Kia Sportage 2022: La prova completa della Full Hybrid (Video)

Dopo averla provata in anteprima, conosciamo nuova Kia Sportage più a fondo!


Sono passati quasi trent’anni e ben 5 edizioni da quando nacque Kia Sportage, ma a guardare bene il Model Year 2022, sembra che siano trascorsi secoli di tecnologia, stile e design. L'esemplare della nostra prova è il Full Hybrid, con trazione integrale, nell'allestimento più ricco!


Kia Sportage: Design e dimensioni


Dopo EV6, Sportage 2022 è il secondo modello della nuova era di Kia, celebrato con l’introduzione del nuovo logo, ma è indubbiamente quello più importante, infatti, da sempre, il Suv medio della casa coreana rappresenta la punta di diamante dell’intera produzione per il mercato del vecchio continente e non solo.

Dunque, se rivoluzione deve essere, in Kia hanno deciso di inventare qualche cosa di totalmente nuovo, cominciando proprio dal design, che, pur mantenendo volumi tipici di un Suv di segmento C, propone temi stilistici altamente innovativi, partendo dal frontale.

Qui il Tiger Nose diventa poco più di una feritoia per lasciare ad una griglia sportiva che prende quasi tutto il frontale, che viene delimitata dalle luci diurne alimentate a Led con forma a boomerang. Alle estremità troviamo i proiettori a diodi con matrice attiva, abilmente celati in un elemento scuro di vero design.

La parte inferiore dello scudo ingloba altre tre aperture ed i fari supplementari, anche questi alimentati a Led. Qui troviamo lo scivolo che come nei migliori Suv europei è realizzato in alluminio.

Il cofano è lungo e lineare, con solo due nervature alle estremità ed il nuovo logo che campeggia al centro.


La fiancata è sinuosa e priva di elementi che possano rovinare la pulizia dello stile, mettendo in evidenza i grandi passaruota sporgenti che incorniciano i cerchi da 18 pollici posizionati a filo carrozzeria ed i fianchi posteriori muscolosi.

Il padiglione è l’unico elemento classico e richiama il modello precedente, grazie all’assenza della terza luce, ma la doppia colorazione del nostro allestimento GT-line Plus la rende ancor più dinamica.

Il profilo cromato alla base della finestratura non prosegue con la linea che unisce il montante C al tetto, creando una interruzione ed un dislivello poco riuscito.


Le dimensioni sono più compatte di quanto faccia presagire l’impatto visivo, con una lunghezza di 451 cm, una larghezza di 186 cm, un’altezza di 165 cm ed, infine, un passo di 268 cm.


La vista posteriore è caratterizzata dal lunotto inclinato e dal grande spoiler sul tetto delimitato dalla cromatura che prosegue nel montante, che cela la spazzola del tergi-cristallo.

Il nuovo logo Kia domina il volume, come sulla EV6, mentre i gruppi ottici a Led disegnano due cuspidi affilate che si spingono l'attenzione al centro.

Non c’è nessuna sporgenza che delimita lo scudo dal baule, ma un sapiente gioco di superfici concave e convesse che rendono tutto molto armonioso.

Nella parte inferiore dello scudo ritroviamo un elemento nero lucido che ingloba la targa, l’alluminio che incornicia i fari supplementari ed il grande scivolo.


Kia Sportage: Bagagliaio


L’apertura affidata ad un sistema elettro-attuato, è molto ampia e consente di ottenere una soglia molto bassa ed una bocca di accesso regolare.

Il piano non crea scalini ed è posizionabile su due livelli. Il nostro esemplare Full Hybrid ha la batteria posizionata tra i sedili posteriori ed il baule, dunque ruba un poco di spazio, ma troviamo ugualmente alcuni vani attrezzati.

Non mi piacciono molto i fianchetti in plastica rigida, ma gli sganci per le sedute all’interno del volume sono molto comodi. Completano la dotazione l’illuminazione a Led, i ganci per le borse, la presa a 12V e l’alloggiamento per la cappelliera.

La capacità parte da 587 litri e, abbattendo le sedute posteriori sezionate in 40 e 60, raggiunge i 1.776 litri.


Kia Sportage: Abitabilità posteriore


L’apertura della portiera ha un raggio che agevola l’ingresso e, cosa sempre più rara, i vetri scendono completamente.

A bordo lo spazio non manca per 3 adulti, con le sedute ben sagomate ed il tunnel basso che garantisce spazio a volontà per le gambe.

Qui troviamo numerose soluzioni per rendere i viaggi estremamente comodi, a partire dalla possibilità di inclinare gli schienali, il bracciolo retrattile con porta bicchieri, le bocchette dell’aria, la regolazione autonoma del clima, due prese USB-C sul lato dei sedili anteriori, i ganci per le giacche sia negli schienali che nei poggiatesta e, infine, il riscaldamento delle sedute.


Kia Sportage: Posto guida


Salendo alla guida della nuova Kia Sportage, si viene avvolti da un’atmosfera futuristica, con numerose soluzioni che ricordano la EV6.

Il nostro allestimento GT-line Plus si caratterizza per i rivestimenti in total black, cielo compreso, con sedute in pelle e microfibra.

Le poltrone sono ergonomiche e sportive con numerose regolazioni elettriche per entrambe le sedute, comprese le funzioni di riscaldamento e ventilazione, mentre le due memorie sono solo per il guidatore.


La plancia è rivestita in similpelle con cuciture a vista, mentre tutte le superfici superiori sono in plastiche morbide al tatto. Gli assemblaggi sono molto curati, così come l’attenzione per i dettagli; basti guardare le maniglie nel pannelli porta con lo stesso trattamento della plancia. Molto bello e pratico il volante sportivo dal diametro ridotto, riscaldabile, con la parte inferiore smussata. I pulsanti sono numerosi e con un feedback tattile molto gradevole. Non mancano le palette al volante per il cambio.


Il tunnel, molto ricercato nello stile, è in piano black e riporta diversi comandi, come il piccolo commutatore delle modalità di guida su strada e off road, il tasto di accensione ed il rotore ad impulsi elettrici del cambio.

Davanti trova spazio il caricatore ad induzione del cellulare e due prese USB, una di tipo A e la seconda di tipo C, oltre ad una comoda presa a 12V.

I porta bicchieri sono modulari e possono ospitare anche diversi oggetti, cambiando l’utilizzo attraverso un tasto.


Tornando alla plancia, risulta molto comodo il display commutabile per clima e infotainment, che comprende anche le manopole fisiche per la temperatura o per il volume.

La modanatura in simil alluminio con cubicatura è molto gradevole ma un poco plastica, mentre le bocchette dell’aria, dal design ricercato, sono estremamente efficaci nel dirigere i flussi.

Abbondante lo spazio per gli oggetti di viaggio sia sui pannelli porta che sotto bracciolo ed il lato passeggero, tutti con la base in moquette.

Ad arricchire l’ambiente troviamo tutti i punti luce a Led e l’illuminazione regolabile su diverse tonalità.


La nuova Kia Sportage adotta il doppio schermo con display da 12,3 pollici cadauno disposti su un unico pannello che, grazie alla forma curva, avvolge il guidatore.

La strumentazione è altamente configurabile, con numerosi temi e grafiche in base ai settaggi di guida.

La connettività è assicurata grazie ad Apple CarPlay ed Andraid Auto, che però sono solo via cavo. Molto bene la grafica e la fluidità di funzionamento e particolarmente interessante la possibilità di registrare brevi messaggi vocali.

Gli aggiornamenti avvengono over the air e il navigatore connesso fornisce numerosi dati in tempo reale, dal traffico, ai punti di interesse, alle stazioni di rifornimento.

Eccellente la telecamera con vista a 360 gradi, con ricostruzione della vettura sull’ambiente reale e le numerose viste.

Chiaramente, infine, trattandosi della Full Hybrid, non manca una sezione dedicata ai flussi di energia.


Kia Sportage: Guida


La nuova piattaforma della Kia Sportage la rende molto diversa dal modello precedente, con una guidabilità da auto di categoria superiore.


Questo grazie anche alle nuove sospensioni a controllo elettronico, che assorbono con efficacia ogni fondo stradale e forniscono un carattere ben distinto per ogni modalità di guida, restituendo un rollio contenuto.

Chiaramente parliamo di una vettura confortevole, questo grazie anche ai cerchi da 18 pollici, che lasciano spazio a coperture con spalla alta, alla cura per l’insonorizzazione e all’eccellente luminosità garantita dal tetto panoramico apribile, anche se la visibilità posteriore non è proprio il massimo, ma per questo vengono in aiuto le telecamere.


Molto bene lo sterzo progressivo, che offre il carico corretto sia nel traffico cittadino che nelle curve più veloci, dove la Sportage non si scompone mai, anche perché parliamo di una trazione integrale permanente, con distribuzione automatica che conta anche sull’inedita funzione Terrain con tre settaggi: neve, fango oppure sabbia. Presente anche il sistema di frenata automatica in discese ripide. Ad esse si affiancano le modalità di guida Eco, per una guida più attenta a consumi ed emissioni, e Sport, che irrigidisce sospensioni, sterzo e risposta del motore.


Kia Sportage: Motore, prestazioni e consumi


Sotto il cofano abbiamo a disposizione un 1.6 turbo benzina a 4 cilindri capace di erogare 230 cv di potenza e una coppia corposa di 265 Nm a partire da 1.500 giri.

Il tutto è assistito da una unità elettrica alimentata con una batteria agli ioni di litio che si ricarica costantemente che garantisce partenze in Full electric e non solo, perché premendo a fondo sul gas, l’elettrico funziona come boost restituendo prestazioni per niente male: parliamo di 193 km/h di velocità di punta e poco più di 8 secondi per lo 0 a 100. Tenendo conto che parliamo di una vettura che pesa a secco oltre 1.700 kg, il dato è molto positivo. Bene anche la funzione Auto Hold.


Il cambio con convertitore di coppia e 6 marce lavora molto bene, e restituisce cambiate fluide ma non sempre immediate; mi piace la possibilità di poter utilizzare le palette al volante per una maggior reattività.


I consumi sono adeguati, il computer di bordo ci fornisce un dato molto interessante con una media di 6,5 litri per 100 km, un dato che rispecchia quello dichiarato che è di 6,4 litri.


Kia Sportage: ADAS


La nuova Kia Sportage è una vettura ricca di dispositivi di sicurezza che la elevano ad un livello 2 di guida autonoma, con il bile spot che abbiamo già apprezzato su Sorento ed EV6, che fornisce una ripresa sul quadro strumenti appena si attiva la freccia, a questo si aggiungono il Cruise control adattivo con stop e start e mantenimento della distanza regolabile che lavora utilizzando i dati GPS, mantenimento di corsia attivo con centralmente della carreggiata, frenata automatica di emergenza anche in retromarcia con riconoscimento pedoni, cartelli stradali e ciclisti e molti altri, insomma una delle vetture più complete in commercio.


Kia Sportage: Prezzo


La gamma di Sportage è molto ampia, partendo dalle motorizzazioni, tutte elettrificate, sia diesel che benzina, integrale o trazione anteriore, anche per il cambio c’è una scelta tra 7 o 6 rapporti automatici, in base alle moralizzazioni o manuale a 6 rapporti.

I prezzi partono da € 29.950 per il modello di accesso in allestimento Business, fino ai € 44.950 della nostra top di gamma GT-line Plus Full Hybrid integrale.


CONFIGURA NUOVA KIA SPORTAGE


Nuova Kia Sportage, in conclusione, sorprende non solo per il design unico e funzionale, ma anche per il piacere di guida, nonché per la versatilità.

In poche parole una vettura che punta dritta alla vetta della categoria, affrontando a muso duro tutta la concorrenza, anche quella ben più costosa e blasonata.

Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Kia Sportage: Video


- in arrivo -


0 commenti

Post correlati

Mostra tutti