione e 7 rapporti, una trasmissione che garantisce un passaggio dei rapporti quasi impercettibile, sia in accelerazione che in scalata.

Ma il vero vantaggio di un sistema così innovativo e sofisticato si sente nei consumi, che battono anche il diesel, con una media che in alcuni momenti è stata inferiore ai 6 litri per 100 km.


Renegade Upland: ADAS


La Renegade non rinuncia alla sicurezza, con un pacchetto ADAS molto completo, che prevede nel nostro allestimento, il Cruise Control adattivo, la frenata automatica di emergenza, il mantenimento attivo della corsia, il blind spot, il riconoscimento cartelli stradali, pedoni e ciclisti e molti altri.


Renegade Upland: Considerazioni


In sintesi, la nuova Jeep Renegade e-Hybrid è la giusta via di mezzo tra il mild e il full, offrendo un piacere di guida elevato e consumi contenuti, il tutto a bordo di un’auto accattivante ed alla moda, che, nonostante l’assenza del 4x4, non disdegna i percorsi difficoltosi.

Ottima, per la città, per il tempo libero e per i viaggi, da affrontare in pieno confort e sicurezza.



Renegade Upland: Prezzo


Il prezzo del nostro allestimento Upland 1.5 e-Hybrid è di € 35.400, optional e promozioni escluse. Per saperne di più sui costi e sulle dotazioni, clicca il link qui sotto.


CONFIGURATORE JEEP RENEGADE E-HYBRID


Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Renegade Upland: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti