• Veronica Lucrezia Poblete

Mercedes Classe C 220 d Mild-Hybrid: la prova della piccola S (Video)

Aggiornamento: ago 16

Com'è e come va nuova Mercedes Classe C, super lussuosa e super tecnologica, con la giusta sportività.

Elegante, raffinata e, al contempo, sportiva. Mercedes Classe C non si fa mancare proprio nulla, specie in termini di tecnologia a bordo e non, con dotazioni come il sistema MBUX di seconda generazione o i fari Matrix Digital Light.


Mercedes Classe C: Design


Conosciamo nuova Classe C partendo dal design, che segue la filosofia del “Less is more”, poche linee, pulite, per un’eleganza sopraffina. Basti guardare la fiancata, attraversata solo da due nervature, che donano grande dinamicità alla vettura. Un lungo cofano bombato caratterizza il frontale, che cambia di allestimento in allestimento; nel nostro caso, troviamo una mascherina dalla trama a stella a tre punte.


Fari a LED per il nostro modello, ma, anche se non c’è nell’esemplare in prova, menzionerei una delle chicche di Classe C: i fari Matrix Digital Light. La luce prodotta da questi LED viene scomposta da 1,3 milioni di microspecchi; questo rende il fascio luminoso ancora più preciso e pensate che è addirittura in grado di proiettare a terra segnali o avvisi per il conducente, oltre che evidenziare i pedoni.


La sportività è enfatizzata, nell’allestimento Premium, dai numerosi dettagli firmati AMG, come i cerchi in lega leggera dedicati da 18” e altre peculiarità che ritroveremo all’interno, ma specialmente dall’assetto ribassato (scelta non troppo consigliata nel caso vi troviate, come la sottoscritta, in un ambiente ricco di dossi o salite, ma questo vale per qualsiasi auto con un’altezza da terra ridotta).


Dietro i fari sono stati divisi tra corpo vettura e portellone e, a tal proposito, vediamo quanto misura il bagagliaio…


Mercedes Classe C: Dimensioni e abitabilità


Non male, anzi, addirittura superiore a quello di diverse competitors: Partiamo da 455 litri, che possono aumentare sensibilmente abbattendo gli schienali dei sedili posteriori, frazionati in 40:20:40. Originale il box ripiegabile in dotazione, utile per non disperdere i propri oggetti nel bagagliaio.


Le dimensioni cambiano rispetto alla scorsa generazione di Classe C, con una lunghezza che cresce di 6 cm e mezzo, per un totale di 475 cm, la medesima della variante Station Wagon. Anche il passo cresce, ora misura 286 cm. Larghezza e altezza, poi, misurano rispettivamente 182 e 144 cm…


All’interno lo spazio c’è, ma il quinto passeggero, quello centrale, potrebbe riscontrare non poche difficoltà a trovare il giusto comfort, causa il tunnel piuttosto pronunciato che sacrifica gran parte dello spazio per le gambe. Per i passeggeri laterali nessun problema, è ampio sia lo spazio per le ginocchia che quello per la testa, nonostante l’andamento spiovente del tetto.


Mercedes Classe C: Interni


La qualità che si respira in abitacolo lascia senza parole, basti guardare i sedili rivestiti in pelle e materiale tecnico con regolazione semi automatica o i rivestimenti pregiati della plancia: nella parte alta troviamo della pelle nera, al di sotto della quale figurano inserti in legno nero a poro aperto intarsiato in linee di alluminio.


Mercedes Classe C: Infotainment


La tecnologia, qui, è protagonista. Partiamo dal nuovo volante, comodo da impugnare, e, soprattutto, multifunzione, con la stessa impostazione che abbiamo recentemente apprezzato su Classe E. Le razze con i comandi ora sono quattro; a primo impatto possono mettere soggezione, ma in realtà sono molto intuitive…


La strumentazione, con display da 12,3” di diagonale è personalizzabile in diverse schermate, minimal, classica, sportiva o con mappa a schermo intero. Particolarmente gradevole quella inerenti agli assistenti alla guida, che mostra oltre ad una miniatura di Classe C, i diversi veicoli sulla strada.


Lo schermo centrale, rivolto verso il conducente, è posizionato verticalmente, con una diagonale da 11,9” e riprende quello di Classe S, non a caso, viste le numerose similarità, Classe C è stata denominata “Classe S in miniatura”.


Funzioni come Apple CarPlay wireless, navigatore, radio e servizi connessi fanno parte del sistema MBUX di seconda generazione, tra i più evoluti che esistano. Sempre presente l’assistente vocale “Hey Mercedes”, personalizzabile e talvolta non necessario, per funzioni come rispondere al telefono. Dal display si può gestire tutto l’abitacolo, a partire dalle luci ambientali in plancia, sui pannelli porta, attorno alla consolle sospesa sul cielo. Interessante la sezione dedicata ai flussi e ai consumi istantanei e di lungo periodo.


Mercedes Classe C: Motore e prestazioni


Nome completo: Mercedes Classe C 220 d Mild-hybrid. Motore: Un quattro cilindri 2.0 turbodiesel, capace di erogare fino a 200 cv di potenza e una coppia di 440 Nm a 1.800 giri/min. L’abbinamento al cambio automatico a 9 rapporti è complice delle ottime prestazioni, uno 0 a 100 in 7,3 secondi e una velocità massima di 245 km/h. Il tutto favorito anche dal Cx di 0,24, d’altronde è risaputo che in Mercedes si punti tantissimo all’aerodinamicità delle proprie vetture, con valori sempre più sorprendenti, in costante miglioramento.


Mercedes Classe C: Sistema Mild-Hybrid e consumi


Tutte le motorizzazioni della gamma C sono turbo e Mild-hybrid, che siano benzina o Diesel… Ma, anche se è la prima volta che troviamo un micro-ibrido a 48 V su un Diesel, non possiamo stupirci, proprio perché parliamo di Mercedes, marchio che per primo ha introdotto l’ibrido Plug-in sulle sue vetture a gasolio.


Tornando a Classe C, il sistema Mild-hybrid, composto da un alternatore, che funge da generatore e da motore di avviamento, contribuisce nella riduzione dei consumi quando, a basse velocità, togliendo il piede dall’acceleratore, spegne il motore e consente all’auto di veleggiare. Al contrario, quando si cerca una maggiore spinta, fornisce al motore termico un boost di 22 cv e 200 Nm di coppia.


Per quanto riguarda i consumi, sviluppando la prova principalmente in centro urbano, abbiamo raggiunto una media di circa 12 km/l, insomma, siamo poco sopra gli 8 l/100 km.


Mercedes Classe C: ADAS


Gli ADAS evoluti danno un grande supporto al guidatore, d’altronde anche su Classe C la guida autonoma è di livello 2, con sistemi come il Cruise Control Adattivo o, addirittura, il cambio automatico di corsia, che si attiva semplicemente impostando l’indicatore di direzione a Cruise Control attivato.


Mercedes Classe C: Prezzo


Ad agosto 2021, il prezzo di partenza per Classe C è di 49.292 euro, da configuratore, riferiti alla 200 turbobenzina mild hybrid da 204 CV in allestimento Business, e poco più di 51.000 per la 220d mild-hybrid in prova.


CONFIGURATORE NUOVA MERCEDES CLASSE C


Voi cosa ne pensate di Classe C, amate il lusso compatto o preferireste le grandi dimensioni di Classe S? Fatecelo sapere commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


Mercedes Classe C: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti