Citroën C5 Aircross Hybrid: Proviamo la Plug-in (Video)

Il nostro primo contatto con la versione 2022, nella motorizzazione ibrida plug-in.


Nata originariamente per il mercato cinese, la Citroën C5 Aircross si è fatta apprezzare dagli automobilisti europei che in 245.000 l’hanno scelta per le sue qualità, partendo dallo spazio a bordo, il piacere di guida ed il design innovativo. Oggi si rifà il look nel restyling di metà carriera.

C5 Aircross: Look


Sono bastati pochi ritocchi per rendere la Citroën C5 Aircross ancora attuale ed accattivante, infatti, l’edizione precedente era molto innovativa nel design, tanto da essere una delle più originali del segmento.


Adesso, con il frontale rinnovato, che si ispira alla nuova tendenza stilistica della casa del double chevron, la C5 Aircross assume una nuova identità.


Nuovi sono i proiettori con tecnologia full Led adattiva, suddivisi da due strisce, che proseguono idealmente le barre che si fondono con il logo centrale, che a sua volta è stato aggiornato.

Il paraurti è più prominente e sportivo, con due aperture laterali e due grandi prese d’aria, dove su quella inferiore campeggia il radar dei sistemi di sicurezza ADAS. Molto bella anche la lama che sostituisce lo skid-plate, mentre il padiglione resta invariato, con la cromatura a C che contorna la finestratura.

I fianchi restano sinuosi e muscolosi, mentre gli air-bumps garantiscono una valida protezione in caso di piccoli urti.


Nuovi i cerchi in lega specifici da 18 pollici, mentre le misure crescono leggermente, con una lunghezza di 450 cm, larghezza di 184 e altezza di 167 cm.


Le novità riguardano anche la vista posteriore, con i nuovi gruppi ottici full Led con lo stampo delle plastiche che seguono gli elementi illuminati, che erano un effetto scacchiera.

Lo scudo resta quello che già conosciamo, con la grande protezione in plastica nera opaca e i due finti scarichi.

Apertura manuale per il nostro bagagliaio che ci consente di accedere ad un vano regolare e ad un piano a livello; la soglia non è molto alta ed in più il fondo può essere riposizionato per aumentare la volumetria, peccato che i fianchi siano ancora in plastica rigida e non in moquette.

La capacità può variare a seconda della motorizzazione, infatti per la nostra plug in si parte da 460 litri, oppure 600 facendo scorrere le sedute posteriori, mentre le non ibride partono da 580 litri.

La volumetrica complessiva in caso di abbattimento degli schienali suddivisi in 3 elementi, dove quello centrale può essere ribaltato singolarmente, ci consente di raggiungere i 1.510 litri.


C5 Aircross: Abitabilità posteriore


Per chi siede dietro l’abitabilità resta eccellente anche per 3 adulti, infatti, il tunnel è appena accennato e le sedute sono 3 indipendenti, gli schienali si possono regolare a piacimento, in più abbiamo a disposizione due bocchette dell’aria, una presa USB e due comode tasche.

Ma la cosa che maggiormente mi ha convinta è la morbidezza delle imbottiture, che avvolgono letteralmente chi siede.


C5 Aircross: Posto guida


Davanti si apprezzano ancor di più le poltrone con il sistema Advanced Confort, che utilizzano nuove schiume che rendono le sedute incredibilmente comode e soffici, premiando anche un’ergonomia studiata nei minimi dettagli.

Molto bene anche i rivestimenti in pelle del nostro allestimento.

Ma la novità più rilevante riguarda la plancia ed il nuovo sistema di connettività con schermo touch da 10 pollici, che ingloba anche le nuove bocchette dell’aria, un elemento che cambia completamente l’aspetto del cruscotto, rendendolo più moderno e tecnologico.

In questa nuova configurazione, Apple CarPlay ed Android Auto sono wireless e migliora anche la fluidità, mentre la grafica si aggiorna.


Nuovo anche il tunnel centrale, dove viene introdotta la nuova leva del cambio shift-by-wire ad impulsi elettrici, annegata come sulla nuova C4, che lascia spazio al pulsate del drive mode ed il freno di stazionamento elettrico. Non manca il caricatore ad induzione per il cellulare e le prese USB.


Davanti al guidatore campeggia il nuovo quadro strumenti totalmente digitale da 12,3 pollici, altamente configurabile e dalla grafica rinnovata. Belli i paddle al volante.

La cura per il dettaglio si evidenzia anche nella plancia, dove tutti i rivestimenti superiori sono realizzati con plastiche morbide di buona qualità, infine anche gli assemblaggi sono curati.


C5 Aircross: Guida


La Citroën C5 Aircross si è fatta apprezzare da sempre per il piacere di guida ed il confort da auto di categoria superiore.

Partiamo dalle sospensioni che con fermano la presenza degli ammortizzatori con smorzatori idraulici progressivi, che vi fanno viaggiare su un vero tappeto volante, dove ogni fondo stradale viene assorbito con estrema efficacia.


L’edizione 2022 della C5 Aircross è disponibile con motorizzazioni a benzina e gasolio, quella che provo oggi è la versione ibrida plug-in da 225 cv.

Si tratta di un 4 cilindri da 1.600 cc, PureTech a benzina da 180 cv, abbinato ad una unità elettrica a magneti permanenti che sviluppa circa 110 cv.


Il powertrain elettrico è abbinato al cambio automatico, un Ë-EAT8 che rappresenta il top in tema di convertitore di coppia, che può essere anche azionato tramite le palette al volante.

La coppia è corposa, ben 360 Nm, con una erogazione che viene aiutata dall’unità elettrica; in poche parole, la spinta è fluida e quasi sportiva, con una ripresa sempre pronta, a qualsiasi velocità.

Questo si traduce anche in prestazioni interessanti, con una velocità di punta di 225 km/h ed uno 0 a 100 coperto in 8,7 secondi.


Ma chi acquista una vettura come questa, desidera anche fare alcuni km in puro elettrico, ed infatti la nostra plug-in, può percorrere 55 km a zero emissioni, con un evidente vantaggio in termini di consumi. In pratica, nell’urbano, con le batterie cariche, si riesce ad utilizzare la C5 plug-in, proprio come una vettura EV.

Chiaramente a questo vengono in aiuto le modalità di guida, partendo dall’electric, ovvero zero emissioni fina a 135 km/h, hybrid, che gestisce in autonomia la transizione tra termico ed elettrico, ricaricando le batterie in frenata e rilascio, sfruttando anche la modalità B del cambio, il valore rigenerativo aumenta sensibilmente, ed infine sport, che fa lavorare entrambe i motori per sfruttare al meglio la potenza complessiva.


C5 Aircross: Consumi e ricarica


Per i consumi vi rimando alla prova approfondita quando la vettura arriverà in redazione, ma con le batterie cariche in modalità hybrid, il dato al momento è stato molto positivo, con una media di circa 5,5 litri per 100 km.


La batteria da 13,2 kwh Si ricarica sia da una presa domestica che da una colonnina per un massimo di 7,4 Kw, in questo caso in poco meno di 2 ore avete un pieno.


C5 Aircross: Sicurezza


Confermato il livello 2 di guida autonoma con un pacchetto ADAS completo, che prevede il cruise control adattivo, la frenata automatica di emergenza, il blind spot, lettore cartelli stradali, rilevatore pedoni e ciclisti, il mantenimento di corsia attivo e numerosi altri; in poche parole, in autostrada, con tutti i dispositivi in azione, la guida diventa sicura e confortevole.


Dunque un primo contatto che conferma in pieno tutte le qualità del modello uscente, con il plus di un aggiornamento estetico azzeccato che la rende ancor più agguerrita verso competitors di ultima generazione.


C5 Aircross: Prezzo

Il prezzo di C5 Aircross 2022 Hybrid 225 Ë-EAT8 parte da € 43.350 per l'allestimento di partenza Feel. Si sale a € 44.100 per la versione in prova Feel Pack, fino a toccare i € 47.100 della Shine Pack, optional e promozioni escluse.


CONFIGURATORE C5 AIRCROSS


Fateci sapere cosa ne pensate commentando sotto questo articolo oppure sotto il video sul canale YouTube di Showcar. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri canali social - Facebook, Instagram e Tik Tok - e di scriverci, per qualsiasi domanda e curiosità, al numero SMS/Whatsapp 3515680441. Ci trovate anche in televisione sui canali di ShowcarTV!


C5 Aircross: Video



0 commenti

Post correlati

Mostra tutti